in copertina, grab da Quarta Repubblica, via Twitter

Questa è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

È ufficiale: Toscana, Emilia-Romagna e Umbria hanno deliberato il ricorso alla Consulta contro il dl “sicurezza.” Il Piemonte ha annunciato che seguirà presto, e Calabria, Lazio e Basilicata stanno valutando la situazione. (la Repubblica)

Secondo l’articolo 127 della Costituzione, le Regioni hanno 60 giorni di tempo dalla pubblicazione di una legge per contestarne la costituzionalità di fronte alla Corte. (il Post)

La mossa delle regioni segue la “rivolta” dei sindaci che, a partire da Leoluca Orlando, si erano impegnati nei giorni scorsi a non applicare la legge — ma la sposta sul piano legale e istituzionale. Secondo il presidente dell’Emilia-Romagna Bonaccini, “le leggi non si disapplicano ma si contrastano nelle sedi opportune, per cambiarle.” (Bologna Today)

Enrico Rossi, presidente della regione Toscana, ha spiegato così le ragioni del ricorso: “Innanzitutto l’articolo 1 del decreto Salvini, quello dove si elimina la protezione umanitaria, perché pensiamo che questo sia un modo per aumentare il numero degli irregolari e quindi non consentirci di svolgere fino in fondo il nostro ruolo previsto anche dalla Costituzione di assistere in maniera universalistica le persone che sono sul nostro territorio sia sotto il profilo delle cure che dell’assistenza sociale essenziale, un tetto, un piatto di minestra calda per le necessità alimentari, l’istruzione come diritto fondamentale; l’altro articolo è il 13, che eliminando l’iscrizione anagrafica rende invisibili queste persone, spariscono, non sappiamo dove cercarle e come poterle assistere.” (Adnkronos)

“Come Regione non abbiamo competenze dirette sulla gestione dell’accoglienza, ma le abbiamo certamente sul sistema sanitario e se a una persona viene negato l’accesso ai servizi sanitari di base come causa della mancata iscrizione all’anagrafe è chiaro che è un problema, nonché una violazione dei diritti fondamentali,” ha ribadito Elisabetta Gualmini, vicepresidente della giunta di Bonaccini, con delega al welfare. (Ravenna Notizie)

A Milano ieri un centinaio di attivisti del coordinamento No Cpr hanno tenuto un presidio davanti a palazzo Marino, per protestare contro il decreto sicurezza e la riapertura del centro di via Corelli. (la Presse)

Il 19 gennaio al Teatro Verdi si terrà un’assemblea generale del coordinamento, per decidere le prossime tappe della mobilitazione. (Evento Facebook)

In migliaia sono scesi in piazza anche a Genova, per chiedere che il comune si schieri al fianco dei sindaci che hanno dichiarato opposizione al decreto. “Non esiste un’emergenza sicurezza e accogliere chi scappa dalla fame, dalla guerra e dalla povertà non è assolutamente in contrasto con il risolvere i problemi del nostro Paese. Genova è stata sempre una città aperta e ospitale.” (Genova24)

* * *

Contro il razzismo istituzionale, sempre: se pensi che il nostro lavoro abbia un senso, sostienici abbonandoti alla newsletter di Hello, World!.

* * *

Mondo

Il presidente della Banca Mondiale Jim Yong Kim ha annunciato le proprie dimissioni, con tre anni di anticipo rispetto alla scadenza naturale del suo mandato. (CNBC)

La diciottenne saudita Rahaf al-Qunun, fuggita dalla propria famiglia e bloccata in Thailandia sabato scorso, ha potuto lasciare l’aeroporto di Bangkok sotto la protezione dell’UNHCR. (BBC News)

Si è consegnato alla polizia Cristophe Dettinger, il pugile professionista che durante le proteste dei gilet gialli ha aggredito a pugni tre poliziotti. Ora rischia fino a cinque anni di carcere e una multa di 75 mila euro. (le Monde)

Sette anni fa, la Lega Araba e il Consiglio di cooperazione del Golfi avevano sospeso e interrotto rapporti con la Siria di Assad. Oggi, con l’aiuto di Russia e Turchia, Assad ha praticamente vinto la guerra. Quali saranno le conseguenze per le politiche della regione? (Arab News)

Trump terrà un discorso alla nazione questa sera — in Italia, alle 3 di notte. Non si sa ancora se dichiarerà l’emergenza nazionale per usare fondi militari per costruire il muro, o se si “limiterà” a fare ulteriore terrorismo psicologico contro i migranti. In entrambi i casi, le tensioni sullo shutdown del governo sono solo destinate a esacerbarsi. (CNN)

Il leader nordcoreano Kim Jong-un sta visitando la Cina in vista del proprio quarto summit con il presidente Xi Jinping. Secondo l’analista Harry J. Kazianis per Kim lo scopo del summit è mostrare a Washington e Seoul che il paese ha altre opzioni per lo sviluppo economico. (Reuters)

Questo poliziotto dell’Arkansas è stato licenziato perché ha sparato a un chihuahua, a suo dire “aggressivo.” (the Washington Post)

Italia

Un giornalista e un fotografo dell’Espresso sono stati aggrediti a calci e schiaffi dai neofascisti riuniti per commemorare al cimitero del Verano, a Roma, gli omicidi di Acca Larentia. Tra gli assalitori c’era anche il capo romano di Forza Nuova Giuliano Castellino, in piena infrazione del regime di sorveglianza speciale a cui è sottoposto. Le forze dell’ordine avrebbero assistito a debita distanza all’aggressione senza intervenire. (l’Espresso)

Non vi sarà sfuggito che Salvini indossa spesso e volentieri le divise delle varie forze dell’ordine. Anche il coordinatore sindacale USB dei Vigili del Fuoco Costantino Saporito se n’è accorto, e per questo ha deciso di denunciare il ministro per uso improprio della divisa. (il Post)

Gif di Gifastic

10 paesi europei — tra cui l’Italia, anche se Salvini continua a negare — hanno dato la loro disponibilità a dividere il pesantissimo carico di accogliere le 49 persone a bordo delle navi di Sea Watch e Sea–Eye. Tutti i paesi chiedono che i migranti siano fatti sbarcare a Malta, ma La Valletta pretende, in cambio, che i paesi accettino la redistribuzione di altri 249 migranti. (ANSA)

Nel frattempo sulle due navi la situazione si fa sempre più critica, e alcuni migranti stanno iniziando a rifiutare il cibo. (Sea Watch, via Twitter)

Oggi è previsto un vertice europeo per cercare di sciogliere l’emergenza, creata completamente artificialmente dall’Europa stessa. (Rai News)

Un’emergenza artificiale, perché i porti chiusi millantati da Salvini non sono chiusi. Dal 21 dicembre, quando le persone sono state soccorse dalla Sea Watch 3, sulle coste italiane sono sbarcate 165 persone. La chiusura dei porti sembra essere insomma discriminatoria, solo per le ong. (Internazionale)

Si è saputo soltanto ieri della morte, avvenuta un mese fa in circostanze non chiarite, di Giovanni Francesco Asperti, 50 anni, originario di Bergamo, combattente in Siria al fianco delle milizie curde YPG. (Fanpage)

Il ministro del Lavoro Di Maio ha dichiarato il proprio supporto ai gilet gialli, creando un piccolo caso internazionale. Di Maio ha offerto ai contestatori francesi “alcune funzioni di Rousseau,” il forum online che il suo partito usa per organizzare riunioni e tenere sondaggi. (Corriere della Sera)

Secondo Maurizio Del Conte, attuale presidente dell’Anpal, l’Agenzia che si occupa delle politiche attive sul lavoro, le aziende potranno fare abuso del sistema del reddito di cittadinanza semplicemente chiedendo ai candidati già individuati di iscriversi ai centri per l’impiego, in modo da assicurarsi le mensilità rimanenti del sussidio. (Next Quotidiano)

A Roma è morto un senzatetto travolto da un’automobile. L’autista non si è fermato, ma ci sarebbero filmati di telecamere in zona che dovrebbero permetterne l’identificazione. (la Repubblica Roma)

Milano

Qualcuno ha scritto degli slogan antirazzisti – piuttosto arrabbiati – sulle mura quartiere generale-bunker della Lega, in via Bellerio. (la Repubblica Milano)

Sempre utile: l’elenco delle biblioteche aperte fino a tardi a Milano. (Mentelocale)

Questioni di genere

Una donna dell’Arizona, in stato vegetativo da 14 anni, ha partorito all’improvviso. Il caso solleva delle domande sulle molestie all’interno degli ospedali, ai danni di pazienti spesso inermi. (Vox)

Cult

Dagli etruschi alla dentiera di George Washington, breve storia delle protesi dentarie. (Gizmodo)

Voi aprireste la porta se vi suonasse al campanello un orso? È successo in Florida. (Boing Boing)

Una classifica dei migliori meme su Alexandria Ocasio-Cortez che balla Listzomania. (Dazed)

Meditation è un nuovo servizio che vi permette di giocare a un brevissimo gioco diverso, tutti i giorni, per rilassarvi qualche minuto. (Hyperallergic)

Giornalismi

L’agenzia di stampa Askanews rischia la chiusura, mettendo in pericolo il lavoro di 100 giornalisti e poligrafici, perché Palazzo Chigi non ha pagato 5 milioni di euro per prodotti e servizi offerti tra 2017 e 2018. Ma com’era la storia di Di Maio che “Non accadrà più che un’azienda rischi il fallimento per colpa dello Stato”? (Giornalettismo)

Fondo del barile

Ieri la maggior parte dei giornali ha rilanciato la notizia che il vicesindaco di Trieste, che si era vantato di aver buttato le coperte di un senzatetto in un cassonetto, sarebbe stato multato di 450 euro per averle buttate nel cassonetto sbagliato. (la Repubblica)

Purtroppo, non è così:

* * *

Gif di Stalebagel

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

Unisciti a Ogopogo, il nostro gruppo su Facebook, per discutere con la redazione.
No more articles
Share via