Questo è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

Tre mesi dopo Parkland, un’altra sparatoria in una scuola superiore statunitense si è conclusa in una strage. Dimitrios Pagourtzis, 17 anni, ha rubato due armi da fuoco al padre e ha ucciso dieci persone, e ferito altrettante, a Santa Fe, in Texas. Tutto quello che sappiamo finora sulla situazione. (Vox)

Intervistata immediatamente dopo la sparatoria, una studentessa della scuola, alla domanda (non brillantissima) se fosse rimasta sorpresa dalla sparatoria ha risposto: “No, sta succedendo dappertutto. Ho sempre pensato che prima o poi sarebbe successo anche qui.” (ABC)

“Non siamo positivi su nulla in questo momento. L’unica cosa che succede è che ci sono persone disperse o con cui non siamo riusciti a metterci in contatto. Forse sono state colpite, forse non hanno il telefono con sé.” Scot Hayes, 15 anni, racconta quello che ha visto durante la sparatoria. (the New Yorker)

Dall’Europa inevitabilmente, si parla di sparatorie nelle scuole statunitensi solo in casi drammatici come questi, ma la situazione è diventata una bieca normalità negli Stati Uniti. Dall’inizio dell’anno, in media, ci è consumata una sparatoria alla settimana. (CNN)

Trump ha annunciato la propria “vicinanza” alle vittime della strage. La sua vicinanza alla NRA, invece, non ha bisogno di promemoria. (Twitter)

Una ragazza era già a terra, ma lui è passato e le ha sparato alla testa due volte.” È una delle cose che i compagni di scuola sopravvissuti di Pagourtzis hanno dovuto vedere. Dalla sua presenza sui social media si intravedono i soliti campanelli d’allarme, mitizzazione della violenza e illustrazioni ispirate al musicista Perturbator, diventato un’icona neo–nazista. (the New York Times)

Ma siamo in Texas, e nemmeno dopo la morte di dieci ragazzini si riesce a parlare, nemmeno a dire che un rigidissimo controllo del possesso delle armi è urgente negli Stati Uniti. (Chicago Tribune)

E ovviamente, le operazioni di propaganda sono iniziate immediatamente:

* * *

Vuoi ricevere Hello, World! tutte le mattine direttamente via email? Sostieni the Submarine e abbonati alla newsletter.

* * *

Mondo

Più di 100 persone sono morte in un incidente aereo a Cuba: un Boeing 737 gestito dalla compagnia aerea messicana Damojh è caduto poco dopo il decollo dall’aeroporto dell’Avana. Ci sarebbero solo tre sopravvissuti, in condizioni critiche. (BBC News)

Il Consiglio delle Nazioni Unite per i diritti umani ha votato l’invio di ispettori internazionali a Gaza per indagare sugli abusi compiuti dall’esercito israeliano a danno dei manifestanti palestinesi durante la Grande Marcia del Ritorno. (Al Jazeera)

I risultati definitivi delle elezioni irachene confermano la vittoria del blocco “populista” di Muqtada al-Sadr, alleato con il partito comunista e fiero oppositore delle ingerenze straniere. Ma le trattative per formare un governo saranno lunghe. (the Guardian)

Tra poche settimane le donne in Arabia Saudita potranno finalmente guidare le automobili. Per festeggiare, le autorità saudite hanno arrestato sette attiviste che avevano combattuto in prima linea per ottenere il diritto alla guida. Secondo un’altra attivista, rimasta anonima per ovvie ragioni, “Sono state arrestate perché non vogliono che possano dichiarare pubblicamente il proprio successo.” (Middle East Eye)

Intervistato da El Paìs, il presidente serbo Aleksandr Vučić parla degli sforzi della Serbia per entrare in Unione europea, del problema ancora irrisolto del Kosovo e dell’amicizia di Putin. (El Paìs)

La Corea del Nord ha inviato un gruppo di alti ufficiali in Cina dove impareranno come “attuare riforme per aprire il paese.” (the Hankyoreh)

Tutti e 34 i vescovi cileni hanno offerto al papa le proprie dimissioni in seguito a uno scandalo di pedofilia. I vertici della chiesa cattolica in Cile sono accusati di aver sistematicamente bloccato le indagini sugli abusi. (BBC News)

Italia

Semaforo verde sul contratto di governo sia dal consiglio federale leghista che dal sondaggio online sul forum Rousseau del Movimento 5 Stelle. “Più del 94% hanno detto sì,” ma hanno votato in solo 44 mila. Per fortuna oggi ci saranno i gazebo per spiegargli il contratto che hanno già confermato. (la Repubblica)

Ma attenzione: nella consultazione della Lega c’è soltanto il programma della Lega, e nessuno dei punti voluti dal Movimento 5 Stelle, come il reddito di cittadinanza. Trollare i tuoi stessi elettori: lo stai facendo nel modo giusto. (la Stampa)

Il programma uscito dalle trattative sembra non piacere per niente a Berlusconi, che è tornato a mostrare insofferenza e ha accusato Salvini di aver tradito il centrodestra. (HuffPost)

Per consolarvi: guardate Mattarella che guarda un robot che fa yoga. (Motherboard, 16/05)

Una dipendente del Piccolo Cottolengo, licenziata perché un tumore le impediva di lavorare al pieno delle sue possibilità, è stata reintegrata. (la Repubblica Milano)

La pillola del giorno dopo non sarebbe tra i farmaci indispensabili da tenere in farmacia. È un’affermazione del presidente della Società medica italiana per la contraccezione, che ancora una volta infierisce sul diritto delle donne di essere padrone del proprio corpo, tramite un farmaco che — ricordiamo — non è abortivo. (la Repubblica)

Milano

Il sindaco Sala ha annunciato che si va verso la “chiusura totale” dei campi rom della città: “Non sono un modello di successo, né da replicare.” (Corriere Milano)

Quattro carabinieri sono stati accusati di vari reati. Un marocchino di 44 anni ha dichiarato che delle dosi di droga in casa sua sarebbero state messe apposta per incastrarlo; i membri dell’arma avrebbero rubato in tutto 11.000 euro. (la Repubblica Milano)

Ieri è partito Pianocity, il festival del pianoforte in tutta la città. Cosa potete ascoltare oggi? (Il Fatto Quotidiano)

Cult

Il team del telescopio spaziale Hubble ha pubblicato una nuova ondata di foto ed è pornografia stellare di prima qualità. (Gizmodo)

Questi fermalibri sono a forma di vicoletti di Tokyo. (Spoon & Tamago)

Sempre meno persone usano Snapchat e per gli utenti della piattaforma non potrebbe essere che una buona notizia. Le città fantasma, su internet, sono bellissime. (the Verge)

Musica

Ed Sheeran non è contento che si usino le sue canzoni per la campagna anti-abortista in Irlanda. (the Guardian)

La chitarra gialla di Prince è stata venduta all’asta per 225 mila dollari, insieme ad altri cimeli dell’artista. (Rolling Stone)

* * *

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

— FIN —