Dentro l’atelier rétro industriale di Duilio Forte

DIAFRAMMA || Questo mese, un’edizione speciale: tutti i giorni un progetto tratto dal corso di Fotografia per l’Architettura presso la Scuola di Architettura e Società del Politecnico di Milano.

a cura di Nicolò Piuzzi

Eastern milano nordic Milano è un progetto di Giovanni Emilio Galanello

Disorientati. Giunti sul luogo, all’ingresso dell’Atelier Forte, la cognizione di tempo e luogo svanisce. 

Varcata la soglia, non si è più a Milano; si compie un processo di scomposizione dell’essere e di ricomposizione in una dimensione che non è quella solita. Ogni legame con ciò che “sta intorno,” con la città, viene frantumato.

Un salto spazio-temporale, indietro e avanti nel tempo; la percezione di non essere veramente in nessun posto, ma in più posti, più dimensioni, comunicanti tra loro, e slegate dal mondo. 

L’Uomo abita il luogo, ma è una comparsa; un fantasma che si aggira per le stanze, per i luoghi che compongono l’Atelier, con la sensazione di essere viaggiatori in una terra straniera, popolata da creature sconosciute, con corpi fatti di ferro e legno, di chiodi e saldature.
Fondato nel 1998 da Duilio Forte, un artista e architetto Italo-Svedese, l’Atelier è un laboratorio di ricerca, progetto e realizzazione sia di architetture che di sculture.
giovanni_galanello-1-2 giovanni_galanello-3 giovanni_galanello-5 giovanni_galanello-6 giovanni_galanello-7
Unisciti a Ogopogo, il nostro gruppo su Facebook, per discutere con la redazione.
Share via

 

Ti piace il nostro lavoro? Sostienici!

Abbonati alla newsletter

di Hello, World!

 

Ogni mattina, una rassegna di link da leggere, vedere e ascoltare, direttamente nella tua inbox.