Sabato 22 settembre torna B-art, il festival d’arte in giardino organizzato dal circolo Lato B al Giardino comunitario Lea Garofalo, in viale Montello a Milano.

Sarà una giornata dedicata a commistioni e sperimentazioni: dalla pittura al teatro, passando per nove concerti musicali, laboratori creativi, e bancarelle di artigianato, B-art vuole offrire esperienze e divertimento per tutti.

Durante l’intera giornata di sabato, il Giardino comunitario Lea Garofalo vedrà un susseguirsi tamburellante di occasioni per fare arte in prima persona.

L’inaugurazione della giornata sarà anticipata da una biciclettata organizzata da Massa marmocchi — si parte alle 9:30 e si arriva al festival per le 11:30.

Al giardino si inizia alle 10:30 con il laboratorio di Fotografia Terapeutica della durata di due ore “L’altro sguardo” curato da Alessandra di Consoli.

Nella nostra contemporaneità, dove l’immagine è tutto e tutti siamo produttori di immagine — fotografica, video e grafica — è fondamentale ricontestualizzare la produzione artistica come momento terapeutico, che porti verso nuova conoscenza e consapevolezza.

A B-art, l’arte è presentata nella più totale libertà, eliminando il senso di inadeguatezza che spesso si respira in teatri e musei: il festival sarà dunque un’occasione per far sperimentare l’arte anche ai meno esperti.

Contemporaneamente, dalle 11 alle 12, le associazioni Giardini in Transito e Handicap su la testa, dedicano un incontro alla costruzione di orti in cassetta. Un laboratorio fondamentale per avvicinare i bambini alle proprie responsabilità verso ambiente e natura, e per insegnare a tutti quanto sia semplice mangiare verdura coltivata da soli.

Sempre alle 11, fino alle 13, si apre il laboratorio di biodanza “Oltre le maschere: la nostra Essenza e l’Altro,” curato da Pamela Spataro. Sarà l’occasione per provare per la prima volta come la danza può aiutarci nella ricerca della propria autocoscienza, al confine tra rituali di guarigione e neuroscienze.

Dopo la danza inizia subito il laboratorio teatrale curato da Studio Novecento, associazione culturale dedicata alla formazione di giovani attori, caratterizzata dalla ricerca di una crescita umana prima ancora che artistica.

È invece alle 16 l’appuntamento con il laboratorio della professoressa Mintoy Puledda Piras, della Civica Scuola Arte & Messaggio. La lezione trova il proprio contesto ideale nel giardino Lea Garofalo, e sarà dedicato interamente allo sketching botanico.

B-art offre anche un percorso specialmente dedicato ai bambini, che dopo il laboratorio “Orto in cassetta” potranno seguire un tour–fiaba con picnic, dalle 12 alle 13:45, e un laboratorio di riciclo organizzato da Massa marmocchi.

Il programma completo di B-art, il 22 settembre al giardino comunitario Lea Garofalo, è disponibile sul sito di Lato B.

Per ricevere tutti gli aggiornamenti sul programma e non perdere nessuna novità, metti Parteciperò all’evento su Facebook.

contenuto sponsorizzato da Lato B

undermedia

— FIN —