Questa è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

A Torre Maura, periferia est di Roma, circa 300 persone hanno protestato per tutto il pomeriggio di ieri contro l’arrivo di 70 rom (di cui 33 bambini e 22 donne) in una struttura di accoglienza comunale. I manifestanti hanno gridato cose come “quei bastardi devono bruciare,” “devono morire di fame,” hanno rovesciato e incendiato dei cassonetti e un’auto, hanno buttato a terra e calpestato i panini destinati ai futuri ospiti della struttura. Ma la cosa più grave è che hanno vinto: nella notte il Campidoglio ha fatto sapere che entro sette giorni i rom saranno spostati altrove. (la Repubblica Roma)

Come nel caso delle “rivolte” anti-immigrati a Tor Sapienza nel 2014, anche in questo caso dietro la facciata dei “cittadini esasperati” si nascondono il coordinamento e la partecipazione attiva delle sigle neofasciste, come CasaPound e Forza Nuova, presenti ieri a Torre Maura. (Corriere della Sera Roma)

Intervistata su La7, ieri sera la sindaca Virginia Raggi ha detto “Su migranti e campi rom stiamo percorrendo quella che abbiamo definito la terza via: bisogna essere inflessibili con i delinquenti, ma i bambini e le persone fragili devono essere aiutati.” Ma non si leggono parole chiare di condanna per quello che è avvenuto ieri — né da parte della sindaca né da altri settori della politica. (La7)

Rete Antifascista ha pubblicato un video dei vigili del fuoco che spengono un cassonetto a cui era stato dato fuoco. Il gruppo si chiede dove sia il commento del Capo delle guardie Salvini di fronte a quelli che erano, evidentemente, atti di delinquenza. (Twitter)

Il ministro, siamo molto sorpresi, non ha commentato in nessun modo. In compenso l’ha fatto il consigliere regionale della Lega Daniele Giannini, che però ha preso le parti dei propri camerati di CasaPound e Forza Nuova: “Come al solito la sindaca Raggi scarica sulle periferie i mali di questa città!” Giannini accusa la giunta perché nel VI municipio ci sarebbero già “numerosi accampamenti abusivi,” ma il campo era stato scelto dal comune proprio nelle vicinanze della sistemazione precedente per permettere ai bambini — più della metà delle persone interessate dal trasloco! — di non cambiare scuola. (Next Quotidiano)

Anche nel centrosinistra chi parla sembra non avere le idee particolarmente chiare, come il consigliere del Pd Gianfranco Gasparutto, che contattato da Fanpage ha commentato: “Si poteva fare un lavoro diverso, ci si poteva mettere ad un tavolo e parlarne.” Siamo certi che il tavolo sull’accoglienza comunale per i rom con i fascisti del quartiere sarebbe stato molto proficuo. (Fanpage)

* * *

Vuoi ricevere Hello, World! tutte le mattine direttamente via email? Sostieni the Submarine e abbonati alla newsletter. In cambio, oltre alla tua rassegna stampa preferita direttamente in inbox, riceverai link e contenuti extra, e la nostra eterna gratitudine.

* * *

Mondo

Guarda le foto della manifestazione ad Algeri per celebrare le dimissioni del presidente Bouteflika. Le dimissioni segnano una vittoria importante per i contestatori e l’opposizione, che non hanno mai smesso di protestare dallo scorso febbraio. Il prossimo passo sarà fare in modo che il governo di transizione sia veramente tale, dato che le elezioni non sono ancora state fissate. (Middle East Eye)

Lori Lightfoot, giudice federale di colore e dichiaratamente omosessuale, ha vinto le elezioni a Chicago e sarà la prima sindaca di colore, e la prima sindaca gay, della città. Lightfoot ha condotto una campagna elettorale progressista, dedicando grande attenzione ai quartieri più impoveriti della città. (CBS News)

L’assalto all’Obamacare di Trump è naufragato ieri quando, senza mezzi termini, il capo della maggioranza al Senato McConnell ha detto a Trump che il Senato non se ne sarebbe occupato prima delle elezioni del 2020. È garantito, così, che l’accesso all’assistenza sanitaria sarà uno dei punti centrali della prossima campagna elettorale presidenziale. (the New York Times)

La Casa blu, la residenza presidenziale sudcoreana, ha dichiarato che sta lavorando per estendere a Kim Jong-un l’invito a un summit tra la Corea del Sud e l’Associazione delle Nazioni del Sud-est asiatico. Il rapporto tra Corea del Nord e ASEAN si è fatto negli ultimi mesi più disteso, ma la presenza di entrambi i leader coreani al summit resta un traguardo ambizioso. (the Hankyoreh)

Adesso, sull’orlo della seconda scadenza con l’Unione europea, a Theresa May è venuto in mente che forse la Brexit era una cosa da gestire bipartisan, insieme all’opposizione. Se non fosse possibile trovare un accordo con Corbyn, May vorrebbe tornare a votare proposte alternative in parlamento — che è quello che hanno già fatto, senza successo, due volte. (BBC News)

(Quanto è noiosa e patetica questa storia infinita sulla Brexit? Così tanto da annoiare anche Shamima Begum, la “sposa dell’ISIS” britannica che è ora bloccata in Siria. Begum dice che preferisce guardare i cartoni animati, piuttosto che seguire l’attualità britannica.) (Al–Araby Al–Jadeed)

Internet

Chi l’avrebbe mai detto? Gli amministratori di YouTube sapevano che il proprio algoritmo poteva alimentare radicalizzazione e diffondere teorie del complotto, ma hanno preferito continuare a guadagnarci sopra, invece di fare qualcosa. Una ricostruzione esplosiva di Mark Bergen. (Bloomberg)

Italia

Alarm Phone ha lanciato l’allarme di un’imbarcazione “scomparsa” nel Mediterraneo con a bordo 50 persone. Il servizio, che raccoglie gli SOS dei migranti, ha perso il contatto con l’imbarcazione lunedì alle 22. Alarm Phone ha provato ripetutamente a contattare la Guardia costiera libica e ha informato l’Mrcc Roma, ma nessuno si è attivato per soccorrere i migranti. (il manifesto)

“Mancano indizi di comportamenti fraudolenti” sulla gestione dei rifiuti. Mentre il Viminale annuncia che si costituirà parte civile nell’eventuale processo, la Corte di Cassazione ha di fatto riabilitato Mimmo Lucano, smontando anche, nell’impianto accusatorio, l’ipotesi dei “matrimoni combinati” per la cittadinanza: si sarebbe trattato di un caso isolato e motivato unicamente dalla solidarietà. Presto Lucano potrà quindi tornare a Riace. (Fanpage)

Dopo le polemiche di settimana scorsa, la Camera ha trovato un accordo per inserire il reato di “revenge porn” all’interno del cosiddetto ddl “codice rosso.” L’emendamento è passato senza voti contrari, e prevede la reclusione da 1 a 6 anni e multe dai 5mila ai 15mila euro per chi invii, pubblichi o diffonda immagini o video a contenuto sessualmente esplicito, senza il consenso delle persone rappresentate. Ora il ddl passerà al Senato. (il Post)

È scattato all’alba un blitz dei Carabinieri del Ros contro un gruppo di estremisti di destra in Piemonte. Le indagini, iniziate nel 2018, hanno portato all’arresto di quattro fascisti di Blocco studentesco, l’associazione studentesca di CasaPound. I carabinieri avevano già arrestato il “chimico” del gruppo, attraverso cui avevano scoperto i giovani stavano producendo ricina, un veleno pericoloso. (Fanpage)

Cult

È morta Vonda N McIntyre, autrice del capolavoro fantascientifico del 1979 Dreamsnake. McIntyre è stata parte fondamentale dell’avanguardia femminista del genere negli anni Ottanta, e ha fondato Book View Café, uno dei primissimi collettivi editoriali della storia di internet. (File 770)

Non possiamo lasciare Matrix e Fight Club alla destra, scrive Yiannis Baboulias per il New Statesman: anche perché le destre, dei messaggi dei due film, non c’hanno capito assolutamente niente. (New Statesman)

Tantissimi programmatori cinesi stanno protestando per gli orari di lavoro impossibili pubblicando le proprie storie su GitHub, in un repository dal nome 996.ICU — perché lavorano dalle nove di mattina alle nove di sera, fino a quando non vengono portati al pronto soccorso per la stanchezza. (the Verge)

* * *

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

Se ti piace il nostro lavoro e vuoi sostenerci, abbonati alla newsletter di Hello, World!, la nostra rassegna stampa del mattino.

Se invece vuoi discutere con la redazione, ci trovi su Ogopogo, il nostro gruppo Facebook.

Share via

 

Ti piace il nostro lavoro? Sostienici!

Abbonati alla newsletter

di Hello, World!

 

Ogni mattina, una rassegna di link da leggere, vedere e ascoltare, direttamente nella tua inbox.