Questa è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

Nel corso della giornata di ieri l’umore attorno al processo richiesto per Salvini sul caso Diciotti è molto cambiato: dopo la lettera del ministro al Corriere della sera — di cui vi abbiamo fornito un’agile traduzione in italiano — il governo e il Movimento 5 Stelle hanno cominciato a fare quadrato attorno all’alleato leghista:

In serata Di Maio ha incontrato i senatori della Giunta per le autorizzazioni, che oggi cominceranno a esaminare la questione. (Askanews)

Sempre in serata (o meglio nottata) si sono incontrati Conte, Salvini e Di Maio, ma non è ancora chiaro l’esito del vertice. (Rai News)

Di certo, al momento in cui scriviamo, per la Sea Watch non c’è ancora una soluzione: cinque paesi europei (Germania, Francia, Portogallo, Romania e Malta) avrebbero dato la propria disponibilità per accogliere una parte di questo numero insormontabile di persone (47), ma a quanto pare Salvini “non si fida,” o vorrebbe evitare lo sbarco a Siracusa a tutti i costi. (HuffPost)

Ieri uno dei naufraghi soccorsi sulla nave, dopo 11 giorni di blocco, ha avuto un tracollo nervoso:

E ci sono versioni contrastanti sui pronunciamenti della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, a cui sia Sea Watch sia il governo italiano hanno fatto appello per dirimere la questione. La Corte non ha accolto la richiesta di far sbarcare immediatamente i migranti, ma ha chiesto al governo italiano di fornire adeguata assistenza. (Today)

Secondo la portavoce di Sea Watch Giorgia Linardi, la Corte ha riconosciuto in questo modo una violazione dei diritti umani di cui il governo italiano è responsabile. (Twitter)

“Non abbiamo mangiato e non c’è acqua.” L’attacco di Salvini a quel poco che faceva la macchina dell’accoglienza italiana porta a queste conseguenze. Lo racconta disperata una giovane donna in un messaggio video inviato a padre Giuseppe di Castelnuovo di Porto, raccontando le condizioni impossibili in cui si trova dopo la chiusura del Cara del paese. La ragazza ora starebbe nel Varese. Le deportazioni nel frattempo sono quasi finite, mancano ancora 222 ospiti, che dovrebbero essere distribuiti tra Sprar laziali nelle prossime ore. (la Repubblica)

* * *

Se ti piace il nostro lavoro, sostienici! Abbonati alla newsletter di Hello, World!, costa pochissimo ma ci permette di sopravvivere.

* * *

Mondo

Un’imbarcazione è affondata al largo del Gibuti. I numeri ufficiali parlano di cinque morti, ma ci sono altri 130 dispersi. A dare l’annuncio è stato lo IOM, che conferma le ricerche da parte della gendarmeria del paese siano ancora in corso. (Al Jazeera)

La Corte suprema venezuelana ha approvato una serie di “misure cautelari” ai danni dell’autoproclamato presidente Juan Guaido, tra cui il divieto di lasciare paese e il congelamento dei conti correnti. (teleSUR)

A pochi giorni dall’attentato nella cattedrale di Jolo, nelle Filippine, in cui sono morte 20 persone, una granata lanciata dentro una moschea a Zamboanga ha ucciso 2 persone e ferito 4. Il 21 gennaio un referendum ha approvato a larga maggioranza l’autonomia per la regione di Mindanao, a maggioranza musulmana. (Al Jazeera)

L’altroieri Roger Stone si era offerto di collaborare alle indagini di Mueller sull’ingerenza russa, ma evidentemente non è andata a finire tanto bene. Alla fine l’imbroglione di fiducia dei repubblicani ha deciso di dichiararsi innocente verso tutti e sette i capi d’accusa che vertono contro di lui. (CNN)

La difesa di “El Chapo” ha puntato su una strategia lampo che in sostanza mira a dipingere l’ex signore del narcotraffico come vittima di una grande cospirazione. (LA Times)

Questa volta il governo di Theresa May ha retto, ma è comunque una sconfitta: il parlamento ha confermato il proprio supporto all’accordo per la Brexit, se la Prima ministra riuscirà a strappare all’Unione Europea una soluzione migliore al “backstop” sul confine irlandese. (the Guardian)

È comunque una sconfitta perché letteralmente meno di dieci minuti minuti dopo il voto in parlamento il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk ha dichiarato che non ci sono margini di trattativa: “Il backstop fa parte dell’accordo per l’uscita, e l’accordo non è aperto a rinegoziazione.” (Reuters)

Forse a questo punto sarebbe stata una buona idea approvare l’emendamento di Yvette Cooper per il blocco dell’uscita dall’Unione Europea in caso non sia approvato un accordo. Ma secondo John Rentoul è solo questione di tempo perché la Camera dei comuni accetti la dura realtà: che rimandare la Brexit è comunque meglio di un’uscita no deal. (the Independent)

Il direttore dell’intelligence sudanese ha promesso che “tutti i detenuti” arrestati nel corso delle proteste delle scorse settimane saranno liberati. Ma non ha detto quando saranno liberati — e non si sa nemmeno ancora quante persone sarebbero state arrestate. (Middle East Eye)

Internet

Vi ricordate di Onavo, il VPN di Facebook con cui l’azienda poteva spiare ogni angolo del vostro uso del telefono? Lo scorso agosto Apple aveva rimosso l’app dal proprio App Store — ora Facebook ha iniziato a pagare teenager in segreto in cambio dell’installazione di un VPN, in modo da poterli spiare meglio. (TechCrunch)

Italia

Un’insolita alleanza tra Pd e M5S ha approvato un documento — proposto dal Pd — per lo sfratto immediato di Casa Pound dall’edificio occupato in via Napoleone III, vicino a stazione Termini. (la Repubblica Roma)

All’attacco al proprio ex alleato Salvini ha risposto “Prima gli… stabili pericolanti.” (Giornalettismo)

Milano

Non vorremmo essere nei panni degli studenti di Bresso che oggi si ritroveranno a pranzo Giuseppe Conte, in visita istituzionale in Lombardia. (la Martesana)

Il nostro consiglio regionale è impegnato a legiferare alacremente sui temi più importanti della vita pubblica: per esempio, sulla bandiera ufficiale della Lombardia, la rosa camuna in campo verde. (Milano Today)

Cult

Allora, com’è questo anime sulla vita di Marx prodotto in Cina? Sulla piattaforma di streaming Bilibili sono stati caricati i primi due episodi, visti da 2,8 milioni di persone in meno di 24 ore. (Sixth Tone)

Se masticate il cinese (ma prima o poi ci sarà uno streaming sottotitolato da qualche parte) potete guardarlo qui. (Bilibili)

Ieri vi linkavamo il deepfake interattivo di Salvador Dalí. Ma come procede l’innovazione in una delle tecnologie più creepy degli ultimi anni? Lo lasciamo valutare a voi con questo mash–up di Steve Buscemi su un video di Jennifer Lawrence. (via Twitter)

Va bene l’anime su Marx, ma intanto sono iniziate le riprese per la miniserie sulla vita di Maradona. (Napoli Today)

Parliamone seriamente: Netflix e il binge watching come stanno influenzando la nostra vita sentimentale? (Man Repeller)

* * *

Gif di Ubtech

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

Se ti piace il nostro lavoro e vuoi sostenerci, abbonati alla newsletter di Hello, World!, la nostra rassegna stampa del mattino.

Se invece vuoi discutere con la redazione, ci trovi su Ogopogo, il nostro gruppo Facebook.

Share via

 

Ti piace il nostro lavoro? Sostienici!

Abbonati alla newsletter

di Hello, World!

 

Ogni mattina, una rassegna di link da leggere, vedere e ascoltare, direttamente nella tua inbox.