fbpx
 

La strage sfiorata a San Donato

https://thesubmarine.it/wp-content/uploads/2019/03/D2GmM3oX0AAIHpK-1280x960.jpeg
in copertina, foto via Twitter

Questa è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

Sarebbe stato un gesto premeditato quello di Ousseynou Sy, l’uomo che ieri ha dirottato un autobus con 51 studenti di seconda media a bordo sulla Paullese, tra San Donato e Peschiera Borromeo. Secondo i pm, l’avrebbe fatto per “portare l’attenzione sulla strage di migranti nel Mediterraneo.” Durante l’interrogatorio avrebbe detto che la sua intenzione era di andare a Linate e “fuggire in Senegal con un aereo.” Ora è indagato per tentata strage e sequestro aggravato dalla finalità di terrorismo. (la Repubblica Milano)

(Alcuni giornali riportano che ci sarebbe anche un video di “rivendicazione” diffuso su YouTube, ma non si trova traccia del link o dei fotogrammi. Se lo trovate, fateci sapere.)

Il quarantasettenne, cittadino italiano dal 2004, aveva precedenti penali per guida in stato d’ebbrezza e violenza su minori, ma l’azienda di trasporti per cui lavorava — Autoguidovie — non ne sapeva nulla e non aveva mai avuto niente da eccepire su di lui. Anche i colleghi si dicono “costernati.” (Sky Tg 24)

Per fortuna nessuno si è fatto male, a parte lo stesso Sy — che ha riportato ustioni alle mani — e una decina di ricoverati in codice verde per una leggera intossicazione. Secondo la dinamica dell’accaduto, come ricostruita finora, l’autista avrebbe dirottato l’autobus costringendo gli accompagnatori degli alunni a immobilizzarli e a raccogliere i cellulari, minacciando di dare fuoco al mezzo. (il Post)

La sfiorata strage è ovviamente un’occasione d’oro su cui i razzisti italiani di ogni risma — da Twitter ai giornali di area — stanno banchettando per diffondere ulteriormente la paranoia contro gli “stranieri,” date le origini senegalesi di Ousseynou Sy.

Il fatto è riuscito a oscurare mediaticamente le due altre notizie principali di ieri: l’arrivo di Mare Jonio e il salvataggio di Salvini dal processo sul caso Diciotti. Il comandante Pietro Marrone, indagato per favoreggiamento all’immigrazione clandestina, dice “rifarei tutto per salvare vite umane.” La nave resta sequestrata, ma i magistrati dovranno accertare anche se l’operato del Viminale è stato regolare. (la Repubblica)

Il salvataggio di Salvini al Senato ha visto di nuovo in scena la cordata di tutte le destre, di governo e di opposizione. La richiesta di autorizzazione a procedere è stata respinta con 237 voti: hanno votato che bloccare naufraghi su una nave fosse un’operazione politica Movimento 5 Stelle, Lega, Forza italia e Fratelli d’Italia. Si sono espressi a favore solo 61 senatori. Oltre agli alleati di governo Salvini ha pensato di ringraziare anche Dio già che c’era. (Avvenire)

Chissà se Matteo Salvini voleva ringraziare anche gli italiani che ieri erano in strada a manifestare in sostegno a Mediterranea. (Twitter)


(foto via Twitter @Rescuemed)

* * *

Vuoi ricevere Hello, World! tutte le mattine direttamente via email? Sostieni the Submarine e abbonati alla newsletter. In cambio, oltre alla tua rassegna stampa preferita direttamente in inbox, riceverai link e contenuti extra, e la nostra eterna gratitudine.

* * *

Mondo

Per capire l’estensione del disastro causato dal ciclone Idai in Mozambico, guardate le riprese aeree di questo servizio di Fergal Kean della BBC.

La città di Beira, che conta circa 500 mila abitanti, è quasi completamente distrutta: solo una distesa d’acqua a perdita d’occhio, mentre a sei giorni dall’impatto del ciclone molte persone sono ancora bloccate sui tetti o sugli alberi dove hanno trovato riparo. Il Mozambico ha dichiarato tre giorni di lutto nazionale. (Al Jazeera)

La prima ministra neozelandese Arden ha annunciato i primi dettagli della riforma della legge sul porto d’armi prodotta in risposta all’attentato terroristico di Christchurch. Secondo la nuova legge tutte le armi semi-automatiche, i fucili d’assalto e i caricatori ad alta capacità saranno messi al bando. (CNN)

In uno dei propri show elettorali, il presidente turco Erdogan ha commentato che la Nuova Zelanda dovrebbe tornare a istituire la pena di morte, e in caso contrario che sarebbe la Turchia “farla pagare” al killer. Il presidente ha promesso che gli australiani “contro i musulmani” che arriveranno in Turchia saranno rispediti nel loro paese di provenienza “in una bara.” (Arab News)

Theresa May ha annunciato che chiederà un’estensione dell’articolo 50 fino al 30 giugno — ed è tornata a chiedere ai parlamentari della propria coalizione di votare il proprio accordo: sì, quello che è già stato rifiutato due volte e che allo stato attuale non potrebbe essere riammesso alla Camera. Insomma, se questo è l’inizio dell’estensione, iniziamo male. Intanto, oggi a Bruxelles si terrà un summit per discutere della possibile estensione. (Reuters)

Nelle ultime settimane si erano rincorse voci che le riserve di grano della città portuale di Hodeidah fossero marcite e infestate da punteruoli. Lo scenario gettava ombre ancora più profonde sulla carestia che affligge lo Yemen. Ma le Nazioni Unite ora confermano che, sebbene le voci fossero corrette riguardo all’infestazione, la diffusione sarebbe molto inferiore di quanto temuto, e gran parte del grano dovrebbe essere recuperabile. (Middle East Eye)

La Corea del Nord ha richiamato in patria i propri ambasciatori in Cina, Russia e Nazioni Unite. Il ritorno simultaneo fa immaginare agli analisti che sia per stabilire una nuova strategia per le trattative con gli Stati Uniti — tutti e tre gli ambasciatori hanno lavorato molto in questo senso negli ultimi due anni. Ma dall’incontro potrebbe anche emergere la decisione di sospendere il dialogo. (the Hankyoreh)

Internet

Perché multare i titani di internet non serve a niente, spiegato bene: la Commissione europea ha multato per una terza volta Google in un altro caso di antitrust, per aver limitato la competizione nello spazio delle pubblicità online. La somma della multa è di 1,7 miliardi di dollari. Ma le borse non si sono fatte spaventare, e ieri il valore di Alphabet in borsa è cresciuto del decuplo della multa, 17 miliardi di dollari. (CNBC)

Italia

I carabinieri hanno eseguito 27 arresti con accusa di reati contro la Pubblica Amministrazione e contro l’amministrazione della Giustizia nei confronti di membri di una loggia massonica segreta a Castelvetrano. Tra gli arrestati ci sono anche due ex deputati regionali di Forza Italia e l’ex sindaco del paese. (Ansa)

Il gruppo di potere avrebbe influenzato la politica regionale, e sarebbe stato in grado anche di ottenere informazioni su indagini ancora in corso, attraverso l’ex deputato di Fi Cascio, che avrebbe ottenuto le informazioni da Giovannantonio Macchiarola, all’allora segretario al ministro dell’Interno Alfano. (la Repubblica)

Cult

Tuffatevi negli archivi del New York Times per guardare queste foto delle “lumberjills” e scoprire la storia delle donne che andavano a fare la legna per costruire materiali da guerra a cavallo tra gli anni Trenta e Quaranta. (the New York Times)

Come si spostano i quadri da un museo all’altro? Anche questa è un’arte. (the Guardian)

Benvenuti nel più grande ristorante subacqueo del mondo, inaugurato in Norvegia. (DW)

Dopo una seconda stagione non particolarmente in forma e una pausa di riflessione, torna il prossimo 4 luglio Stranger Things. Netflix ha caricato un primo trailer per la serie tv di culto. (YouTube)

Salute

Sarà presto disponibile negli Stati Uniti il primo antidepressivo specificamente sviluppato per assistere contro la depressione post-partum. Ma essendo gli Stati Uniti gli Stati Uniti — con assicurazioni sanitarie private che drasticamente limitano le cure per salute mentale e benessere emotivo — costa 34 mila dollari. (Vox)

* * *

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! ?

Related

Resta nel nostro radar.

Segui the Submarine su Instagram e Twitter,
iscriviti al nostro canale Telegram
o alla nostra newsletter settimanale gratuita.

Share via