in copertina, foto via Facebook

Questa è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

Con lo spoglio al 10%, Nicola Zingaretti esce saldamente vincitore delle primarie del Partito democratico, con il 63% delle preferenze. Profonda sconfitta per Martina, che si ferma al 24,5%, mentre Giachetti arriva al 12,5%. (la Repubblica)

YouTrend sta seguendo lo spoglio in diretta. (YouTrend)

È notizia anche l’affluenza assolutamente inaspettata, che ha lasciato diversi circoli in difficoltà nel reperire le schede per votare. Alla fine della giornata hanno votato un milione e settecentomila persone — per chiudere, si spera definitivamente, con il renzismo. (Corriere della Sera)

Lo stesso Matteo Renzi si è unito però alle congratulazioni degli altri candidati al nuovo segretario:

“Questa domenica, una bella domenica di democrazia, dice che il popolo, come spesso accade, è più avanti di chi lo dirige, o lo ha diretto finora,” commenta Alessandro De Angelis su HuffPost. “Il senso politico di ciò che è accaduto è che una moltitudine di anime democratiche alla ricerca di un corpo ha chiesto una sinistra capace di corrispondere a un gigantesco bisogno di alternativa, dopo un anno di governo gialloverde.” (HuffPost)

Ma ora che succede? A un anno esatto dal disastroso risultato elettorale del 4 marzo, Zingaretti si trova sulle spalle il difficile compito di rilanciare il partito, all’insegna di due parole d’ordine: unità e cambiamento. (Linkiesta)

Nel suo discorso della vittoria, il segretario eletto ha promesso un partito “verde,” menzionando l’esempio di Greta Thunberg, la giovane ragazza svedese diventata simbolo delle manifestazioni per chiedere alla politica di affrontare il cambiamento climatico. (Lettera43)

Guarda il video completo del discorso di Zingaretti su Facebook.

* * *

Vuoi ricevere Hello, World! tutte le mattine direttamente via email? Sostieni the Submarine e abbonati alla newsletter. In cambio, oltre alla tua rassegna stampa preferita direttamente in inbox, riceverai link e contenuti extra, e la nostra eterna gratitudine.

* * *

Mondo

Una serie di tornado si sono scatenati in Alabama e Georgia, uccidendo quattordici persone. Il vento fortissimo ha strappato alberi lungo il proprio percorso e danneggiato in maniera significativa case e altre strutture. (CNN)

Dal primo comizio di Bernie Sanders possiamo desumere quali saranno le novità della sua campagna elettorale: una rinnovata attenzione ai temi del razzismo e alle necessità della comunità di colore, e una nuova narrativa su se stesso — che contestualizza le proprie posizioni politiche attuali su una vita di contestazione e protesta. (Politico)

Trump, di fatto, ha ammesso che il summit di Hanoi è fallito perché la deposizione di Michael Cohen l’ha messo di cattivo umore. (the Washington Post)

Juan Guaidó dovrebbe tornare oggi in Venezuela, chiamando a raccolta i propri sostenitori per una nuova protesta di piazza. L’autoproclamato presidente ad interim è stato in viaggio in alcuni paesi del Sud America per cercare supporto, ma tornando in Venezuela rischia l’arresto — la Corte Suprema gli aveva vietato di lasciare il paese. (BBC News)

Il presidente algerino Bouteflika ha confermato di volersi candidare per un quinto mandato, nonostante le proteste che vanno avanti nel paese da due settimane. (Al Jazeera)

La dirigente finanziaria di Huawei Meng Wanzhou intende fare causa al Canada, per le supposte irregolarità del proprio arresto. Venerdì le autorità canadesi hanno dato il via libera alla sua estradizione negli Stati Uniti, e questo potrebbe essere un modo per ritardarla. (Politico)

Secondo il ministro al commercio britannico Liam Fox una lunga estensione della scadenza della Brexit sarebbe “impossibile.” Fox non ha escluso che il paese non ottenga un’estensione fino a luglio per terminare i dettagli dell’uscita dall’UE, ma crede che la data del 29 marzo non sia da spostare. (Reuters)

Ieri si sono tenute le elezioni parlamentari in Estonia: il Partito delle riforme (liberale), guidato dall’ex europarlamentare Kaja Kallas, si è assicurato la maggioranza relativa con il 28,8%, ma il dato significativo, un po’ come in tutta Europa, è il consenso più che raddoppiato del partito di estrema destra EKRE, con il 17,8%. (the Guardian)

Italia

Tra citazioni, sbagliate, del duce, “battute” razziste e minacce ai giudici, Villiam Rinaldi è il perfetto candidato della Lega di Salvini (per un paese della provincia reggiana) (la Repubblica Bologna)

La Rai ultra nazionalista era così contenta che Fabio Fazio abbia intervistato il presidente della repubblica francese Macron che non ha annunciato l’intervista nella pubblicità alla puntata di Che tempo che fa. (Corriere della Sera)

Questioni di genere

Secondo un nuovo report della Banca Mondiale, sono soltanto sei i paesi che, in tutto il mondo, garantiscono pari diritti a uomini e donne: Danimarca, Francia, Lettonia, Lussemburgo, Svezia e Belgio sono gli unici paesi che hanno raggiunto il punteggio massimo nell’indice elaborato per misurare la parità di genere. (CNN)

Leggi il report completo sul sito della Banca Mondiale.

Akwaeke Emezi è è la prima autrice trans ad essere nominata tra i finalisti del Women’s prize for fiction, per il suo romanzo d’esordio Freshwater. (the Guardian)

Cult

Questa escape room ispirata a Schindler’s List in Grecia ha scatenato le proteste delle comunità ebraiche locali, che hanno giudicato l’iniziativa trivializzante e de-umanizzante. (DW)

Vi ricordate di ThisPresonDoesNotExist, il sito che generava volti falsi usando intelligenza artificiale? Ecco il naturale sequel: un sito che vi sfida a riconoscere i volti generati dall’intelligenza artificiale rispetto a foto di persone vere. (the Verge)

Gif di RAFIA

Spazio

La capsula Dragon di SpaceX è approdata con successo alla Stazione Spaziale Internazionale. La riuscita del test è un ottimo risultato sia per SpaceX, sia per la NASA. (the Verge)

* * *

Gif di Nina Tsur

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

Se ti piace il nostro lavoro e vuoi sostenerci, abbonati alla newsletter di Hello, World!, la nostra rassegna stampa del mattino.

Se invece vuoi discutere con la redazione, ci trovi su Ogopogo, il nostro gruppo Facebook.

Share via

 

Ti piace il nostro lavoro? Sostienici!

Abbonati alla newsletter

di Hello, World!

 

Ogni mattina, una rassegna di link da leggere, vedere e ascoltare, direttamente nella tua inbox.