fbpx
 

La Cassazione a difesa del diritto d’asilo

https://thesubmarine.it/wp-content/uploads/2019/04/52820215_1077829562419858_4651217511600095232_o-1280x848.jpg

in copertina foto di Marta Clinco dalla manifestazione NO CPR del 16 febbraio 2019 a Milano

Questa è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

La Corte di Cassazione ha sancito il principio di buonsenso secondo cui, per negare una richiesta di protezione internazionale, bisogna fornire prove certe che il richiedente non corra pericoli nel paese di provenienza, e non “formule stereotipate.” La Corte ha accolto il ricorso di un cittadino pakistano, a cui era stata respinta la domanda d’asilo nel 2017 “in base a generiche informazioni sulla situazione interna del Pakistan, senza considerazione completa delle prove disponibili.” (Adnkronos)

Non è l’unica sentenza a difesa dei diritti umani da parte della Cassazione nella giornata di ieri: con la sentenza numero 11309 i giudici hanno accolto anche il ricorso di un cittadino senegalese, espulso per ordine del prefetto dopo una valutazione negativa del questore, senza passare dalla commissione territoriale che avrebbe dovuto esaminare la domanda. (il Sole 24 Ore)

Secondo dati Eurostat, ripresi dai giornali due giorni fa, nel 2018 l’Italia ha superato la Francia per numero di domande d’asilo accolte, piazzandosi al secondo posto in Europa. In termini assoluti parliamo di 47.885 persone. (TGCOM)

Ma la percentuale delle domande rifiutate è altissima: secondo gli ultimi dati resi disponibili sul sito del Viminale, nel mese di febbraio 2019 è stato respinto l’82% delle richieste d’asilo: 5.153 persone. (Pdf)

Intanto, come va il razzismo in Italia? Alla grande: i promotori del Running Festival, una mezza maratona che si terrà a Trieste nel prossimo weekend, hanno deciso di vietare la partecipazione agli atleti “africani.” Il motivo ufficiale è impedire un non meglio specificato “sfruttamento di atleti africani di altissimo valore.” Come al solito, i razzisti non hanno neanche il coraggio di ammettere di esserlo. (Quotidiano.net)

Il vicepresidente del consiglio regionale Francesco Russo (PD) ha commentato così: “Una mezza maratona per soli bianchi: pensavamo fosse un titolo che si sarebbe potuto leggere solo nell’Alabama del Ku Klux Klan ed invece è la cronaca di ciò che accade a Trieste.” (Trieste Prima)

Nox populi

Soledad Gallego–Díaz ha intervistato Pedro Sánchez in vista delle elezioni politiche di domani. Il Primo ministro, alla prima prova elettorale dopo essere arrivato al potere attraverso il voto di sfiducia a Rajoy, avverte gli elettori indecisi: un’alleanza dopo le elezioni tra la destra “parlamentare” e i neofranchisti del movimento Vox è tutto tranne che da escludere, e va evitata a tutti i costi. (El País)

Il rischio di un exploit di Vox è ancora più alto dopo una campagna elettorale particolarmente sottotono da parte sia della sinistra che del centrodestra. In nessuno dei dibattiti televisivi sono emersi veri punti ideologici da parte dei due partiti. Il risultato è che i sondaggi sono rimasti sostanzialmente invariati negli ultimi due mesi, lasciando la porta aperta a un’avanzata dell’estrema destra. (the Local Es)

È importante sottolineare quanto sia a destra Vox, un partito xenofobo, a favore della iper centralizzazione del governo per sedare i separatismi, contro l’aborto e la legge sulla violenza di genere, che “discrimina gli uomini.” Per fermare una possibile coalizione di destra, però, il PSOE e Podemos potrebbero aver bisogno del supporto dei nazionalisti regionali — una coalizione che farebbe naturalmente fatica a governare, e la cui formazione non è scontata. (Al Jazeera)

Per capire come andrà il voto il termometro sarà il risultato della provincia di Aragona, “l’Ohio spagnolo.” Dal crollo del bipolarismo nel 2015 i risultati nella provincia hanno sempre ricalcato quelli a livello nazionale. (Euronews)

Mondo

Sri Lanka. Durante un raid della polizia contro i terroristi sospettati di essere tra gli organizzatori degli attentati di domenica scorsa sono esplosi tre ordigni tra i materiali che il gruppo conservava in un’abitazione, causando quindici morti, tra cui sei bambini e tre altri civili. La polizia ha annunciato che ci sono almeno altri due sospetti terroristi in fuga. (CNN)

Mohammed Amin ha incontrato alcune delle voci più importanti della coalizione sindacale Sudanese Professionals Association, il gruppo che sta coordinando le proteste di massa in Sudan, che sono riuscite a scalzare il dittatore Bashir, solo per doverlo fare immediatamente di nuovo, con il nuovo consiglio militare, che evidentemente non vuole cedere il potere a un governo civile democratico. (Middle East Eye)

Intanto continuano, per la decima settimana consecutiva, le proteste in Algeria. I contestatori, dopo aver ottenuto le dimissioni di Bouteflika e una data per le elezioni — che si terranno il prossimo 4 luglio — ora stanno mantenendo alta la pressione sull’entourage dell’ex presidente, e in particolare su suo fratello Said, suo consigliere e considerato per molto tempo suo naturale successore. (Al–Araby Al–Jadeed)

Un incidente stradale a Sunnyvale, lo scorso martedì 23 aprile, in cui sono state investite otto persone, tra cui una bambina di 13 anni — gravemente ferita — ha preso una piega ancora peggiore. L’uomo alla guida, un veterano di 34 anni, avrebbe investito volontariamente il gruppo di persone, credendo che fossero musulmane. Isaiah Joel Peoples è ora accusato di otto tentati omicidi. (San Francisco Chronicle)

Intanto il presidente degli Stati Uniti, da vero baluardo della democrazia, ha annunciato a una manifestazione dell’NRA, la lobby delle armi, che gli Stati Uniti non ratificheranno “mai” l’Arms Trade Treaty, un trattato delle Nazioni Unite già firmato da Barack Obama che mira regolamentare il mercato internazionale della vendita di armi a paesi che non rispettano i diritti umani. Il pubblico, all’idea di vendere armi a paesi che non rispettano i diritti umani, ha festeggiato. (the New York Times)

Un nuovo studio della Bertelsmann Foundation sostiene che la maggioranza degli elettori europei voterà non per un gruppo in cui si riconosce, ma contro i partiti che vogliono fermare. Secondo i ricercatori, questo meccanismo favorisce notevolmente i partiti estremisti e renderà difficile formare una coalizione in parlamento. Nello studio è riportato anche un dato specifico: un elettore su dieci avrebbe deciso di votare una delle formazioni di estrema destra del proprio paese. (DW)

Italia

Il presidente della Repubblica Mattarella ha promulgato ufficialmente la legge sulla legittima difesa, ma accompagnando la propria firma con una serie di distinguo per guidare l’interpretazione del testo secondo il dettato costituzionale. Intanto, però, la riforma è legge. (il manifesto)

“Presidente Conte, si ricordi di Giulio mentre stringerà la mano del Generale Al Sisi e pretenda, senza ulteriori dilazioni o distrazioni di sorta, la verità sulla sua uccisione.” Leggi la lettera aperta dei genitori di Giulio Regeni al presidente del Consiglio Conte, in vista del suo incontro con Al Sisi a margine dei lavori del GT7 Forum in Cina. (la Repubblica)

L’agenzia di rating Standard and Poor’s ha confermato il giudizio sui conti italiani — BBB con outlook negativo — ma prevede di ritoccarlo al ribasso nei prossimi 24 mesi se deficit e debito dovessero aumentare oltre le stime. (Rai News)

Il premier Conte ha commentato: “Dovremmo migliorare ma per ora va bene così.” (TGCOM)

Secondo l’Istituto Superiore di Sanità, nei primi tre mesi dell’anno in Italia ci sono stati 557 casi di morbillo, in aumento rispetto ai mesi precedenti. (ANSA)

Da ieri tiene banco il caso dei rider del collettivo “Deliverance Milano” che hanno pubblicato su Facebook una blacklist di “vip” che non danno la mancia. Non l’hanno presa bene né le aziende di consegna del cibo a domicilio, né i diretti interessati, ma il punto su cui bisognerebbe concentrarsi è che i rider lavorano ancora senza tutele e con guadagni dimezzati. La trattativa con il governo? È ferma da novembre. (Sky TG 24 / TGCOM / la Stampa / Corriere della Sera)

Tra le provocazioni e le intimidazioni fasciste che hanno costellato questo 25 aprile, una delle peggiori è stato l’attacco contro la libreria “La pecora elettrica” di Roma, a Centocelle, incendiata con una bomba carta. (Roma Today)

Milano

Cinque militanti di Forza Nuova sono indagati per un pestaggio avvenuto a fine marzo. Le due sedi dei neofascisti in città sono state perquisite, e la polizia ha sequestrato un arsenale di mazze, caschi, coltelli e addirittura un’accetta. (Corriere della Sera Milano)

Cult

La vera storia dietro l’anti-Greta Thunberg, da cui però sembrano essere ossessionati solo i media italiani. (VICE)

Dalla prima campagna elettorale di Obama ai loghi di Twitter, Spotify, Netflix, ai titoli di Inception, Moneyball, Moonlight, e tutte le settimane in tv con Saturday Night Live: il font Gotham è ovunque, sempre. Storia di un carattere tipografico relativamente giovane — è in commercio dal 2002 — e del suo successo inarrestabile. (the Outline)

Questo murale dedicato a Extinction Rebellion apparso a Londra è veramente di Banksy oppure no? (BBC News)

Scienza

L’Universo si espande costantemente, OK. L’Universo si sta espandendo sempre più in fretta, OK. Ma nuovi risultati dal telescopio spaziale Hubble rendono uno dei misteri dell’astronomia ancora più complesso: perché la velocità con cui l’Universo si espande cambia in base a come cerchiamo di misurarla? (Gizmodo)

* * *

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! ?

Related

Resta nel nostro radar.

Segui the Submarine su Instagram e Twitter,
iscriviti al nostro canale Telegram
o alla nostra newsletter settimanale gratuita.

Share via