Dentro l’atelier rétro industriale di Duilio Forte

DIAFRAMMA || Questo mese, un’edizione speciale: tutti i giorni un progetto tratto dal corso di Fotografia per l’Architettura presso la Scuola di Architettura e Società del Politecnico di Milano.

a cura di Nicolò Piuzzi

Eastern milano nordic Milano è un progetto di Giovanni Emilio Galanello

Disorientati. Giunti sul luogo, all’ingresso dell’Atelier Forte, la cognizione di tempo e luogo svanisce. 

Varcata la soglia, non si è più a Milano; si compie un processo di scomposizione dell’essere e di ricomposizione in una dimensione che non è quella solita. Ogni legame con ciò che “sta intorno,” con la città, viene frantumato.

Un salto spazio-temporale, indietro e avanti nel tempo; la percezione di non essere veramente in nessun posto, ma in più posti, più dimensioni, comunicanti tra loro, e slegate dal mondo. 

L’Uomo abita il luogo, ma è una comparsa; un fantasma che si aggira per le stanze, per i luoghi che compongono l’Atelier, con la sensazione di essere viaggiatori in una terra straniera, popolata da creature sconosciute, con corpi fatti di ferro e legno, di chiodi e saldature.
Fondato nel 1998 da Duilio Forte, un artista e architetto Italo-Svedese, l’Atelier è un laboratorio di ricerca, progetto e realizzazione sia di architetture che di sculture.
giovanni_galanello-1-2 giovanni_galanello-3 giovanni_galanello-5 giovanni_galanello-6 giovanni_galanello-7
— FIN —

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi