In copertina, l’inceneritore di Quarto Inferiore (Bologna), via Flickr

Questo è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

Oggi la trinità del governo (Conte, Salvini, Di Maio) si riunirà a Caserta per firmare un piano d’azione per il contrasto ai roghi di rifiuti. Ma tra Lega e M5S continua la lite sul tema degli inceneritori, che per Salvini restano indispensabili. (Rai News)

Ma quanti sono oggi gli inceneritori — o termovalorizzatori — in Italia? Ed è vero che ne servono molti di più? A quanto pare, no. (la Repubblica)

Secondo il ministro dell’ambiente Costa, gli inceneritori sono “il fallimento del ciclo integrato.” (AGI)

Ma perché a Salvini piacciono tanto? Vincenzo Iurillo sul Fatto Quotidiano accusa il ministro di conflitto di interessi, perché possiede una quota di azioni in A2A, la municipalizzata milanese che avrebbe mire sulla costruzione di un nuovo inceneritore a Napoli. (Next Quotidiano)

Nel 2016, tra l’altro, la Lega era in prima linea a fare campagna elettorale contro la costruzione di un nuovo termovalorizzatore in Umbria, voluta dal governo Renzi. “Sulla salute non si scherza, ci sono in ballo posti di lavoro, c’è in ballo la salute di tanti figli,” diceva allora Salvini. (la Repubblica)

Oggi, invece? “C’è un sistema di termovalorizzatori sicuri,” dice il ministro, aggiungendo che “alcuni all’estero hanno piste da sci e musei.” (Metro)

(Abbiamo controllato, ed è quasi vero: una pista da sci è prevista nel progetto di un inceneritore all’avanguardia in costruzione a Copenhagen. (the Guardian)

Sport invernali a parte, il governo dovrà riuscire a trovare un’intesa, ma per il momento sembra più diviso che mai. Il Movimento 5 Stelle non solo non ha intenzione di costruire nuovi inceneritori, ma vorrebbe chiudere anche quelli già esistenti, soprattutto al Nord, come ha rilanciato il senatore Paragone. (la Stampa)

Non ci sono solo i grillini a opporsi a un sistema di smaltimento centrato sugli inceneritori, o termovalorizzatori che dir si voglia. Secondo Monica Frassoni, co-presidente del partito Verde europeo, gli inceneritori “producono una filiera fatta di sprechi senza risolvere il problema alla radice.” (il manifesto)

Intanto, che cosa prevede il piano di contrasto ai roghi di rifiuti? Militari, droni, e una cabina di regia coordinata da Palazzo Chigi, per arginare il fenomeno in Campania. Ma i roghi di rifiuti, come abbiamo ampiamente documentato nel corso di quest’anno, non riguardano affatto soltanto il Sud. (Corriere della Sera / the Submarine)

* * *

Vuoi ricevere Hello, World! tutte le mattine direttamente via email? Sostieni the Submarine e abbonati alla newsletter. In cambio, oltre alla tua rassegna stampa preferita direttamente in inbox, riceverai link e contenuti extra, e la nostra eterna gratitudine.

* * *

Mondo

Mentre il bilancio del primo giorno di mobilitazione è salito a oltre 400 feriti e quasi 300 arrestati, anche ieri i “gilet gialli” hanno mantenuto blocchi stradali e presìdi in tutta la Francia. (le Figaro)

Intervistato da le Parisien, il ministro per la transizione ecologica François de Rugy ha detto che il governo non intende ritirare la “carbon tax” oggetto delle proteste, che dovrebbe entrare in vigore il primo gennaio. (le Parisien)

Intanto, sono diverse le denunce di aggressioni omofobe e razziste commesse dai “gilet gialli” nel corso della mobilitazione. (Libération)

Il presidente Macron nel frattempo si trovava in visita a Berlino, sempre nell’ambito delle commemorazioni per la fine della Grande guerra, e dalla Germania ha esortato l’Unione europea a trazione franco-tedesca a prevenire “il caos globale.” (France24)

Una marcia di poche decine di attivisti per i diritti dei transgender nel centro di Kiev è stata costretta a dispedersi a causa delle aggressioni violente di un centinaio di contromanifestanti neofascisti. (Radio Free Europe)

Le autorità del Kenya hanno impedito alla ONG Marie Stopes di fornire assistenza alle donne che abortiscono, con l’accusa di “promuovere l’aborto.” L’interruzione di gravidanza è illegale in Kenya, a meno che non sia a rischio la salute della donna. (BBC News)

Il primo ministro israeliano Netanyahu ha detto che sarebbe “irresponsabile,” nella situazione attuale del paese, convocare elezioni anticipate. Ma ancora non è chiaro come intenda uscire dalla crisi politica che ha spaccato la sua coalizione. (Haaretz, via Outline.com)

Si è chiuso il riconteggio dei voti in Florida: al Senato andrà Rick Scott, già governatore dello stato. Con questa vittoria il numero di senatori in mano ai repubblicani sale a 52. (NBC News)

Cresce la tensione a Tijuana, dove sono accampati circa 3000 migranti della “carovana” che vorrebbe oltrepassare il confine statunitense. Il loro numero potrebbe salire presto a 10 mila, ma le autorità doganali degli Stati Uniti processano solo 100 domande di asilo al giorno — e gli abitanti della città sono sempre più intolleranti. (the Guardian)

Donald Trump ha detto a Fox News che “non c’è ragione” per lui di ascoltare le registrazioni audio che testimonierebbero l’omicidio di Jamal Khashoggi. “È una registrazione terribile, l’omicidio è stato molto feroce e violento.” (Al Jazeera)

Italia

Non ci sono solo Martina, Zingaretti e Minniti tra i candidati alla segreteria del Pd. C’è anche il 30enne Dario Corallo, che ieri è riuscito a bucare la bolla mediatica grazie all’intervento assembleare con cui è riuscito nel meritorio compito di far incazzare Burioni. (Giornalettismo)

Vi presentiamo Gian Carlo Blangiardo, nuovo presidente dell’Istat proposto dalla ministra Bongiorno, che “sugli immigrati non ha paura di parlare di espulsioni e porte chiuse,” ed è contrario anche allo ius soli, perché “l’integrazione si realizza attraverso altre strade, non con la cittadinanza immediata.” Chissà quali sarebbero queste altre. (Next Quotidiano)

La sindaca di Torino Chiara Appendino ha annunciato che il Comune non parteciperà in veste ufficiale alla grande manifestazione No Tav prevista per l’8 dicembre. (la Repubblica Torino)

Intanto, in un’intervista al Corriere, Tito Boeri torna a sottolineare come i fondi per portare le pensioni a quota 100 non ci siano. Ma dopo una campagna elettorale fatta di promesse “impegnative,” i partiti di governo rifiutano di fare i conti con la realtà. (Corriere della Sera)

L’emendamento alla manovra presentato dal M5S che prevedeva di rendere gratuiti i contraccettivi per i minori di 26 anni è stato ritirato. Perché? Prevedeva che fossero beneficiari della proposta anche i richiedenti asilo e i migranti con protezione internazionale, e sarebbe stato un duro colpo per la coerenza razzista del governo. (la Repubblica)

Milano

Secondo un comunicato rilasciato dall’ANSA, la settima edizione di BookCity si chiude in maniera positiva con una “crescita esponenziale”: 1.452 eventi (nel 2012 erano stati 437), 354 sedi, 2.996 tra relatori e presentatori.

Cult

Cosa succede nella più grande conferenza americana di terrapiattisti, tra teorie del complotto diffuse su YouTube e coltelli incisi con la frase “Flat Earther Gutting The Hoax One Proof At A Time” venduti come merchandising. (Daily Beast)

Gif di Scorpion Dagger.

La parodia di Jeff Bezos fatta da Steve Carell durante il Saturday Night Live è divertente, anche se il fatto che l’unico modo per renderlo simpatico sia il suo antagonismo con Trump dovrebbe far riflettere. (Digg / the Atlantic)

A quanto pare un quadro di Picasso rubato sei anni fa in un museo olandese, e dato per bruciato dai ladri, è stato ritrovato in Romania. (NPR)

B(l)ack in the USSR: mentre la Russia di Putin torna ad acuire le tensioni etniche, Igiaba Scego ricostruisce la storia del rapporto tra Unione Sovietica e afrodiscendenti. (Jacobin Italia)

* * *

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

Unisciti a Ogopogo, il nostro gruppo su Facebook, per discutere con la redazione.
No more articles
Share via