Questo è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

Macerata

Mai stanco di scavare sempre più in profondità la fossa in cui si è infilato il centrosinistra, Matteo Renzi, intervistato su Rai 3, ha definito l’attentato di Macerata “un atto di razzismo devastante,” per poi aggiungere: “Non so se l’espressione terrorismo possa essere adattata a quanto è successo.” (la Repubblica)

Dato che ce n’è bisogno, ripetiamo: è stato terrorismo politico di matrice neofascista. (Valigia Blu, 4/02)

Ieri sera Forza Nuova ha tenuto nella città una manifestazione non autorizzata. I neofascisti, contestati dai contro-manifestanti, sono stati caricati dalla polizia. 15 sono finiti in questura. (il Resto del Carlino)

Intanto, decine di circoli Arci in tutta Italia hanno firmato un appello per manifestare questo sabato a Macerata, chiedendo alla direzione nazionale di revocare la sospensione della propria partecipazione. “L’antifascismo è un valore universale che deve appartenere a tutti e non rientrare in scontri tra fazioni.” (Dinamo Press)

Per farvi capire che aria tira, a Palermo una decina di militanti di Forza Nuova hanno inscenato una ronda su un autobus di linea. (la Repubblica)

Ovviamente, quello che è successo non ha influito minimamente sulle intenzioni di voto: a 23 giorni dalle elezioni, la coalizione di centrodestra è ancora stabilmente favorita. (la Stampa)

2 Shut 2 down

Il governo statunitense si è fermato per aspettare il singolo voto di Rand Paul. Il senatore, agitato per le spese che i democratici avevano strappato ai repubblicani, ha trattenuto il proprio voto sulla legge per il budget oltre la mezzanotte. Alla fine, sotto il fuoco del suo stesso partito, ha votato. (the New York Times)

La palla passa ora alla Camera. L’accordo per il budget era stato visto come una soluzione bipartisan di proporzioni storiche, ma i democratici della Camera ora sembra vogliano fare un passo indietro. (Vox)

Il gruppo parlamentare sembra deciso a garantire il proprio voto solo di fronte alla certezza di un voto che garantisca la cittadinanza ai Dreamers, i figli dei migranti sans–papiers. (Slate)

Mentre scriviamo queste righe, il governo è fermo da tre ore. Presto scopriremo se i democratici stanno solo mostrando i muscoli — sperando che il budget passi senza i soli voti della loro ala più progressista — o se fanno sul serio. (the Washington Post)

Mondo

Il conto delle vittime del terremoto nella Contea di Hualien a Taiwan è salito a 10 morti, 58 dispersi, e 267 feriti. Sono ancora tantissime le persone intrappolate dentro grandi palazzi parzialmente crollati. (Taiwan News)

Sono stati catturati in Siria gli ultimi due membri dei “Beatles” — una cellula speciale di quattro torturatori dello Stato Islamico provenienti dal Regno Unito. Sono accusati, tra le altre cose, di aver decapitato 27 ostaggi occidentali. (BBC News)

Peter Foster ha lo scoop di un memorandum del Labour britannico, secondo cui Corbyn, dovesse diventare Primo ministro, sarebbe disponibile al rientro del Regno Unito nell’unione doganale europea. Corbyn offrirebbe all’Unione, in cambio, pieni diritti di cittadinanza ai cittadini europei nel Regno Unito. (the Telgraph, dietro paywall)

Niente da fare: l’appello dell’ultim’ora di alcuni atleti russi che chiedevano di poter partecipare alle olimpiadi invernali, revocando il bando deciso dal Comitato Olimpico Internazionale, è stato respinto. (CNN)

La sorella di Kim Jong-un, Yo-jong, sarà in visita ufficiale al Sud per tre giorni, e incontrerà il presidente Moon Jae-in. È la prima volta dalla fine della guerra che un membro della famiglia regnante a Pyongyang oltrepassa il confine. (Korea Times)

È stata un’altra giornata nera per i mercati finanziari statunitensi, e quelli asiatici stanno seguendo a ruota. (the Guardian)

Nel dubbio, costruisci un muro: i repubblicani del Comitato per l’intelligence della Camera statunitense hanno chiesto che sia eretto un muro per separarli dai colleghi democratici. La costruzione potrebbe iniziare già questa primavera. (CBS News)

È in corso una guerra intestina al Vaticano per decidere come, o forse soprattutto chi dovrà, gestire il riavvicinamento tra la Chiesa e la Cina comunista. (Channel NewsAsia)

* * *

Vuoi ricevere Hello, World! tutte le mattine direttamente via email? Sostieni the Submarine e abbonati alla newsletter, per 3€ al mese o 20€ all’anno. In cambio, oltre alla tua rassegna stampa preferita direttamente in inbox, riceverai link e contenuti extra, e la nostra eterna gratitudine.

* * *

Italia

Secondo il rapporto Fuori campo di Medici senza frontiere, pubblicato ieri, diecimila persone in tutta Italia vivono al di fuori dei circuiti dell’accoglienza, in insediamenti informali (occupazioni, tendopoli, veri e propri ghetti), con limitato o nessun accesso a beni essenziali e cure mediche. (Internazionale)

Il Movimento 5 Stelle prova ad arrampicarsi sugli specchi per giustificare i numerosi plagi e le sciatterie del proprio programma elettorale. (il Post)

Forse il problema delle presentazioni iper-classiste dei licei, di cui scrivevamo ieri, sono le linee guida del Ministero dell’istruzione:

Anm, l’azienda dei trasporti napoletana, “è tecnicamente fallita e ci vorrebbe un miracolo per resuscitarla.” Ma come siamo arrivati a questo punto? (Napoli Monitor)

Milano

Siglato l’accordo per il terzo grattacielo di City Life: sarà il quartier generale della società di consulenza Pwc. (Milano Today)

Questioni di genere

Brotopia, il nuovo saggio della reporter Emily Chang, racconta attraverso studi e dozzine di interviste come la Silicon Valley sia completamente dominata da uomini. (the Verge)

Quando è arrivata in Corea del Sud, per il torneo di Starcraft 2 Intel Extreme Masters 2018, organizzato in occasione delle olimpiadi, Sasha “Scarlett” Hostyn ha scoperto di essere l’unica concorrente donna. Poi, ha vinto il torneo. (Polygon)

Cult

Una scuola elementare giapponese ha ordinato le nuove uniformi per gli alunni: saranno Armani e costeranno 80 mila yen (più di 700 euro) e i genitori non sono molto contenti. (the Guardian)

Qualcuno ha caricato su GitHub, una piattaforma di condivisione codice, il codice di avviamento di iOS 9, la versione di tre anni fa del sistema operativo di iPhone e iPad. Secondo Apple non dovrebbero esserci conseguenze per la sicurezza dei computer. (Quartz)

Facebook sta testando un pulsante downvote per la moderazione dei commenti. (TechCrunch)

Ovviamente questo sito dove guardare “deepfakes,” i video pornografici con i volti delle celebrità sostituiti attraverso intelligenza artificiale, usa il computer dei propri utenti per minare bitcoin. (Motherboard)

Ambiente

In tutti i fiumi, tutti i laghi, tutti i mari italiani ci sono le microplastiche. (Lifegate)

Nonostante l’Onu abbia chiesto di chiudere le centrali a carbone in funzione, la Polonia punta ad aumentarne esponenzialmente la produzione, con la complicità di molte grandi compagnie assicurative, tra cui il colosso italiano Generali. (il Fatto Quotidiano)

Ma se tutti i paesi del mondo costruissero le centrali a carbone che hanno in programma, l’obiettivo dei 2°C verrebbe sicuramente infranto. (the Washington Post)

Un nuovo studio della Stanford University scongiura il rischio di blackout in sistemi energetici alimentati al 100% da fonti rinnovabili. (Clean Technica)

Animali

Una studentessa statunitense è stata costretta a uccidere il proprio criceto di supporto emotivo perché la compagnia Spirit Air all’ultimo momento ha deciso di non ammetterlo a bordo, e non c’erano alternative per viaggiare insieme. (Miami Herald)

Cucina

La squadra olimpica norvegese in Corea del Sud ha pensato bene di ordinare il cibo traducendo con Google Translate. Risultato: 15 mila uova da smaltire, invece di 1500. (Atlas Obscura)

Fondo del barile

Cosa c’è esattamente sotto i capelli di Donald Trump? Queste raffiche di vento ci aiutano a formulare una risposta. (the Guardian)

***

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

— FIN —

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi