2   +   4   =  

Questa è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

Contraddicendo i giudici di Palermo e Catania che avevano chiesto l’archiviazione, il tribunale dei ministri di Catania ha chiesto l’autorizzazione a procedere contro Matteo Salvini, accusato di sequestro aggravato di persone e di minori, abuso d’ufficio e arresto illegale. (il Post)

In un videomessaggio, Salvini dichiara di aver “difeso la patria,” e reagisce in preda al panico dicendo che “rischia dai 3 ai 15 anni di carcere, manco fossi uno spacciatore o uno stupratore.” Al ministro non deve essere completamente chiaro che, appunto, l’accusa è di aver rapito delle persone. (Adnkronos / YouTube)

Vi ricordate quando lo scorso agosto pur di fare il bullo Salvini rivendicava che non si sarebbe servito di nessuna protezione parlamentare? Improvvisamente ieri siamo passati a “ora la parola passa al Senato.” Ma il ministro non ha ovviamente nessuna paura. (la Repubblica)

Secondo un retroscena del Corriere della Sera, in cui il “Capitano” appare come un serio e onesto statista spaventato dall’odio nei suoi confronti, la tentazione di rifiutare l’immunità parlamentare e farsi processare ci sarebbe. “Ma voglio dormirci sopra.” (Corriere della Sera)

Rifiutare l’immunità sarebbe tra le altre cose togliere da un bell’impaccio l’alleato di governo, che magari non se lo ricorda ma aveva nel programma elettorale di “Intervenire su quelle prerogative che oggi sottraggono deputati, senatori e ministri dall’applicazione della giustizia.” (Giornalettismo)

Qualcuno, in effetti, se lo ricorda: ci sarebbe una fronda di senatori 5 stelle già pronti a votare a favore del sì. (Adnkronos)

Intanto arriva sulla testa del governo anche il rapporto di monitoraggio del Consiglio d’Europa, che esprime preoccupazione per un aumento dell’incitamento all’odio da parte dei politici e di razzismo e xenofobia nel discorso pubblico e sui media. (ANSA)

* * *

Ridendo e scherzando, la newsletter di Hello, World! ha compiuto un anno: se vuoi farci un regalo, abbonati!

* * *

Mondo

Nicolas Maduro ha ordinato la chiusura dell’ambasciata e dei consolati venezuelani negli Stati Uniti, accusando Donald Trump di essere dietro il “pupazzo” Juan Guaido. (teleSUR)

In tutta risposta, gli Stati Uniti — per bocca di John Bolton — hanno detto che cercheranno di bloccare le sue fonti di finanziamento. (Sky News)

Dal canto suo, Guaido ha suggerito la possibilità di un’amnistia per Maduro, se accetta di cedere il potere. Ma l’erede di Chavez può contare ancora sul supporto di Cina, Russia, Turchia, Messico e Iran. (BBC News)

Jean Wyllys, il primo e unico deputato brasiliano apertamente gay — amico personale di Marielle Franco, l’attivista uccisa a Rio lo scorso marzo — ha annunciato di aver lasciato il lavoro e il paese, in seguito alle sempre più numerose minacce di morte ricevute nel corso dell’anno. (the Guardian)

L’amministratore delegato di Airbus — azienda che nel Regno Unito dà lavoro in totale a 14 mila persone — ha pubblicato un video in cui mette in guardia dai rischi di una Brexit senza accordo, esortando i cittadini britannici a “non ascoltare la follia dei sostenitori della Brexit.” (BBC News)

Il segretario al Commercio statunitense Wilbur Ross ha dichiarato che “non capisce perché” molti dipendenti statali non pagati durante lo shutdown del governo si riducano a mettersi in fila per raccogliere alimenti gratuiti, quando potrebbero chiedere un prestito da una banca. L’ultima volta che vi abbiamo parlato di Ross non si capiva dove avesse messo 2 miliardi di dollari. (Roll Call / Forbes)

In risposta ai tentennamenti di Cohen, che dice di essere stato minacciato di Trump per non testimoniare davanti al comitato del Senato, all’ex avvocato del presidente è stato inviato un mandato di comparizione. Cohen deporrà entro metà febbraio. (CNN)

Secondo il nostro finanziatore George Soros (scherziamo eh), Xi Jinping è il nemico più pericoloso per tutti coloro che credono in una società aperta. Il finanziere e filantropo l’ha detto al forum di Davos, riferendosi al sistema di “ranking” per i cittadini che il governo cinese sta mettendo a punto. (CNBC)

Internet

Il Wall Street Journal ha pubblicato una lettera di Mark Zuckerberg in cui il fondatore di Facebook sostiene che non ci fidiamo di Facebook perché non capiamo come funziona. Se avevate speranze di un cambio di direzione per il servizio, potete pure archiviarle. (the Wall Street Journal)

Italia

La nave Sea-Watch 3 è da sei giorni in mare senza un porto sicuro a cui approdare. A bordo ci sono 47 persone che hanno bisogno di assistenza, e le condizioni meteorologiche stanno peggiorando:

“Dobbiamo cambiare le scelte sbagliate che sta facendo questo governo. Dobbiamo riempire la piazza, dobbiamo dare voce e parola al lavoro.” Il Congresso della Cgil si è concluso con il prevalere della mozione unitaria, e Maurizio Landini è stato nominato segretario con il 92,7% dei sì. (ANSA)

A tre anni esatti dalla scomparsa di Giulio Regeni, non c’è traccia di verità, né di giustizia, per il ricercatore torturato e ucciso al Cairo. Simone Fontana ricostruisce su Wired a che punto sono le indagini.

Milano

Astaldi, una delle ditte che lavorano a M4, è in grave crisi. Ma questo non dovrebbe significare problemi o ritardi effettivi nella realizzazione dell’opera. (Reuters Italia)

Più di due anni dopo il crollo del cavalcavia di Annone (LC), in cui morì un automobilista, a sei persone è stata inviata la notifica di chiusura delle indagini — e dunque rischiano il processo. (Corriere della Sera Milano)

Stamattina alle 6:45 si è svolta invece la commemorazione per l’anniversario del deragliamento del treno Cremona-Milano a Pioltello, che costò la vita a tre persone. (la Stampa)

Cult

La polizia tedesca ha sequestrato tre dipinti ad acquerello falsamente attribuiti a Hitler. (BBC News)

È stato presentato in anteprima al Sundance Film Festival il documentario HBO su Theranos, uno dei flop più clamorosi della storia della Silicon Valley. (TechCrunch)

Lo sapevate? Marie Kondo è anche un manga. (Fumettologica)

Problema: che cosa facciamo di tutte le svastiche giapponesi — parte della tradizione locale, completamente scollegate al loro uso, capovolto, da parte dei nazisti — in vista delle Olimpiadi del 2020? (the Outline)

Giornalismi

Dopo Ristora, anche la multinazionale del farmaco Menarini ha deciso di ritirare le proprie inserzioni da Libero. (Lettera 43)

* * *

Gif di Ethan Barnowsky

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

Se ti piace il nostro lavoro e vuoi sostenerci, abbonati alla newsletter di Hello, World!, la nostra rassegna stampa del mattino.

Se invece vuoi discutere con la redazione, ci trovi su Ogopogo, il nostro gruppo Facebook.

Share via

 

Ti piace il nostro lavoro? Sostienici!

Abbonati alla newsletter

di Hello, World!

 

Ogni mattina, una rassegna di link da leggere, vedere e ascoltare, direttamente nella tua inbox.