I regali di Natale della legge di bilancio

https://thesubmarine.it/wp-content/uploads/2018/12/santa-roof-e1545640010404.jpg

in copertina, il presidente del consiglio Roofi, via Facebook

Questo è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

Niente da fare, a Di Maio piacciono proprio tanto gli elenchi scritti a mano. (HuffPost)

(La maggior parte dei giornali, in organico ridotto per le ferie, si limita a riprenderlo senza spiegare che, anche questa volta, si tratta di una lettura estremamente parziale e tendenziosa delle misure contenute nella manovra. È così che si amplifica la propaganda: copiando i meme diffusi dal governo su una legge invece di spiegarne i contenuti.)

Per esempio: nel foglio di Di Maio non si trova notizia di questo emendamento del M5S che stabilisce una deroga per l’iscrizione agli ordini professionali sanitari di chi non possiede i titoli necessari, ma ha lavorato almeno 36 mesi negli ultimi 10 anni. (la Repubblica)

Dalla creazione di una fondazione “per lo sviluppo sostenibile” a Taranto, come contentino dopo il disastro di Di Maio sull’Ilva, ai fondi investiti sicuramente per coincidenza nelle materie di interesse alla Casaleggio associati, passando per le mance all’agricoltura — tutti i regali messi sotto l’albero dalla manovra. (Next Quotidiano)

Tra i regali il più clamoroso è quello della proroga sulle concessioni balneari. Angelo Bonelli, dirigente dei Verdi, lancia l’allarme: “Salveranno le costruzioni abusive e daranno altre licenze per cementificare.” Lo stato rinvierà la messa a gara delle concessioni di 15 anni, e incassa solo 103 milioni “a fronte di un’evasione del 50%.” (la Repubblica)

Il presidente della commissione antimafia Nicola Morra (M5S) ha invece lanciato l’allarme sulla norma che fa passare da 40 mila a 150 mila la soglia per poter fare appalti senza gara. “Si sottovaluta il rischio di favorire le organizzazioni mafiose.” (il Fatto Quotidiano)

Chi non avrà sconti e regali, invece, sono i cittadini extra-comunitari che lavorano e pagano le tasse regolarmente nel nostro paese: dal primo gennaio dovranno pagare l’1,5% in più sui trasferimenti in denaro all’estero. “Una tassa punitiva e xenofoba,” commenta Carlo Petrini. (la Repubblica, dietro paywall)

In una nota congiunta Cgil, Cisl e Uil preannunciano una mobilitazione unitaria “che culminerà in una manifestazione nazionale a gennaio.” Secondo i tre sindacati la manovra “nega al paese una prospettiva di rilancio.” (HuffPost)

Anche il segretario del Pd Martina ha convocato una manifestazione per sabato 29 dicembre, di fronte a Montecitorio, un presidio “per la democrazia e l’Italia.” (Rai News)

* * *

Se ti piace il nostro lavoro, sostienici! Clicca qui per abbonarti alla newsletter di Hello, World!

* * *

Mondo

Il bilancio delle vittime dello tsunami che ha colpito lo stretto di Sonda è salito a 281, ma i soccorsi devono ancora raggiungere tutte le aree colpite. I danni maggiori si sono registrati nell’area di di Pandeglang, sull’isola di Giava. (the Guardian)

Ad aver causato lo tsunami è stata probabilmente una frana dovuta all’eruzione del vulcano Krakatoa, ed è per questo che non è stato possibile diramare un allarme per tempo con i sistemi di monitoraggio attivi in Indonesia. (National Geographic)

L’ipotesi della frana troverebbe conferma nelle immagini satellitari:

13 persone in totale sono state arrestate dalle autorità marocchine per l’omicidio delle due studentesse Maren Ueland e Louisa Jespersen. Uno dei sospetti ha già scontato in passato due anni di carcere per attività connesse al terrorismo. (CNN)

Le due persone fermate con il sospetto di aver fatto volare un drone nei pressi di Gatwick sono state rilasciate senza accuse, e la polizia comincia a considerare l’ipotesi che non ci sia stato nessun drone. Eppure, i resti di un drone danneggiato sono stati trovati vicino al perimetro dell’aeroporto. (BBC News)

Furibondo per il caos lasciato dall’annuncio delle dimissioni del segretario alla Difesa James Mattis, Trump lo ha licenziato con uscita il primo dell’anno — due mesi prima di quanto Mattis si era offerto di rimanere. (the New York Times)

Dalla Siria allo shutdown del governo per il muro col Messico la seconda metà della presidenza Trump si preannuncia ancora più pericolosa per il mondo, scrive la redazione del Guardian. (the Guardian)

È guerra aperta tra i sostenitori di Bernie Sanders e Beto O’Rourke, possibili candidati alle primarie democratiche che si apriranno il prossimo giugno. Un’anticipazione di fine anno su come il partito riuscirà a perdere di nuovo contro Donald Trump, di questo passo. (NBC News)

The Intercept pubblica una lettera di Billie Winner–Davis, madre di Reality Winner, la specialista dell’intelligence in carcere per aver reso pubblico un documento dell’NSA che testimoniava i tentativi di hacking russi nelle elezioni statunitensi del 2016. Winner–Davis sottolinea come chi si è effettivamente macchiato di collaborare con spie russe stia ricevendo pene più leggere di sua figlia, colpevole solo di aver rivelato la verità. (the Intercept)

Siete pronti al 2019? Preparatevi con il calendario di Bloomberg delle prossime crisi internazionali. (via il Post)

Internet

Questo progetto di Facebook per “ridurre contenuti tossici” è stato bloccato dal vice presidente Joel Kaplan, ex assistente alla Casa bianca di Bush figlio e conservatore capo dell’azienda, a cui, evidentemente, i contenuti tossici piacciono molto. (the Wall Street Journal, via Outline)

Italia

La procura di Locri ha chiuso le indagini sui presunti illeciti nel sistema di accoglienza a Riace, contestando all’ex sindaco Mimmo Lucano anche i reati di associazione per delinquere, truffa, falso, concorso in corruzione, abuso d’ufficio e malversazione. “Sono tranquillo con la mia coscienza perché non ho fatto niente, anzi ho cercato di aiutare umanamente e non mi sono approfittato di nulla neanche sul piano economico,” ha commentato Lucano. (la Gazzetta del Sud)

E per protestare contro la decisione del Comune di Milano di conferire a Lucano la cittadinanza onoraria, i fascisti di CasaPound hanno appeso uno striscione di fronte a Palazzo Marino. (Corriere della Sera Milano)

A Monterotondo (Roma) un bambino di due anni è morto e il suo gemello è ricoverato in gravi condizioni in seguito a una circoncisione praticata in casa non da un medico. La madre dei due bambini è una donna nigeriana ospite del circuito Sprar. (la Repubblica Roma)

La smettiamo con la retorica dei giovani mammoni che non se ne vanno via di casa perché sono pigri? (TPI)

Dire messa coi soldi delle offerte in Svizzera? È l’accusa rivolta ad Alessandro Menzio, ex parroco della Gran Madre di Torino, che in trent’anni di servizio aveva messo da parte 2,4 milioni di euro. (la Stampa Torino)

Gif di Nikolar.

Cult

A Pompei è stato fatto un eccezionale ritrovamento archeologico: un cavallo bardato, appartenuto probabilmente a un comandante o ad un alto magistrato militare. (la Repubblica Napoli)

Qual è il programma televisivo più googlato al mondo nel 2018? La serie cinese Yanxi Palace, nonostante Google sia bloccato in Cina. (BBC News)

Le dieci storie di scienza “strana” più strane dell’anno, raccolte da Angela Chen: dalla fascinazione degli scarafaggi per le orecchie umane agli ombrelloni che impalano le persone. (the Verge)

Space X ha completato con successo la sua ultima missione del 2018 mandando in orbita un nuovo satellite per il GPS. (TechCrunch)

Giornalismi

I dieci articoli più letti sul sito della BBC nel 2018.

Non solo si è inventato il contenuto di parecchi reportage: Claas Relotius, ex giornalista dello Spiegel, avrebbe anche organizzato una finta raccolta fondi a favore di due bambini siriani, tenendo i soldi per sé. Il settimanale gli ha fatto causa. (DW)

* * *

Hello, World si dà alla macchia per scansare il pranzo con i parenti. Ci rivediamo qui giovedì 27 dicembre. Buone feste! 👋

Se ti piace il nostro lavoro e vuoi sostenerci, abbonati alla newsletter di Hello, World!, la nostra rassegna stampa del mattino.

Se invece vuoi discutere con la redazione, ci trovi su Ogopogo, il nostro gruppo Facebook.

Related

Share via

 

Ti piace il nostro lavoro? Sostienici!

Abbonati alla newsletter

di Hello, World!

 

Ogni mattina, una rassegna di link da leggere, vedere e ascoltare, direttamente nella tua inbox.