Questo è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

Il giorno in cui internet cacciò i fascisti

In un concerto di account bloccati, cambiamenti di policy, e siti irraggiungibili, un gruppo di multinazionali e start–up “liberal” hanno deciso che su internet non c’è spazio per i nazisti.

Apple ha annunciato di aver bloccato il proprio sistema di pagamento online sui siti di estrema destra, e che procederà con due donazioni da 1 milione di dollari verso il Southern Poverty Law Center e l’organizzazione ebraica Anti-Defamation League, che aveva per prima suonato il campanello d’emergenza mesi fa, aggiungendo Pepe the frog ai simboli di odio razziale. (BuzzFeed News / the Submarine)

PayPal ha bloccato l’account del noto agitatore nazista Richard Spencer. (the Huffington Post)

Squarespace, una piattaforma di sviluppo siti web che non richiede conoscenze informatiche e per questo molto diffusa tra gruppi e blogger di estrema destra, ha annunciato che chiuderà tutti i siti. (the Verge)

Discord, un servizio di chat per videogiocatori ma in uso per qualsiasi tipo di conversazione gruppo, diffusissimo su Reddit e per ospitare il “centro operativo” degli autori dei meme pro-Trump online, ha annunciato la chiusura del server dove una parte sostanziale del movimento della “Alt-Right” si organizzava quotidianamente. (Mashable)

Ieri persino il servizio di hosting GoDaddy aveva annunciato di aver deciso di bandire il sito nazista Daily Stormer. (E GoDaddy non è propriamente nota per essere un’azienda progressista.) (The Verge / dagli archivi, Gawker)

Di fatto impedire l’accesso a internet a un gruppo, per ragioni politiche, può sembrare strano e dare fastidio — come testimonia la lettera incredibilmente acida e genuina dell’amministratore di Cloudflare — ma è non è solo un atto giusto, ma necessario per la sanità di internet. (Gizmodo)

Quartz sta tenendo il conto delle aziende che stanno cacciando i nazisti.

Alla fine, dopo non aver trovato nessun hosting disposti a ospitarli, il Daily Stormer è stato costretto a spostarsi nel dark web. Gli amministratori — direttamente accusando in turpiloquio i presunti autori ebraici della messa al bando degli account — hanno spacciato lo spostamento come una vittoria, ma la molto maggiore difficoltà nell’accedere al portale porterà naturalmente a un crollo di visualizzazioni. (Motherboard)

Ancora online, Breitbart del BFF del presidente Steve Bannon, un sito che  vorrebbe avere la faccia più pulita rispetto all’esplicitamente neo-nazi Daily Stormer, ma che comunque per sicurezza segna nei titoli quando una persona è di origini ebraiche, con la scusa / accusa di essere “globalista.”

Mondo

Restiamo calmi: per la Cina la possibilità di uno scontro armato tra Corea del Nord e Stati Uniti semplicemente “non è un’opzione.” (SCMP)

“Solo la Costituzione chavista può evitare una guerra civile in Venezuela.” Paco Martinez intervista il sociologo venezuelano Edgardo Lander. (il Manifesto)

Com’è il clima negli Stati Uniti, pochi giorni dopo Charlottesville? È che su Teen Vogue si scrivono explainer per raccontare cosa sia il fascismo. (Teen Vogue)

Intanto, l’Università della Virginia ha “riconquistato” i propri spazi dove avevano marciato i suprematisti bianchi e nazisti, con una lunga manifestazione notturna.

L’autore del malware che ha attaccato i server dei Democratici durante la campagna elettorale statunitense del 2016 starebbe collaborando con l’FBI. (Newsweek)

Steve Bannon ha chiamato un giornalista del progressista American Prospect per sfogarsi un po’ e si è dimenticato di chiedere di tenere tutto off the record, whoops. (the American Prospect)
Davvero. (Axios)

Ma Trump era stato votato anche da tanti elettori che in precedenza avevano votato Obama. Ma chi sono queste persone? 😮 (the New York Times)

A Tokyo sono sedici giorni che piove, e per i prossimi giorni è prevista: pioggia. (the Asahi Shimbun)

Italia

La guardia costiera spagnola sta cercando di rimediare all’assenza delle Ong causata dalle politiche razziste del governo italiano, ma i precedenti della Spagna nell’accoglienza non fanno affatto sperare bene. (BBC)

I genitori di Giulio Regeni visiteranno il Cairo entro il prossimo ottobre, per continuare la propria campagna di pressione contro il silenzio del governo di el-Sisi. (la Repubblica)

Crowdfunding

Stiamo facendo una campagna di crowdfunding per riuscire a tenere a galla the Submarine anche l’anno prossimo: se ti piace il nostro lavoro, prendi in considerazione l’idea di donarci 5 € su Produzioni dal bassoGrazie mille 💘

Cult

Uno dei fondatori di Netflix vuole farvi andare al cinema tutte le volte che volete, per 10 dollari al mese. (Quartz)

Il dinosauro più strano della Storia è ancora più strano di prima. (the Guardian)

Le vite assurde degli streamer che giocano su Twitch per pagarsi l’università. (the Verge)

Nestle ha messo in vendita cioccolato alla nocciola senza nocciole 🤔 (Reuters)

Attenti quando sorridete: chi usa smiley nelle comunicazioni di lavoro è spesso considerato “stupido.” (the Next Web)

Il sedici settembre si consuma la battaglia per i cuori dell’America bianca: lo stesso giorno a Washington ci saranno una manifestazione a favore di Trump e un corteo di juggalo. (MetalSucks)

Ambiente

Nel 1991 la Shell aveva preparato un documentario sugli effetti del global warming, ma poi non è mai stato pubblicato. (the Correspondent)

Animali

Dopo due settimane di ricerca, è stata ritrovata la tartaruga gigante che era scappata dallo zoo dell’Okayama. Era nascosta in un cespuglio, 140 metri fuori dallo zoo. (Japan Times)

***

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

 

— FIN —

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi