cover via Twitter

Questo è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

La prima delle due navi militari italiane che hanno accompagnato l’Aquarius è approdata a Valencia questa mattina, poco dopo l’alba, con 274 naufraghi a bordo. La seconda nave, e infine l’Aquarius, sono attese nelle prossime ore. Un migliaio di operatori della Croce Rossa forniranno ai naufraghi la prima assistenza. (BBC News)

Ad attenderli in porto c’era anche un gruppuscolo di manifestanti di destra che ha protestato contro l’accoglienza dietro lo slogan “prima gli Spagnoli.” (SBS News)

Cosa succederà ai migranti ora? Isabel Celaa, portavoce del governo Sánchez, ha chiarito che saranno trattati “assolutamente normalmente,” ovvero: molti di loro potrebbero essere respinti. Il meccanismo di riconoscimento dello status di rifugiato resta una delle barbarie invisibili della gestione delle migrazioni. (the Local)

Data la pressione mediatica, sul corpo dei naufraghi dell’Aquarius si è giocata una sorta di gara alla solidarietà (esclusa l’Italia ovviamente): anche la Francia ne accoglierà una parte, ma sempre solo tra chi risponderà ai criteri per il diritto d’asilo. (le Monde)

“Mettere i migranti dell’Aquarius in un CIE (i centri di identificazione spagnoli, ndr) è sadismo istituzionale,” dice Ramiro García de Dios, intervistato da El Mundo. García de Dios è un magistrato in pensione che per anni ha lavorato come giudice in un CIE, che ora definisce “centri di sofferenza e spazi di opacità e impunità poliziesca.”

D’altra parte, la svolta “solidaristica” annunciata da Pedro Sanchez in materia di accoglienza e asilo non comporterà in alcun modo una revisione dei meccanismi di ingresso nel paese. (El Confidencial)

Nel frattempo in Italia, anche grazie alla condivisione illustre del ministro dell’Interno, sta girando l’ennesimo video razzista e gonfio di inesattezze firmato dallo youtuber di estrema destra Luca Donadel. Leonardo Bianchi ha di nuovo avuto la pazienza di dissezionarlo per elencarne uno dopo l’altro i meccanismi di distorsione della realtà. (VICE)

Salvini — che ormai è chiaro, è convinto il ministro lo si faccia su Facebook — ha voluto rincarare la dose, annunciando che dopo le navi delle Ong sarà il turno di “quelle che arrivano nei nostri porti cariche di riso cambogiano.” La stessa cosa. (Corriere della Sera)

* * *

La nostra nave arriva nel tuo porto carica di link: abbonati alla newsletter di Hello, World!, costa due monete ma permette a the Submarine di sopravvivere.

* * *

Mondo

Il governo Tsipras è sopravvissuto a un voto di sfiducia chiesto dall’opposizione per l’accordo con la Macedonia per il cambio di nome. Tsipras ha accusato Kyriakos Mitsotakis, leader della ΝΔ di “essere ostaggio della corrente di estrema destra del suo partito.” (Al Jazeera)

Nel proprio video settimanale alla Germania Merkel è tornata a chiedere una gestione “Europea” della gestione dei migranti. La pressione sulle politiche di accoglienza si sta alzando anche dentro la CDU, con il ministro dell’Interno Horst Seehofer che vuole chiudere i confini ai richiedenti asilo. (Arab News)

Martin Griffiths, inviato delle Nezioni Unite in Yemen è arrivato nella capitale controllata dai ribelli Sanaa per cercare di convincerli a cedere il porto sul Mar Rosso di Hodeidah a un comitato supervisionato dall’ONU, per evitare che prosegua l’assalto saudita alla zona mettendo in pericolo la popolazione. (Middle East Eye)

L’assenza di una posizione netta da parte degli Stati Uniti sulla guerra in Yemen ha permesso agli Emirati di organizzare — anche proprio con risorse statunitensi — quella che è diventata la crisi umanitaria più grande del mondo, dice Oxfam. Si tratta, a tutti gli effetti, dell’esternalizzazione della politica estera. (the Intercept)

Un’autobomba a Nangarhar, Afghanistan, ha causato almeno 26 morti tra militari afghani e taliban disarmati per il cessate il fuoco dell’Eid al-Fitr. L’attacco è stato rivendicato dallo Stato Islamico. (Reuters)

In piena distrazione generale per i mondiali di calcio, il governo russo ha annunciato una riforma delle pensioni che innalzerebbe l’età pensionabile maschile a 65 anni. L’aspettativa di vita di un cittadino russo di sesso maschile è stimata a 66 anni. (the Independent)

Un buon motivo per la distensione tra Coree: l‘80% delle aziende sudcoreane si dice pronta a espandere le proprie operazioni nel resto della penisola, non appena le sanzioni economiche fossero sollevate. (the Korea Herald)

Lo scandalo di corruzione che ha colpito Benjamin Netanyahu si allarga alla sua famiglia: sua moglie Sara rischia di essere incriminata settimana prossima per malversazione di fondi pubblici. (the Times of Israel)

Italia

“Prima gli sfruttati.” Sono state circa ventimila le persone che hanno manifestato a Roma per ricordare Soumaila Sacko, nella manifestazione nazionale indetta dal sindacato di base USB. (Redattore Sociale)

Il sindacalista Aboubakar Soumahoro è sulla copertina dell’Espresso di questa settimana, in edicola oggi. Il titolo molto eloquente e la scelta dell’accostamento non sono piaciuti a Matteo Salvini. (la Repubblica)

Davide Casaleggio si è difeso dicendo che il suo incontro a cena con il manager Luca Lanzalone, ora agli arresti, è avvenuto casualmente e non si trovavano nemmeno allo stesso tavolo. Ma la cena era un evento a pagamento organizzato dall’associazione Gianroberto Casaleggio e Lanzalone era tra gli invitati. (la Repubblica)

Questioni di genere

Durante la partita contro il Marocco, alcuni tifosi iraniani hanno esposto uno striscione per chiedere la rimozione del divieto che impedisce alle donne di andare allo stadio in Iran. (Radio Free Europe)

Cult

Plot twist: le foto delle missioni Lunar Orbiter erano davvero ritoccate 😮 Ma per nascondere le capacità ottiche delle strumentazioni statunitensi. (Boing Boing)

Una prima stesura di Civil War, prima dell’accordo tra Marvel e Sony, vedeva Ant–Man nel ruolo di Spider–Man. Quando le storie si scrivono con gli avvocati di IP. (Gizmodo)

Il mito post mortem di Andrea Pazienza non piacerebbe affatto allo stesso Andrea Pazienza: parola del suo collega e amico Vincenzo Sparagna, intervistato da Andrea Coccia su Linkiesta.

Beyoncé e Jay–Z hanno pubblicato a sorpresa un disco in collaborazione: Everything is Love. Il disco è disponibile in streaming in esclusiva su Tidal: ma un disco che cade nella foresta fa rumore anche se non c’è nessuno in ascolto? (the Cut)

Ambiente

Trapelano i risultati degli ultimi studi dell’IPCC: se non vengono varate e applicate immediatamente delle nuove misure di contrasto al cambiamento climatico, il target 1,5 °C verrà sforato già nel 2040. (Reuters)

Il cambiamento climatico potrebbe ridurre drasticamente la produzione mondiale di alimentari.

Animali

Gli esseri umani fanno schifo e per questo sempre più animali stanno diventando notturni per evitarli. (the Atlantic)

* * *

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

— FIN —