in copertina: lavori per ripristinare il collegamento ferroviario tra Corea del Sud e Corea del Nord in tempo per trasportare giornalisti sudcoreani alla chiusura dell’area di test nucleari di Panmunjeom, via @annafifield

Questo è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

Tutto il lavoro di diplomazia fatto finora in Corea rischia di saltare: il consigliere per la sicurezza nazionale statunitense John Bolton ha annunciato che la denuclearizzazione del Nord del paese dovrebbe seguire il “modello della Libia.” Considerato come è andata a finire per Mu’ammar Gheddafi, non siamo stupiti che la Corea del Nord abbia risposto che “non nasconde la propria ripugnanza” per Bolton. (Slate)

Altri paragoni storici geo-politici: Pyongyang non ha nessuna intenzione di diventare neanche come la Germania Est. (DW)

Sul New York Times potete leggere la traduzione integrale del comunicato rilasciato dalla Korean Central News Agency della Corea del Nord.

Continuano tra gli stenti i dialoghi tra le due Coree, che hanno trovato l’accordo per permettere a otto giornalisti di recarsi in Corea del Nord per assistere alle operazioni di smantellamento dell’area di test nucleare di Panmunjeom, ancora previste per i giorni del 23–25 maggio. (the Hankyoreh)

La Casa bianca ha deciso di perseverare a muso duro lungo le tensioni causate dalle esercitazioni militari congiunte in Corea del Sud, perché è certa che il summit si terrà. (BBC News)

Le tensioni tra le due forze riguardano anche l’implementazione del concetto di “denuclearizzazione.” La Corea del Nord chiede un processo di disarmo progressivo, parallelo alla sospensione delle pressioni militari ed economiche occidentali sulla penisola. Secondo gli Stati Uniti, significa la consegna immediata di tutte le testate nucleari. (the Guardian)

Il presidente cinese Xi Jinping ha preso le parti della Corea del Nord, enfatizzando come l’alleanza tra i due paesi sia “sigillata col sangue.” (the Korea Herald)

La Casa blu sudcoreana si è di nuovo offerta di essere mediatrice tra i due paesi. Magari iniziando non parlando di come gli Stati Uniti hanno gestito la Libia in passato. (CNBC)

A proposito: vogliamo parlare dei sottomarini nordcoreani? (the National Interest)

Mondo

Un attacco congiunto delle forze afghane e dell’aeronautica statunitense ha fermato l’espansione dei Talebani all’interno della città di Farah. (Al Jazeera)

La polizia malese ha perquisito la casa dell’ex primo ministro Najib Razak, sotto accusa per corruzione. (BBC News)

L’informativa fiscale rilasciata dal presidente degli Stati Uniti Trump mercoledì elenca anche un pagamento “tra i 100 e i 250 mila dollari” al proprio avvocato Michael Cohen. Il pagamento, prima ripetutamente negato, sarebbe un rimborso per la spesa dell’avvocato per comprare il silenzio dell’attrice porno Stephanie Clifford. (the New York Times)

L’ufficio per l’etica di governo ha contattato il dipartimento di giustizia: è la prima volta nella storia del paese che succede. (the Washington Post)

Nel frattempo, il comitato del Senato — a guida repubblicana — per l’ingerenza russa sulle elezioni statunitensi è stato costretto ad ammettere che la Russia avrebbe aiutato Trump a vincere le elezioni. (Vox)

A telecamere accese, l’inquilino della Casa bianca si è lasciato sfuggire quello che pensa davvero degli immigrati “irregolari” negli Stati Uniti: sarebbero “animali.” (the New York Times)

Tra i 1500 e i 1700 gendarmi saranno impegnati nella seconda operazione di sgombero della ZAD, un’area occupata nel dipartimento della Loira Atlantica. Al momento, ci sarebbero ancora circa 400 attivisti. (le Monde)

Il primo sgombero risale allo scorso 9 aprile. (il Post)

Secondo un nuovo rapporto delle Nazioni Unite, entro il 2050 due terzi della popolazione mondiale vivranno in aree urbane, e si starà un po’ stretti evidentemente. (the Guardian)

Internet

I cittadini statunitensi sono riusciti, di nuovo, a salvare la neutralità della rete — o quasi. Grazie al voto di tre senatori repubblicani, la riforma di Ajit Pai dovrà passare dal Congresso come richiesto dai democratici. (Gizmodo)

Gif di loops-4-ambiance

Ora la questione passa alla Camera, dove i numeri dei democratici sono molto più stretti, con garantiti solo i propri 160 voti dei 218 necessari per bloccare la dis-regolamentazione. Ma i repubblicani potrebbero essere costretti a sacrificare la riforma, incredibilmente impopolare, in particolare tra giovani elettori, proprio nell’anno delle elezioni di metà mandato. (Politico)

Italia

Per una volta gli annunci sono stati rispettati: la trattativa tra Lega e M5S si è chiusa ed è stata pubblicata la bozza del “contratto di governo.” Il testo è “semi-definitivo,” cioè ci sono ancora alcuni passaggi che saranno ridiscussi dai leader, ma senza stravolgimenti. Rispetto alla bozza circolata due giorni fa si registra lo stralcio delle posizioni più anti-europeiste, che avevano fatto sollevare qualche sopracciglio e scatenato la reazione dei mercati finanziari, ma rimane la proposta del “Comitato di riconciliazione.” (la Repubblica)

L’accordo raggiunto è un successo per Salvini, che ha fatto abbastanza concessioni ai 5 Stelle per poter pretendere i posti chiave che gli interessano: in particolare il Viminale, ma anche l’Agricoltura. (HuffPost)

Tramontata l’ipotesi di un premier “terzo,” in lizza nel totonomi attualmente ci sono Bonafede, Fraccaro, Spadafora e Carelli, quest’ultimo — eletto con il M5S alla Camera — dato per favorito. (Next Quotidiano)

Si viene a sapere nel frattempo che lunedì al Quirinale le delegazioni dei due partiti avevano consegnato a Mattarella proprio la prima bozza, diffusa poi dall’HuffPost. Il presidente della Repubblica si sarebbe rifiutato di prenderla in considerazione, invitandoli a tornare con il programma definitivo. (la Repubblica)

Davanti alla Corte d’Assise di Milano il pg Massimo Gaballo ha chiesto 89 anni in totale per poliziotti e carabinieri imputati per il caso Uva. La richiesta ribalta la sentenza di primo grado, che si era conclusa con l’assoluzione di tutti gli imputati. (il manifesto)

Milano

Giovedì 24 maggio la onlus Cittadini per l’aria presenterà i risultati del campionamento di biossido di azoto a Milano.

Anche noi abbiamo partecipato e possiamo anticiparvi che i risultati non saranno affatto buoni. (the Submarine, archivio)

Già disponibili invece le mappe con i valori registrati a Brescia.

Questioni di genere

Un gruppo di economisti e professori universitari spagnoli ha aderito a un appello per boicottare le conferenze in cui non ci sia un’adeguata presenza femminile tra i relatori. L’iniziativa si chiama No Sin Mujeres (non senza le donne) e ha raccolto finora 56 adesioni. (El Paìs)

Cult

“Is this a pigeon,” il meme del momento, è nato grazie a un Tumblr italiano. (VICE)

CTRL Magazine è tornato, e sono tornate anche le recensioni dei cimiteri sulla rubrica RIPAdvisor: in questa puntata, il cimitero incompiuto di San Cataldo di Modena, gioiello di brutalismo architettonico in cui nessuno vuole farsi seppellire. (CTRL)

Oh no è successo di nuovo: questo treno giapponese è partito con 25 secondi di anticipo. (BBC News)

Come suona la Via Lattea? Come un gruppo jazz un po’ sbilenco. (Atlas Obscura)

Ambiente

PV Magazine segnala che la regione Sicilia ha decretato una moratoria sui permessi di installazione di grossi parchi eolici e fotovoltaici.

La nuova frontiera dell’efficienza nell’edilizia passa anche attraverso l’utilizzo dei cosiddetti “cool materials”, materiali ad elevata riflettanza solare che riducono i costi di climatizzazione estivi. (RES magazine)

Le donne siriane e giordane che ritrovano la propria indipendenza e abbattono gli stereotipi lavorando alla creazione di nuovi oggetti con materiali riciclati. (Lifegate)

Anche in Nigeria le donne giocano un ruolo chiave nel sostenere la rivoluzione energetica. (Lifegate)

Animali

Con l’annessione della Crimea, la Russia è entrata in possesso di un battaglione di delfini addestrati dall’esercito ucraino a svolgere compiti militari. Oggi molti di questi delfini sono morti, e secondo Boris Babin, il rappresentante del governo ucraino in Crimea, sono morti valorosamente per difendere il proprio paese, da bravi soldati, rifiutando il cibo e l’addestramento degli invasori russi. (the Guardian)

* * *

Gif di Soul Pankake

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

— FIN —