in copertina, foto via Twitter @Quirinale

Questo è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

Il Movimento 5 Stelle ha chiamato a raccolta i propri sostenitori per una manifestazione a Roma il 2 giugno. Per Di Maio non è un bel momento: il “capo politico” si è reso conto di essere rimasto fregato dall’alleato leghista, i sondaggi danno il M5S in netto calo e incombe la possibilità che al prossimo giro il suo posto sia preso da Di Battista. (la Repubblica)

C’è anche un piccolo mistero sulle ultime ore del defunto governo Conte: Di Maio ha detto di aver fatto a Mattarella i nomi di due ministri alternativi a Savona (Bagnai e Siri), ma il Quirinale smentisce e la Lega dice di non saperne niente. Secondo Di Battista, il Quirinale “mente.” (Corriere della Sera / video)

(Intanto il padre di Di Battista è indagato dalla Procura di Roma per le offese al Capo dello Stato.) (Corriere della Sera)

La Lega è impegnata in una sperticata operazione retorica per negare di essere mai stata a favore dell’uscita dall’euro, ma fino a poco tempo fa la posizione del partito in materia era estremamente chiara. (Next Quotidiano)

Parallelamente inizia l’avventura probabilmente fulminea del governo Cottarelli. È attesa per oggi la consegna della lista dei ministri al Quirinale. Poi la fiducia, e da lì si vedrà. (l’Espresso)

Cottarelli gioca a carte scoperte: se il suo governo riceverà la fiducia stenderà il def per il prossimo anno e porterà l’Italia al voto a inizio 2019. In caso contrario si andrà a votare “subito dopo agosto.” (ANSA)

Il profilo di Cottarelli è interessante perché l’economista è stato avvicinato, in momenti diversi, più o meno da tutte le forze politiche, anche dal Movimento 5 Stelle. (SkyTG 24)

Ma è probabile che il suo governo non ottenga i voti neppure del Pd, che inizialmente aveva dichiarato il proprio supporto. Oggi i gruppi parlamentari si riuniscono per decidere, l’ala renziana del partito sarebbe favorevole all’astensione. (HuffPost)

Insomma, è arrivato davvero: è il governo balneare (avevamo ragione).

Berlusconi non voterà la fiducia nella speranza di riportare compatta la coalizione del centrodestra alle prossime elezioni, ma la Lega e il M5S sarebbero tentati di correre insieme. (la Stampa)

Secondo un’analisi dell’Istituto Cattaneo, un’alleanza elettorale Lega-M5S potrebbe conquistare il 90% dei seggi uninominali. Benvenuti nel futuro. (la Repubblica)

* * *

Proprio perché il futuro è brutto, è una buona idea abbonarsi alla newsletter di Hello, World!: costa poco ma ci permette di sopravvivere. Se ti piace il nostro lavoro, facci un pensiero. Grazie ❤️

* * *

Mondo

Il ciclone di categoria 3 Mekunu si muove tra lo Yemen e la Somalia e ha già provocato ingenti danni in Oman. (Accuweather)

Il Somaliland è in ginocchio, le persone colpite dai danni del ciclone sono oltre 1 milione (Lifegate).

A Porto Rico l’emergenza provocata dall’uragano Maria l’anno scorso non è ancora finita e tra 5 giorni ricomincia la stagione degli uragani (ABC News).

Il presidente giapponese Abe è agitato dalla possibilità che gli Stati Uniti accettino un piano di denuclearizzazione che permetta alla Corea del Nord di mantenere missili a raggio breve, con cui potrebbero comunque colpire il Giappone. (the New York Times)

Nel frattempo emergono i dettagli del secondo incontro tra Moon e Kim, che hanno sbloccato lo stallo causato dagli Stati Uniti. Il prossimo summit di alto livello è atteso per il primo giugno, a cui seguiranno a stretto giro, ma non ancora calendarizzati, un incontro tra i generali dei due paesi, e il primo incontro per organizzare nuovi interventi della Croce rossa nel Nord della penisola. (the Hankyoreh)

L’India ha annunciato che non rispetterà sanzioni unilaterali statunitensi all’Iran, ma solo quelle imposte dalle Nazioni Unite. (Reuters)

“Non ci aspettavamo che sarebbero sopravvissuti.” Hanno parlato per la prima volta ai microfoni della BBC i medici che hanno avuto in cura Yulia e Sergej Skripal a Salisbury. (BBC News)

Non sono bastate le concessioni del governo Temer sul prezzo del carburante: i rappresentanti dei camionisti hanno intenzione di proseguire con lo sciopero. Dopo otto giorni di blocchi stradali, l’economia del paese è in ginocchio e la percentuale di gradimento del governo è ai minimi storici. (teleSUR)

Oggi si incontrano a Parigi i quattro principali leader libici per firmare, sotto l’egida di Emmanuel Macron, una “roadmap” verso la pace e accordarsi per tenere una consultazione elettorale entro fine anno. (ReliefWeb)

Sul summit c’è un certo scetticismo, sia perché la situazione in Libia sembra ancora troppo incerta e turbolenta per organizzare delle elezioni pacifiche, sia perché il decisionismo di Parigi, dopo il fallimento delle trattative gestite dall’Onu, non viene visto di buon occhio, in primis dall’Italia. (France24)

Questi truffatori online ingannano gli studenti cinesi e taiwanesi in Australia per farsi mandare i loro dati, foto e documenti per poi far credere alle loro famiglie di averli rapiti. Un sistema di truffe che gli è già fruttato due milioni di dollari. (ABC)

È finita formalmente anche la ricerca privata — gestita dalla compagnia statunitense Ocean Infinity — del volo MH370 scomparso nel marzo del 2014. Non è stato trovato nulla, a parte piccoli frammenti inutili a ricostruire le cause del disastro. (BBC News)

Roman Abramovich, il miliardario proprietario del Chelsea, dopo i problemi avuti con il suo visto del Regno Unito si è trasferito in Israele e adesso è l’uomo più ricco del paese. (the Times of Israel)

A proposito — ricordate la campagna per l’embargo delle armi verso Israele lanciata da Amnesty? — una nuova indagine della Ong Campaign Against Arms Trade rivela che il solo Regno Unito nello scorso anno ha venduto al paese quasi 300 milioni di dollari di armi, con una crescita del 256% rispetto al 2016. (Al Jazeera)

Italia

Ieri mattina, a Palermo, sono arrivate le quasi 600 persone sbarcate nel Canale di Sicilia negli scorsi giorni. (la Repubblica Palermo)

In questa intervista di Radio Radicale sono descritti i tragici attimi dei soccorsi in mare di altri migranti salvati questo weekend, sotto la minaccia della Guardia costiera libica. Sono quasi duemila le persone sbarcate in Sicilia da sabato. (Radio Radicale)

Un gruppuscolo di neofascisti di Forza Nuova hanno inscenato un blitz durante la presentazione del libro “Nazitalia” di Paolo Berizzi a Padova. (la Repubblica)

Ieri comunque un sacco di gente ha cercato “impingement” su Google. (Rivista Studio)

Milano

“Il fatto non sussiste:” sono state pubblicate le motivazioni del proscioglimento di Sala dall’accusa di abuso d’ufficio (il Fatto Quotidiano)

Una mostra con i volti di chi, da dietro le quinte, manda avanti Milano. (la Repubblica Milano)

Cult

Nel caso ve lo foste persi: l’antica arte tibetana delle sculture di burro (Atlas Obscura)

Le Isole Marshall hanno deciso di abbandonare il dollaro per adottare una propria criptovaluta, il “sovereign” (scritto con la minuscola) (the Verge)

La luce blu degli schermi fa male, soprattutto ai ritmi del sonno, ma basta stare attenti e applicare qualche accorgimento per limitare i danni. (the Guardian)

Scienza

Sono state scoperte delle “galassie oscure,” ovvero senza stelle. Potrebbero essere galassie in una fase estremamente precoce della loro evoluzione. In fondo a questo articolo, se volete cimentarvi, trovate il paper originale — firmato, tra l’altro, da varie ricercatrici e ricercatori italiani. (Science Alert)

Ambiente

Piatti, posate, bicchieri, bottiglie, cannucce e cotton fioc. L’Unione Europea li metterà al bando entro il 2025 per ridurre la produzione di rifiuti plastici. (ANSA)

L’Unione Europea non sta facendo abbastanza per fermare il cambiamento climatico. Con questa motivazione i cittadini di vari stati le hanno fatto causa. (the Guardian)

L’inceneritore di Firenze non si farà. A pochi giorni dal via libera Ue al pacchetto sull’Economia Circolare che chiede di ridurre al minimo discarica e incenerimento, il Consiglio di Stato mette fine al progetto. Andrea Bertaglio su La Stampa.

Storia della macchina della disinformazione climatica, che ora inizia a perdere i colpi, come scrivevamo già l’anno scorso. (Inside Climate News)

***

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

— FIN —