Questo è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

Maroni e Zaia giocano al poliziotto buono e poliziotto cattivo: il governatore lombardo ha espresso disappunto per la richiesta del collega veneto, che dopo il referendum pretende una modifica all’articolo 116 della Costituzione, e quindi lo statuto speciale. (la Repubblica)

Il risultato del voto in Veneto è da prendere molto sul serio: è figlio di un “sentimento di alterità e desiderio di autogoverno” che arrivano da molto lontano. (VICE)

Secondo il governo la proposta veneta è “irricevibile.” Non è chiaro se la strategia di Maroni, più pragmatica ma anche più modesta, considerata la mezza sconfitta, porterà a frutti diversi. (Il Sole 24Ore)

Secondo il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Bressa “l’atteggiamento di Zaia è pericoloso: se tutti facessero come lui non ci sarebbe più la Repubblica italiana,” ed è difficile dargli torto. Fuori dal dibattito da bieca campagna elettorale, eventualmente si dovrà discutere del senso dello Stato dei partiti che stanno soffiando su questo fuoco. (la Stampa)

Il Pd ha capito di aver sbagliato tutto? No, con Renzi che in preda alla furia creativa annuncia giganteschi tagli alle tasse dopo le prossime elezioni. (Ma il partito di Renzi non è al governo? 🤔) (il manifesto)

Il disastro tecnico dei tablet per il voto in Lombardia è stato un pessimo esordio per le “voting machine” in Italia, ma la loro diffusione sembra inevitabile. Ma ci si può fidare? E qual è la storia dell’ingegneria del broglio? (Quartz)

Mondo

Con l’inclusione del suo “pensiero” in costituzione, Xi Jinping è il leader cinese più potente della storia moderna, dopo Mao Tse-Tung. (BBC)

Il dissidente di Hong Kong Joshua Wong, uno dei leader della “rivoluzione degli ombrelli,” è stato liberato su cauzione. (TIME)

Tra Stati Uniti, Messico e Canada sono 238 le offerte ricevute da Amazon per lo stabilimento di un secondo quartier generale nell’America del Nord. (Reuters)

La situazione a Porto Rico, in dieci foto raccolte da Quartz.

Dopo cinque anni è finalmente emerso il video dell’operazione della D.E.A. in Honduras che causò la morte di cinque civili. L’agenzia ha per anni sostenuto di non aver infranto nessun protocollo quel giorno, ma le immagini raccontano una storia diversa. (the New York Times)

Lo Stato Islamico è accusato dell’esecuzione di almeno 128 civili nella città di Al-Qaryatayn, riconquistata sabato scorso dall’esercito di Assad. (Al Jazeera)

In Sudafrica, l’apartheid economico non è mai finito. (the New York Times)

Il Regno Unito si prepara a schiacciare l’acceleratore diplomatico per arrivare all’incontro di dicembre del Consiglio europeo in condizioni di superare lo stallo della prima fase di trattative. (Politico)

La posizione di May è debolissima dopo un leak che la dipingeva disperata, costretta a chiedere aiuto a Juncker per sbloccare la situazione. La fuga di notizie, che potrebbe mettere in discussione la leadership di May, è un problema non da poco per la Brexit — e Merkel è furibonda. (the Times, con paywall)

Con l’approvazione del pubblico ai minimi storici, Shinzo Abe ha stravinto le elezioni in Giappone. Il suo segreto? Non avere praticamente concorrenti. (the New York Times)

La Cina si prepara a chiudere per i prossimi giorni tantissime fabbriche, per ispezioni sui livelli di inquinamento emessi. (NPR)

Italia

Gli incendi in Val Susa sono un’occasione per ricordare che la lotta contro le “grandi opere” è anche una lotta contro il cambiamento climatico. (Giap)

Su ordine della procura di Trapani, la nave di Save the Children Vos Hestia è stata perquisita nel porto di Catania. L’accusa è sempre quella di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. (il manifesto)

Cult

Dormite poco? È probabile sia colpa di tutti gli schermi che guardate tutto il giorno. Un po’ come in questo momento. (ACSH)

La tesi di dottorato di Stephen Hawking, scritta nel 1966, è stata resa per la prima volta disponibile su internet, e talmente tanta gente ha voluto consultarla da mandare in crash il sito di Cambridge. (the Guardian)

Ambiente

In questi giorni si è parlato tanto di smog, ma cosa c’è nello smog e perchè è dannoso? (Lifegate)

Giornalismi

La giornalista siriana Waad al-Kateab ha vinto il prestigioso Rory Peck Award per i suoi reportage dall’ultimo ospedale funzionante di Aleppo prima della caduta della città. (Middle East Eye)

Facebook si prepara a distruggere l’industria dei media, capitolo ennesimo: questa volta il social network ha testato un news feed separato in cui confinare tutti i post non sponsorizzati delle pagine — rendendoli di fatto invisibili agli utenti e causando un crollo delle interazioni dal 60 all’80%. (Tech Crunch)

Animali

Anche nel 2017 è arrivato il momento di incoronare l’uccello dell’anno in Nuova Zelanda: questa volta ha trionfato il kea, l’unico pappagallo di montagna. (the Guardian)

Cucina

Niente più Soylent in Canada: secondo gli enti regolatori, non soddisfa i requisiti per essere un sostitutivo del pasto. (Ars Technica)

Nei boschi della provincia di Yunnan, in Cina, è stato trovato il fungo più grande del mondo: è alto quasi un metro e sì, è commestibile 😋 (South China Morning Post)

***

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

— FIN —

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi