Questo è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

Il primo ministro giapponese Shinzo Abe ha ufficialmente sciolto il parlamento. (the Japan Times) Lunedì scorso aveva annunciato elezioni anticipate. (BBC News)

Abe mira ad incassare una vittoria facile malgrado un anno durissimo per la propria amministrazione, travolta da uno scandalo dietro l’altro: con il partito democratico giapponese in piena ristrutturazione e la minaccia della Corea del Nord, l’elettorato certamente gli confermerebbe il mandato. (Quartz)

L’annuncio da parte di Yuriko Koike di candidarsi con una nuova formazione politica — il “Partito della speranza” — ha scosso i sondaggi, ma Abe sembra sempre solidamente in testa alla corsa. Koike, già prima sindaca di Tokyo, sarebbe la prima PM donna del paese. (Nikkei Asian Review)

Nel corso delle ultime 36 ore un fiume di transfughi dal partito democratico e dal partito liberaldemocratico di Abe — sempre più conservatore — sembra mettere in scena una replica delle elezioni di Tokyo, dove l’allora lista civica di Koike aveva travolto il LDP. (the Asahi Shimbun)

Sebbene l’ingresso di membri del partito di Abe trascini la piattaforma di Koike verso destra — in quello che la candidata definisce tuttavia “un centro tollerante,” tagliando i ponti col proprio passato belligerante — si tratta in ogni caso di una novità politica senza precedenti nella politica giapponese. (the Diplomat)

La vittoria di Koike è quasi impossibile — le elezioni si terranno tra meno di un mese, il 22 ottobre. Ma la fiancata potrebbe essere sufficiente per costringere Abe alle dimissioni. (the Wall Street Journal)

Mondo

Nonostante le affermazioni dei genitori, secondo il coroner non ci sono chiari segni di tortura sul corpo di Otto Warmbier. (BBC)

Dopo Bali, anche a Vanuatu un vulcano rischia di eruttare, costringendo 11 mila persone a evacuare. (the Guardian)

La Corea del Sud si aspetta ancora più provocazioni da parte del Nord verso metà ottobre. (Reuters)

I vertici dell’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni si sono detti “scioccati e preoccupati” per l’entità degli stupri commessi contro le donne rohingya in Myanmar. (Al Jazeera)

Rappresentanti delle Nazioni Unite arriveranno in Rakhine proprio oggi per osservare la situazione. (the Straits Times)

I primi risultati del referendum per l’indipendenza in Kurdistan indicano oltre il 92% di Sì. (Rudaw)

E le reazioni non si sono fatte attendere: dopo Iran e Iraq, anche la Turchia ha annunciato il blocco aereo verso la regione. (Kurdistan24)

È stato trovato morto a soli 38 anni Paul Horner, autore di alcune delle più diffuse fake news pro-Trump durante la campagna elettorale presidenziale. (the Guardian)

Il ritorno in miniera australiano ha conseguenze impreviste, tra cui un’epidemia di dipendenza alle metanfetamine. (the New York Times)

Italia

I principali quotidiani statunitensi hanno scritto estensivamente degli accordi tra lo stato italiano e i trafficanti libici per fermare le partenze. Colpisce il silenzio della stampa italiana, dopo mesi di campagna di stampa contro le presunte collusioni tra Ong e scafisti. (il Post)

Il codice antimafia è legge: tra le novità più importanti, l’estensione delle misure di prevenzione anche per chi commette reati contro la pubblica amministrazione, e l’istituzione di un fondo a sostegno delle aziende sequestrate. (la Repubblica)

Per capire come faranno le forze politiche più o meno cripto-fasciste a trionfare alle prossime elezioni, leggete questo reportage da Borgo Mezzanotte, nel foggiano, dove il Cara è praticamente inghiottito da una baraccopoli in cui vivono i migranti sfruttati nei campi dalle mafie, e i residenti vorrebbero autobus riservati ai bianchi. (la Stampa)

Questioni di genere

È scandalo per una sentenza della corte di Delhi secondo cui un “no sommesso” non è sufficiente per indicare la mancanza di consenso in un rapporto sessuale. (the Guardian)

Cult

È morto a 91 anni Hugh Hefner, iconico fondatore di PlayBoy. (TIME)

Storia naturale dell’abito nuziale. (JSTOR Daily)

Riconoscete questo pianeta? È la Terra, vista da un punto di vista diverso dal solito. (the New York Times)

La Terra ospitava vita da molto prima di quanto si pensasse precedentemente: ricercatori giapponesi hanno trovato tracce di attività microbica in grafite vecchia 3,95 miliardi di anni. (the Atlantic)

Hollywood proverà a rovinare anche Your Name. (the Hollywood Reporter)

Mentre si infiamma la campagna per pretendere la messa al bando di Trump da Twitter emergono i primi indizi di come la Russia abbia condotto la propria operazione di propaganda anche sul servizio. (the New York Times)

Come prepararsi alla guerra atomica: ve lo spiegano i sudcoreani

***

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

— FIN —

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi