fbpx
 

“Scialla Semper” dimostra che Massimo Pericolo non è solo rabbia e trasgressione

https://thesubmarine.it/wp-content/uploads/2019/04/MP-1280x800.jpg

Scialla Semper, il disco di debutto di Massimo Pericolo, era uno degli album più attesi del 2019 e sta già volando su Spotify.

A un giorno dall’uscita del disco, fuori per Pluggers e Lucky Beard Rec, la metà dei brani ha già superato su Spotify i centomila ascolti. “Scialla Semper è il nome che l’antidroga di Gallarate diede all’operazione che portò al mio arresto e a quello di altre 30 persone” ha scritto Massimo Pericolo in un post su Instagram spiegando la scelta del titolo.

Prodotto da Crookers e Nic Sarno, Scialla Semper è stato anticipato nei mesi scorsi dall’uscita di tre singoli: “7 miliardi” — ad oggi più di due milioni di visualizzazioni su YouTube — “Ansia” e “Sabbie d’oro“.

Nell’album, tra le altre cose, si parla dei problemi giudiziari di Andrea Vanetti, vero nome di Massimo Pericolo, ma non c’è solo rabbia e violenza nelle otto tracce pubblicate ieri, “Cocco” e “Amici” dimostrano una duttilità artistica che va oltre l’autocelebrazione provocatoria.

Parlando del video di “7 miliardi” in cui compare Giuseppe Uva, Massimo Pericolo ha raccontato qualche giorno fa a Fanpage:

“Il fatto di aver messo certi riferimenti nella canzone non è solo per fare lo scoop. Non sto strumentalizzando una tragedia, ma lo faccio perché è una cosa che mi riguarda. Giuseppe Uva purtroppo era lo zio di un mio amico, è successo tutto a Varese nella caserma dei carabinieri di Varese, questo secondo me è terrificante.”

Il prossimo 24 maggio Massimo Pericolo presenterà Scialla Semper al MI AMI.

Leggi anche: “1969” è la seconda vita di Achille Lauro


 

Resta nel nostro radar.

Segui the Submarine su Instagram e Twitter,
iscriviti al nostro canale Telegram
o alla nostra newsletter settimanale gratuita.

Share via