Questo è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

In Virginia e New Jersey i democratici hanno ottenuto le prime solide vittorie elettorali dall’elezione di Trump. (the New York Times)

La sconfitta di Ed Gillespie, il candidato repubblicano in Virginia, dimostra che il trumpismo, senza Trump, non funziona. (Vox)

Per la prima volta il partito ha avuto il coraggio di dimostrarsi davvero vicino a minoranze e working class, e i risultati si sono visti:

La democratica Danica Roem, invece, è la prima deputata transgender della storia degli Stati Uniti. Roem farà sloggiare Bob Marshall, che deteneva il posto dal 1992 e che aveva firmato la legge per vietare alle persone trans di usare il bagno di loro scelta. (the Washington Post)

A Hoboken è stato eletto il primo sindaco Sikh — con turbante — degli Stati Uniti: Ravi Bhalla. (NJ.com)

Il liutenant governor della Virginia — una carica che potremmo chiamare vice-governatore — è stata vinta dall’afroamericano Justin Fairfax. (the Washington Post)

Il procuratore distrettuale di Philadelphia sarà l’avvocata civilista Larry Krasner, famosa per aver portato più volte in tribunale le forze di polizia locali per vari abusi. (ABC News)

Chris Hurst, giornalista compagno di Alison Parker reporter uccisa in diretta tv durante l’agosto 2015, ha sconfitto il repubblicano Joseph R. Yost, candidato vicinissimo alla NRA, con una piattaforma esclusivamente dedicata alla regolazione delle armi da fuoco. Sarà deputato. (the Guardian)

Anche il sindaco di New York, Bill De Blasio, è stato riconfermato con una larghissima maggioranza. (the New York Times)

Dalla Virginia potrebbe iniziare una svolta per il Partito democratico. (the Huffington Post)

Mondo

Nel frattempo, Trump continua il proprio viaggio in Asia: di fronte al parlamento sudcoreano ha lanciato l’ennesimo avvertimento a Pyongyang (BBC), ora è il turno della Cina, dove il presidente statunitense si reca in visita per la prima volta. (the Independent)

Ma vi ricordate di quando soltanto a pronunciare “China” Trump era diventato un meme? Cos’è rimasto della rivalità commerciale tra Pechino e Washington? (Bloomberg)

Mentre dai Paradise Papers spuntano i nomi del principe Carlo e di Steve Bannon, un buon commento complessivo sulla vicenda, a fumetti. (the Guardian)

I ribelli yemeniti Houthi si sono detti disposti a dare asilo politico ai membri della famiglia reale e del governo arrestati in Arabia Saudita. (the New Arab)

Ma come si sta in carcere, in Arabia Saudita? Bene, quando il carcere è il Ritz Hotel di Ryadh. (Quartz)

La “vedova nera” di Kyoto, una donna settantenne accusata di aver ucciso il proprio marito e due compagni con pillole di cianuro, è stata condannata a morte. (the Asahi Shimbun)

È stata una parata soprattutto nostalgica, la manifestazione nel centro di Mosca per celebrare i cent’anni della Rivoluzione. (la Stampa)

Italia

È stato bello finché è durato: Cateno De Luca, Udc, appena eletto all’assemblea regionale siciliana con la coalizione di Musumeci, è stato arrestato per evasione fiscale. (la Repubblica Palermo)

La seconda puntata di Predappio Toxic Waste Blues, il reportage narrativo di Wu Ming 1, è online su Giap.

Il ministro dei trasporti Delrio ha stabilito che entro tre-quattro anni le grandi navi da crociera non passeranno più davanti a San Marco, ma approderanno a Porto Marghera attraverso il canale di Malamocco. Critiche le opposizioni. (la Repubblica)

Renzi è sulla difensiva dopo le voci di fronde interne e gli inviti più o meno espliciti a farsi da parte. Ma sulla futura campagna elettorale non esclude che il nome del candidato premier sia quello di Gentiloni. (la Stampa)

Milano

Nuovi guai giudiziari per l’ex vicepresidente della regione e consigliere di Forza Italia Mario Mantovani: indagato per peculato, la Guardia di finanza gli ha sequestrato beni per oltre un milione di euro. (MilanoToday)

Questioni di genere

La soluzione contro il revenge porn di Facebook è la proposta più da tech bro possibile: condividere le proprie foto provocanti con Messenger, così che Facebook possa indicizzarle e bloccarne eventuali ripubblicazioni. (the Verge)

Cult

Ora potete ufficialmente scrivere le vostre battute che non fanno ridere su Twitter impiegando il doppio dei caratteri. (TechCrunch)

(A meno che non usiate Twitter in cinese.) (Quartz)

A fare concorrenza a Netflix ormai c’è solo il sonno, e nel caso della seconda stagione di Stranger Things vince sicuramente il sonno, che è pure gratis. (Rivista Studio)

Grazie a questa app non vi troverete mai più in un McDonald’s con la macchina per fare il gelato rotta. (TIME)

Ambiente

Alla COP23 di Bonn la Siria ha fatto sapere che firmerà gli accordi di Parigi. Solo un paese è rimasto fuori, indovinate quale. (the New York Times)

A proposito della COP23, la parola d’ordine è “Talanoa,” che in linguaggio figiano vuol dire “parliamoci con il cuore.” (Lifegate)

Il governo del Regno Unito è stato citato in giudizio per l’inquinamento dell’aria. È la terza volta che accade. (the Guardian)

Animali

Paddles, il gatto della prima ministra neozelandese Jacinda Arden, molto celebre sui social, è stato investito da un’auto :( (the Guardian)

***

 

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

— FIN —

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi