Questa è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

Con un preavviso di sole 48 ore, e dopo un blitz dell’esercito, sarà chiuso il Cara di Castelnuovo di Porto, il secondo più grande d’Italia. Tutti i migranti verranno deportati in altre regioni — ma non si sa in quali strutture. (Rai News)

Si rompe così ogni tentativo di integrazione, a scuola per i bambini, ma sul territorio per tutti. In nome di “smontare il business dell’accoglienza,” come ammette lo stesso ministro dell’Interno — ovvero, lasciare a casa 120 lavoratori tra medici, psicologi, mediatori e insegnanti. (Corriere della Sera Roma)

(A livello nazionale, “smontare il business,” vuol dire far perdere il lavoro a 10 mila persone) (Giornalettismo)

Il ministro dice anche che “nessuno resterà per strada,” ma mente, perché le 150 persone titolari di protezione umanitaria perdono il diritto alla prima accoglienza secondo il dl “sicurezza” — e quelle persone, sì, eccome, che resteranno per strada. (la Repubblica)

Il ministro ha sentito anche di doversi difendere dalle accuse di nazismo, accuse assolutamente non giustificate, figuriamoci. (il Messaggero)

“Oggi abbiamo assistito a una brutta pagina dell’Italia.” Nel pomeriggio si è svolta una passeggiata pacifica per protestare contro la chiusura del Cara. Il sindaco di Castelnuovo di Porto Travaglini conferma di non essere stato informato del motivo della chiusura. (la Repubblica tv)

Secondo Matteo Orfini, presidente del Pd, si tratta di una “vera e propria deportazione, che dimostra quanto le norme volute da questo governo siano disumane e razziste.” (Sky TG24)

Oggi interverrà al riguardo in aula di Montecitorio il parlamentare PD Roberto Morassut, secondo cui “si tratta di un’offesa alla comunità civile e alla radice cristiana della città.” (askanews)

“Alcuni sono titolari di permessi di soggiorno, altri senza carta d’identità. Tutti dovranno affrontare un nuovo viaggio senza meta. Questa volta, però, il viaggio avverrà in uno dei paesi fondatori dell’Europa. Quella stessa Europa fondata sui valori e sui principi di solidarietà e di riconoscimento dei diritti universali dell’uomo.” Leggi il comunicato stampa dell’amministrazione comunale di Castelnuovo di Porto, riportato sul blog di Giuseppe Civati.

Aiutiamoli, a casa loro:

* * *

Vuoi ricevere Hello, World! tutte le mattine direttamente via email? Sostieni the Submarine e abbonati alla newsletter. In cambio, oltre alla tua rassegna stampa preferita direttamente in inbox, riceverai link e contenuti extra, e la nostra eterna gratitudine.

* * *

Mondo

A 56 anni dalla firma del trattato dell’Eliseo tra De Gaulle e Adenauer, Macron e Merkel hanno firmato un nuovo accordo di cooperazione franco-tedesco, il trattato di Aachen (Aquisgrana). I nazionalisti di entrambi i paesi non l’hanno presa bene — in Francia qualcuno ha addirittura diffuso la teoria del complotto che con il trattato la Germania acquisterà la sovranità sull’Alsazia-Lorena. (DW / Financial Times)

L’obiettivo dichiarato è quello di rafforzare l’Unione europea attraverso il consolidamento dell’alleanza tra i suoi due stati membri più importanti, ma a molti — non solo tra i nazi-populisti — sembra più una specie di scissione, o tutt’al più una mossa elettorale in vista delle Europee. (HuffPost)

Che la coesione europea non sia al suo massimo lo dimostra anche la decisione della Germania di abbandonare la missione Sophia, la timida operazione militare di soccorso e di contrasto ai trafficanti nel Mediterraneo. Per Salvini, la cui “linea dura” viene addotta come causa del ritiro, “non è un problema,” ma questo significa che ci saranno ancora meno mezzi in quel tratto di mare. (la Repubblica)

La polizia sudanese ha di nuovo aggredito centinaia di persone che stavano protestando nel corso della notte nella capitale Khartoum. Testimoni denunciano l’uso di gas lacrimogeno sulla folla. (Al–Araby Al–Jadeed)

Non va tanto meglio in Zimbabwe, da giorni scosso da proteste per l’aumento del prezzo del carburante. Un gruppo di monitoraggio per i diritti umani ha denunciato l’uso “sistematico” della tortura da parte dell’esercito nella repressione delle manifestazioni. (BBC News)

Presentando il nuovo World Report, Human Rights Watch ha sottolineato la situazione drammatica per i diritti umani in Egitto e Arabia Saudita. Inoltre, molti altri paesi della regione, tra cui anche il Bahrain e il Marocco, hanno posto dure limitazioni sui visti, impedendo l’accesso degli esperti di HRW. (Middle East Eye)

La corte suprema statunitense ha lasciato passare la messa al bando delle persone transgender dall’esercito annunciata un anno e mezzo fa da Trump. Il Pentagono ha rilasciato una nota allarmata sottolineando che il divieto non prevede la messa al bando di tutte le persone transgender, ma le barriere sono altissime — e senza nessun motivo. (CNN)

Intanto, con lo shutdown in corso da più di un mese, anche la stessa Casa bianca si è arenata, incapace di affrontare qualsiasi problema che non sia la costruzione del muro. (the New York Times)

Gif di Luis Prado

Lunedì Rudy Giuliani, l’avvocato di Trump, diceva che la proposta per una Trump Tower a Mosca era “nei primissimi stadi,” e che “non c’era ancora nessun progetto.” Ieri BuzzFeed News ha pubblicato un articolo di Azeen Ghorayshi con tutti i documenti del progetto, compresi rendering avanzati della torre.

Tra chi inizia a fare scorta di pezzi e risorse in caso di blocco dei porti e chi proprio lascia il paese — come Sony, che sposterà i propri uffici da Londra ad Amsterdam — le aziende sono nel panico più totale mentre la Brexit si avvicina senza soluzione. (the Guardian)

Internet

È facile dire “cancella Facebook” o “boicotta Amazon,” ma nel mondo reale è molto più complicato: non vanno boicottati, vanno regolamentati. La prima puntata di una serie su come fare a meno dei giganti di internet, firmata da Kashmir Hill, è su Amazon. (Gizmodo)

Italia

È indagato per peculato Giuliano Pazzaglini, sindaco di Visso e senatore leghista, nel contesto di un’inchiesta su una raccolta di denaro a favore dei commercianti del suo comune, colpito dal terremoto in Centro Italia. La procura ha messo sotto sequestro 10 mila euro dal suo conto corrente. (Fanpage)

Il caso ormai decennale del ricatto degli Stati Uniti degli acquisti degli F35 continua: il governo rallenta la spesa, ma conferma l’acquisto di altri 90 caccia. (Next Quotidiano)

I 140 migranti a bordo della Lady Sham, rimasto al largo della Libia per circa 24 ore tra le proteste dei naufraghi soccorsi che non volevano essere riportati indietro, alla fine sono stati fatti sbarcare e portati in un centro di detenzione. A bordo c’erano anche donne e bambini, in condizioni di salute critiche. (Corriere della Sera)

L’UNHCR e perfino l’OIM continuano a ripetere invano che la Libia non è un paese sicuro per l’incolumità dei migranti:

Nel frattempo, la Sea-Watch 3, con 47 persone a bordo, è in mare da 4 giorni in attesa di un porto sicuro in cui sbarcare.

È arrivato nella notte l’accordo per la segreteria della Cgil: sarà Maurizio Landini il prossimo segretario, Vincenzo Colla il suo vice. La decisione dovrà essere ora confermata dai delegati al Congresso. (la Repubblica)

Milano

Le nuove metro di Milano sono viziate dal grande ruolo dei privati nella loro costruzione: sarebbe a causa di questa invadenza dei privati, ad esempio, che la connessione tra M3 e M4 rischia di essere così inusuale. (Urbanfile)

Sempre parlando di metro: procedono i lavori nel cantiere della M1 a Sesto, dove la fermata Restellone dovrebbe venire aperta prima dell’estate. (Corriere della Sera Milano)

Evviva!, sul podio delle città più inquinate d’Italia ci sono solo capoluoghi lombardi, nell’ordine: Brescia, Lodi e Monza. Milano è sesta. (Milano Today)

Cult

Questi 16 meme — ad esempio Trololo guy — nel 2019 compiranno dieci anni e sì, ci sentiamo vecchissimi anche noi. (BuzzFeed)

Un test del DNA effettuato su un parente di Rudolf Hess ha smentito la teoria del complotto secondo cui l’ex vice di Hitler sarebbe stato rimpiazzato da un sosia nella prigione di Spandau. (the Guardian)

Zuo Ye, la modella dello spot razzista di Dolce & Gabbana finito al centro delle polemiche poche settimane fa, ha detto che quello scandalo ha quasi distrutto la sua carriera. (BBC News)

Sono uscite le nomination agli Oscar: Roma e La Favorita hanno fatto incetta, con dieci (!) nomination ciascuno, ma tra i film da tenere d’occhio ci sono anche Black Panther, A Star Is Born e Vice. (Variety)

Fondo del barile

Quante storie per Lino Banfi nominato da Di Maio nella Commissione italiana all’Unesco: su Facebook sta già facendo un ottimo lavoro di divulgazione culturale.

A noi comunque piace ricordarlo così. (Renzo Arbore / Instagram)

* * *

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

in copertina, foto via Twitter

Se ti piace il nostro lavoro e vuoi sostenerci, abbonati alla newsletter di Hello, World!, la nostra rassegna stampa del mattino.

Se invece vuoi discutere con la redazione, ci trovi su Ogopogo, il nostro gruppo Facebook.

Share via

 

Ti piace il nostro lavoro? Sostienici!

Abbonati alla newsletter

di Hello, World!

 

Ogni mattina, una rassegna di link da leggere, vedere e ascoltare, direttamente nella tua inbox.