Questo è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti e Kuwait hanno consigliato ai propri cittadini di non viaggiare in Libano, o di andarsene il prima possibile. Nel paese dei cedri la tensione politica è sempre più alta, mentre il primo ministro dimissionario Hariri non è nemmeno tornato. (Al Jazeera)

Con buone basi, il governo libanese è convinto che il primo ministro sia detenuto da Ryadh, e ha chiesto ai sauditi il suo rilascio. (Reuters)

Di certo, la decisione di Hariri non è stata autonoma, né programmata. L’analisi di Robert Fisk, uno dei maggiori esperti della regione. (the Independent)

Nel frattempo, ha fatto una visita a sorpresa in Arabia Saudita Emmanuel Macron. Storicamente, la Francia ha importanti legami politici e diplomatici con il Libano. (Reuters)

L’operazione è opaca, ma il nemico è chiaro: l’Iran, e i suoi alleati libanesi Hezbollah. Il sospetto è che i sauditi stiano cercando di fomentare un nuovo conflitto tra Beirut e Tel Aviv. (Eastwest)

Mondo

Le reporter Stephanie McCrummen, Beth Reinhard, e Alice Crites del Washington Post hanno raccolto testimonianze di molestie sessuali nei confronti di minori da parte di Roy Moore, candidato senatore repubblicano in Alabama. (the Washington Post)

Sembra essere un altro segreto di pulcinella. In tanti nel partito repubblicano stanno spingendo perché Moore, un fondamentalista cristiano vicino a Steve Bannon, si faccia da parte. (Vox)

Ma in Alabama si vota tra poco più di un mese, e il partito non può più cambiare candidato — il limite legale per cambiarlo è 76 giorni. Lo scandalo potrebbe portare alla vittoria il democratico Doug Jones: sarebbe il primo senatore democratico dell’Alabama da vent’anni.  (Al.com)

Finalmente si parla anche delle molestie di Louis C.K., comico statunitense che ha fatto l’atteggiamento predatorio parte della propria personalità pubblica, e che non ha mai pagato le conseguenze del suo comportamento. (the New York Times)

Di fronte ai giudici della corte suprema spagnola, la presidente del parlamento catalano Carme Forcadell avrebbe definito la dichiarazione di indipendenza dello scorso ottobre come “soltanto simbolica.” (El Paìs)

Insieme ad altri 4 parlamentari, Forcadell è stata arrestata, ma è libera su cauzione. (Reuters)

I media cinesi sono entusiasti di com’è andata la visita di Donald Trump. (the Guardian)

Adesso è la volta del Vietnam, dove il presidente parlerà di fronte al summit dell’Apec (Asia-Pacific Economic Co-operation). (BBC)

Dei ladri hanno rapinato la residenza di un diplomatico nordcoreano in Pakistan. Dalla quantità di alcolici e superalcolici di cui ha denunciato il furto le autorità sospettano l’uomo operasse nel mercato nero. (BBC)

Dall’anno prossimo il Vaticano smetterà di vendere sigarette. Sì, il Vaticano vende sigarette tax free. (the New York Times)

L’inadeguatezza della risposta al problema dell’inquinamento è uguale in tutto il mondo: come a Delhi, la città più inquinata del mondo in questo momento, dove la settimana prossima il traffico circolerà a targhe alternate. 🙄 (Hindustan Times)

Un esplosione nello shipbreaking yard di Gadani, in Pakistan, ha provocato 31 morti e 58 feriti. (Shipbreaking Platform)

Italia

Roberto Spada è stato arrestato per l’aggressione al giornalista Daniele Piervincenzi. L’accusa è di lesioni aggravate da contesto mafioso. (ANSA)

Al Festival della Letteratura di Pescara Grasso parla della propria rottura con il partito di Renzi: “Il vero Pd era quello di Bersani insieme a Sel, quello del bene comune. Non so se sono uscito io dal Pd oppure è il Pd che non c’è più.” Ma interrogato sulla possibile candidatura, frena: “Devo vedere, per ora ascolto.” (la Repubblica)

18 commercianti si sono opposti al pizzo di Cosa Nostra a Palermo, nel Borgo Vecchio, rendendo possibile 17 arresti che hanno decapitato il clan che controllava la zona. (la Repubblica Palermo)

Migrazioni

L’Ong tedesca Sea-Watch ha diffuso un video in cui dà prova del comportamento violento della Guardia costiera libica ai danni dei migranti durante le operazioni di salvataggio.

Secondo Sea-Watch, i libici sono responsabili della morte di cinque persone durante l’operazione in questione, lunedì scorso. (Middle East Eye)

Cult

Rian Johnson, uno dei nostri registi preferiti e autore del prossimo Guerre Stellari, deve essere piaciuto molto anche a Disney, che gli ha commissionato una intera trilogia di spin off della serie. (the Verge)

I dinosauri non si sono estinti solo per colpa di un meteorite — il meteorite ha anche colpito la Terra proprio nel punto giusto: se si fosse schiantato altrove probabilmente sarebbero sopravvissuti :( (the Washington Post)

Netflix lo scorso agosto ha acquisito la casa editrice di fumetti Millarworld e sì, dall’anno prossimo inizierà a testare alcune delle proprie idee per franchise sotto forma di fumetti prima che serie tv. (Quartz)

YouTube ha iniziato a filtrare i video disturbanti per bambini dalla propria app per bambini, YouTube Kids. Un passo nella direzione giusta, anche se i video continueranno ad apparire nell’app principale. (the Verge)

Ambiente

Fate coincidere parole e fatti” ha detto alla COP23 Sophie Kivlehan, la nipote di uno dei climatologi e attivisti più importanti del mondo, James Hansen. (Italian Climate Network)

Storia di Jerry Taylor, il repubblicano climate skeptic che si è convinto dell’esistenza del global warming. (Mother Jones)

Una nube radioattiva è stata rilevata sull’Europa da un ente di monitoraggio francese, probabilmente dovuta a un incidente in Russia o in Kazakhstan. Ma non ci sarebbero pericoli per la salute. (the Guardian)

Giornalismi

Dalla settimana prossima pagina99 non uscirà più in edicola ma solo online. Ma ancora sotto forma di pdf, perché è una cosa che ha senso. (No, non ha senso) (pagina99)

***

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

 

— FIN —

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi