in copertina, foto via @foranewiraq

Questo è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

Oggi si vota in Iraq per le prime elezioni parlamentari dopo la sconfitta dello Stato Islamico, le quarte dall’invasione statunitense del 2003. Le liste che si presentano sono numerose, distribuite tra le principali divisioni settarie etnico-religiose — sciiti, sunniti, curdi. Una guida essenziale di Al Jazeera.

Per la prima volta le divisioni settarie sono espresse all’interno dei partiti, permettendo ai cittadini di votare davvero per necessità politica. Ma oltre alla politica si decide anche in che area di influenza cadere, tra Arabia Saudita, Iran e Turchia. (Middle East Eye)

Il prossimo governo avrà compiti complessi, dovendo guidare la ricostruzione del paese, garantendo la sicurezza di tutti i cittadini e lavorando sulla coesione sociale. Per questo potrebbe essere estremamente pericoloso dovesse uscire dalle urne un governo con una maggioranza stentata, spiega l’analista politico Sarmad Al-Biyaty. (Arab News)

Sono quasi 7000 le persone che si contendono le 329 nomine per le 19 province del paese. Il primo ministro uscente Haider al-Abadi è dato favorito, ma contro di lui c’è anche l’ex primo ministro Maliki, dello stesso partito di Abadi, e Hadi al-Amiri — di gran lunga l’avversario più temibile — tornato nel paese dopo 20 anni di esilio in Iran. (NPR)

Su 7000, le donne candidate sono 2600 — a loro è riservato il 25% dei seggi dal 2005 — ma la loro campagna elettorale è stata tutt’altro che facile. (CNN)

Sono stati predisposti seggi elettorali anche per le IDP, le persone sfollate dal conflitto che solo ora si sta spegnendo. Ma c’è stata pochissima campagna elettorale attorno alle residenze temporanee, e dai campi, tutti vogliono solo tornare alle proprie case. (Al Jazeera)

* * *

È bello leggere Hello, World! qui, ma pensa che bello riceverlo direttamente via email: abbonati alla nostra newsletter, sostieni the Submarine.

* * *

Mondo

Najib Razak, l’ex primo ministro malese appena sconfitto alle elezioni, non potrà lasciare il paese e rischia di essere processato per corruzione. (the Guardian)

Nell’ultimo venerdì di protesta della “Grande Marcia del Ritorno” al confine tra Israele e la striscia di Gaza, i soldati israeliani hanno ucciso un manifestante e ferito una dozzina di persone. Dall’inizio delle proteste il bilancio dei morti è salito a 44. (France24)

L’Egitto continua a vivere in un regime del terrore. La polizia ha arrestato la moglie di Mohamed Lotfy, attivista e moglie del presidente di ECRF, una Ong per cui lavorano i consulenti della famiglia Regeni. (la Repubblica)

La nuova polizia di Afrin sarà scelta e addestrata dagli occupanti turchi. (Turkish minute)

Legarsele al dito: ad Hajo Seppelt, giornalista che ha svelato lo scandalo del doping russo prima delle scorse olimpiadi è stato negato il visto per assistere ai prossimi mondiali in Russia. (DW)

Il diplomatico belga Oswald Gantois, accusato di aver venduto informazioni alla Russia, in una registrazione si definiva “un po’ come James Bond,” perché “tutti i diplomatici devono essere anche un po’ delle spie.” (the Guardian)

Il segretario di stato Mike Pompeo, durante una conferenza stampa congiunta con il ministro degli esteri sudcoreano, ha detto che gli Stati Uniti aiuteranno l’economia nordcoreana se Pyongyang rispetta il proposito di denuclearizzazione. (Sky News)

A Twitter chiuso, però, Trump e la sua amministrazione sono meno possibilisti riguardo all’accordo, e tranquillizzano i loro alleati più fondamentalisti: non accetteranno qualsiasi proposta della Corea del Nord. (the Washington Post)

Nonostante sia ben noto che poi finiscano sulla testa dei civili in Yemen, gli Stati Uniti stanno trattando per una vendita da vari miliardi di dollari di bombe “intelligenti” all’Arabia Saudita e agli Emirati Arabi. (the Intercept)

Italia

Continua il balletto per la formazione del governo. Ieri una frase attribuita a Berlusconi — “speriamo che quei due non vadano troppo avanti, altrimenti fanno la patrimoniale” — aveva sollevato un polverone, ma l’ex premier ha smentito di averla mai detta. (ANSA)

Intanto Berlusconi può incassare un successo giudiziario: il tribunale di Sorveglianza di Milano ha deciso per la sua riabilitazione, annullando gli effetti della legge Severino. Se ora si tornasse a votare, sarebbe di nuovo candidabile. (Corriere Milano)

Nel frattempo Matteo Renzi — che ricordiamo sarebbe segretario dimissionario del suo partito, lui chiaramente non se lo ricorda — torna a dimostrarsi felicissimo di come il governo 5 stelle/Lega rovinerà il paese. In compenso, il Pd potrà fare opposizione. “Ma lo faremo rispettando sempre le Istituzioni.” (la Repubblica)

Come si sta nel Pd? Secondo Rosy Bindi il partito “dovrebbe essere sciolto.” (clip di Tagadà)

In occasione del quarantennale del rapimento e dell’omicidio di Aldo Moro si sono moltiplicate le iniziative editoriali per ricordare quei giorni convulsi e la figura di Moro stesso. Christian Raimo prova a fare il punto della situazione. (Internazionale)

Migrazioni

Su Lavoro Culturale è uscita una sintesi tradotta in italiano del rapporto di Forensic Oceanography, che ha studiato attentamente l’operato della guardia costiera libica nel Mediterraneo, a delineare una non dichiarata operazione “Mare Clausum,” volta a effettuare dei “respingimenti per procura” di chi cerca di raggiungere l’Italia.

Milano

Alcune case popolari di Lorenteggio sono così disastrate che ALER vuole abbatterle, sfrattando gli occupanti — ma senza aver prima elaborato il minimo piano su dove ricollocarli. Si tratta di una ventina di famiglie, in vari casi con bambini. (Milano Today)

La polizia sta indagando su una dozzina di militanti di Casapound, responsabili di una rissa per futili motivi in un locale di Corso Garibaldi. (la Repubblica Milano)

Cult

Iniziate a mettere da parte i risparmi: da fine anno prossimo si potranno comprare i robot da incubo di Boston Dynamics, una di quelle cose di cui il mondo aveva bisogno. (Quartz)

Il tunnel della Boring Company sotto Los Angeles è quasi pronto, e Elon Musk ha iniziato a offrire primi viaggi gratis per dimostrare l’avanzamento dei lavori. (Fortune)

A proposito di Elon Musk, anche la batteria gigante di Tesla costruita in Australia sembra dare i suoi frutti: in sei mesi di operatività avrebbe ridotto i costi del 90% rispetto alla rete elettrica ordinaria. (Electrek)

Gli scienziati credono di aver registrato l’onda più alta mai osservata dell’emisfero australe. Quanto era grande? Così. (BBC)

La NASA invierà un elicottero su Marte :O (Reuters)

Questi scienziati di Lipsia vogliono riprodurre in laboratorio il tessuto cerebrale di un uomo di Neanderthal a partire dal DNA di cellule staminali, per studiare le differenze con il comportamento del cervello dell’homo sapiens sapiens. (the Telegraph)

Le 20 migliori palme d’oro a Cannes di tutti i tempi, secondo il Guardian. (Rivista Studio)

L’Eurovision Song Contest rende le persone più felici, lo dice la scienza. (the New Yorker)

Ambiente

A diecimila metri di profondità marina si trovano ancora sacchetti di plastica. (the Independent)

* * *

Gif di Paul Windle

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

— FIN —

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi