in copertina, foto © European Union, 2017 Etienne Ansotte Source: EC – Audiovisual Service

Questa è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

Cercate di capire il senso di questa cosa: Theresa May ha annunciato che, se il parlamento approverà il suo accordo per la Brexit, si dimetterà. Il senso sarebbe: prima confermiamo la Brexit, e poi lascerò il controllo del partito — e del paese — a qualcun altro. Ma è difficile non leggere la proposta come una forma pericolosissima di baratto con gli estremisti del proprio partito. (the Guardian)

Il Regno Unito però resta completamente impantanato sulla Brexit: ieri il parlamento ha votato sulle possibili alternative all’accordo di May e le ha bocciate tutte. È difficile immaginare a questo punto un modo per evitare una hard Brexit che non sia un’estensione lunga della scadenza e nuove elezioni. In quel caso, l’unica alternativa che potrebbe procedere è quella di rimanere nell’Unione doganale, che già oggi aveva raccolto 264 voti. (New Statesman)

Gif di Camdelafu

L’unica altra proposta ad aver raccolto un successo anche solo tenuamente bipartisan è la possibilità di un secondo referendum, con 268 voti a favore. Ma entrambe le proposte sono lontane dai 320 voti necessari. L’unica soluzione resta l’accordo proposto da May, a cui ora serve “soltanto” il supporto del DUP irlandese. (the Independent)

Gif di Alexa Kerr

Thomas Clark di Another Angry Voice si chiede se “la farsa della Brexit” finirà mai. Ieri il parlamento ha bocciato sia la Brexit con Unione doganale che l’accordo alternativo del Labour con composizioni di voto diverse — anche se si tratta di accordi molto simili — sottolineando come il problema della Brexit vada oltre il solo accordo. Ma senza una proposta che raggiunga la maggioranza, e senza nessuna speranza che Tories e DUP sacrifichino la propria maggioranza, sembra non esserci nessuna luce in fondo al tunnel. (Another Angry Voice)

Anche Jeremy Corbyn sottolinea come il problema centrale del fallimento della Brexit sia la gestione del partito Tory e della maggioranza da parte di May, e non necessariamente i dettagli dell’accordo.

Ammettiamo che il sacrificio di May le garantisca la vittoria in parlamento. Chi potrebbe sostituirla? Il candidato del compromesso tra estremisti brexisti e moderati potrebbe essere Sajid Javid. Ma anche Boris Johnson sembra avere ambizioni per la poltrona. Oppure è un caso, che abbia annunciato finalmente il proprio supporto all’accordo di May ora che la Prima ministra si è detta disposta a dimettersi. Tutti i Tories papabili, secondo Rachel Wearmouth. (the Huffington Post)

(Nelle puntate precedenti: prima di sostenere l’accordo Boris Johnson l’aveva paragonato a una cintura esplosiva.) BBC News, 9/9/2018)

Ma la tensione nel partito resta altissima. Ieri pomeriggio il quotidiano conservatore Evening Standard pubblicava una lettera della direzione editoriale in cui chiedeva ai Tory moderati di rimandare la Brexit e non accettare nessun compromesso con May: “Siamo arrivati fino a questo punto, perché arrendersi ora?” (Ma dove sarebbero arrivati esattamente?) (Evening Standard)

* * *

Vuoi ricevere Hello, World! tutte le mattine direttamente via email? Sostieni the Submarine e abbonati alla newsletter. In cambio, oltre alla tua rassegna stampa preferita direttamente in inbox, riceverai link e contenuti extra, e la nostra eterna gratitudine.

* * *

Mondo

19 gruppi, internazionali e locali, impegnati nella difesa dei diritti umani hanno firmato una lettera indirizzata a António Guterres e Michelle Bachelet chiedendo alle Nazioni Unite di proteggere i diritti dei palestinesi, in vista del primo anniversario della Grande marcia del ritorno, questo sabato. (Middle East Eye)

Nel frattempo, l’esercito governativo siriano ha annunciato di aver intercettato diversi missili israeliani sull’area di Aleppo. Secondo l’Osservatorio siriano per i diritti umani l’attacco avrebbe colpito installazioni iraniane nella regione, uccidendo 21 persone. (Al–Araby Al–Jadeed)

Secondo l’ex direttore dell’FBI James Comey “non ha senso” che Mueller non sia andato avanti per determinare se Trump fosse responsabile di ostruzione alla giustizia. (the Washington Post, via Outline.com)

Galvanizzato dal flop del report di Mueller, Trump ha lanciato di nuovo un attacco frontale all’Obamacare. Ma su questo fronte la posizione dei repubblicani è incredibilmente impopolare, e il partito non ha nessuna strategia per sostenere l’attacco improvvisato del presidente. (Politico)

Le autorità della Dogana e Polizia di Frontiera degli Stati Uniti hanno costruito un campo di prigionia per i migranti che hanno fermato chiudendoli con delle barriere sotto un ponte a El Paso. Secondo il commissario stesso dell’agenzia si tratta di un’emergenza umanitaria — che però si può risolvere definitivamente solo sciogliendo l’organo. (BuzzFeed News)

Una corte federale di San Francisco ha condannato Monsanto a pagare 80 milioni di dollari in risarcimento a un cittadino californiano che avrebbe sviluppato un tumore in seguito all’uso del diserbante a base di glifosato Roundup, prodotto dal colosso chimico. È già la seconda sentenza di questo genere,, e in entrambi i casi Monsanto — accusata di aver ignorato sistematicamente le prove scientifiche sulla cancerogenicità del glifosato — ricorrerà in appello. (the New York Times)

Da settimana prossima, nel sultanato del Brunei l’adulterio e l’omosessualità saranno puniti con la lapidazione, per l’entrata in vigore di un codice penale “conforme alla Sharia.” (the Guardian)

Italia

È entrato questa notte in acque territoriali maltesi il mercantile El Hiblu 1, di cui ieri Matteo Salvini ha annunciato il “dirottamento” da parte di un centinaio di migranti, che non volevano essere riportati in Libia. (la Repubblica)

I media maltesi riportano che un’unità speciale dell’esercito è salita a bordo della nave, per scortarla in sicurezza fino all’isola, dove la polizia dovrà indagare sull’accaduto. (Malta Today)

Intanto, la Guardia costiera libica continua a intercettare e riportare indietro i migranti che cercano di scappare: in 24 ore nella zona SAR libica, la nave di Sea Eye Alan Kurdi ha individuato almeno 3 gommoni che hanno subito questa sorte, a 50 miglia a nord di Tripoli:

Dopo le polemiche, il nuovo presidente dell’Istat Blangiardo ha rinunciato alla partecipazione al Congresso Mondiale delle Famiglie, che questo weekend riunirà a Verona il gotha dell’estremismo cattolico. Blangiardo avrebbe dovuto partecipare a una tavola rotonda con il senatore Pillon e lo psichiatra Alessandro Meluzzi — tra le altre cose, animatore del “Partito Anti-Islamizzazione.” (Sky Tg 24 / the Submarine)

Partecipazione o no, le convinzioni di Blangiardo sul calo demografico italiano sono ben note, e sono perfettamente in linea con l’operato della Lega, che sta cercando in tutti i modi di smantellare la legge 194 sul diritto all’aborto. (VICE)

I verbali degli interrogatori di Cesare Battisti forniscono una versione leggermente più sfumata di quella riportata dai giornali nei giorni scorsi, specialmente per quanto riguarda gli omicidi Sabbadin e Torregiani. (Tiscali)

Con 150 voti a favore, il Senato ha approvato in via definitiva il “decretone” che contiene le norme su “reddito di cittadinanza” e “quota 100.” (Rai News)

Cult

No, i videogiochi non rendono i giovani violenti — ma la loro dipendenza da narrative e meccaniche di “invasione” li rendono territorio fertile per inoculare alle persone i fondamentali della retorica di estrema destra. Lo spiega Megan Condis, professoressa di Game Studies alla Stephen F. Austin State University (the New York Times)

Questo dipinto attribuito a Botticelli, considerato una copia, in realtà è stato veramente dipinto nello studio del grande artista rinascimentale. (BBC News)

Gli scienziati hanno scoperto che questa pensionata scozzese vive praticamente senza provare dolore grazie a una mutazione genetica. (STAT)

Dogman di Matteo Garrone ha trionfato ai David di Donatello, aggiudicandosi nove premi, tra cui miglior film e miglior regia. Quattro statuette a Sulla mia pelle di Alessio Cremonini, il film su Stefano Cucchi. (Rai News)

Ambiente

Il Parlamento europeo ha approvato la messa al bando di dieci tipologie di prodotto in plastica monouso entro il 2021: piatti, posate, bicchieri, cannucce, eccetera. In più, entro il 2029 gli stati membri dovranno raccogliere e riciclare almeno il 90% delle bottiglie per bevande. (euronews)

* * *

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

Se ti piace il nostro lavoro e vuoi sostenerci, abbonati alla newsletter di Hello, World!, la nostra rassegna stampa del mattino.

Se invece vuoi discutere con la redazione, ci trovi su Ogopogo, il nostro gruppo Facebook.

Share via

 

Ti piace il nostro lavoro? Sostienici!

Abbonati alla newsletter

di Hello, World!

 

Ogni mattina, una rassegna di link da leggere, vedere e ascoltare, direttamente nella tua inbox.