Questo è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

Lo sapevate che in Francia si vota? In Francia si vota

Com’è successo che il partito socialista francese si è fatto distruggere così tanto. L’analisi di Kim Willsher. (the Guardian)

Meno male che sull’Unita.tv Mario Lavia ci spiega perché i socialisti in Francia starebbero scomparendo: ovviamente è perché non hanno fatto il Partito democratico francese 🙄 (Unita.tv)

Nel caso non fosse chiaro, diffidate di tutti gli editorialini facilini che trovate oggi online: l’unica cosa sicura, a queste elezioni, è l’incertezza. (the New York Times)

I francesi del Canada hanno votato già ieri, con lunghe code ai seggi e fino a due ore di attesa. Ed è solo il primo turno! (France Info)

Se masticate il francese qui tutto il giorno ci sarà la diretta di le Monde.

Se invece volete sapere qualcosa di più sui candidati, leggete la nostra guida.

Mondo

Con la solita spacconeria, la Corea del Nord si dice pronta ad affondare una nave statunitense nel Pacifico con un solo attacco. (Reuters)

E l’Australia dovrebbe stare attenta a seguire gli Stati Uniti nella loro politica aggressiva verso la Corea del Nord, perché “sono nel raggio entro cui possiamo lanciare attacchi nucleari.” (the Guardian)

La Cina sta cercando di fare da paciere tra le due teste calde, arrivando al punto di bandire l’argomento dai media nazionali. (the New York Times)

Trump è il presidente con l’approvazione più bassa entro la fine dei propri 100 giorni, ma la sua base regge. (the Washington Post)

La posizione di Beijing sulla riforma elettorale di Hong Kong: “Ora non posso, scusa, facciamo un’altra volta?” Ma un’altra volta = la prossima decade. (SCMP)

Il re saudita Salman con una serie di decreti reali ha ristabilito tutti i bonus per i militari e gli operatori del servizio civile, tagliati lo scorso settembre per via del calo dei prezzi del petrolio. (Middle East Eye)

Migliaia di persone hanno protestato contro l’AfD, mentre i delegati del partito a Colonia decidevano di rigettare la proposta della leader Frauke Petry — che non correrà alle prossime elezioni — e di rifiutare qualsiasi ipotesi di compromesso con gli altri partiti. (BBC)

Italia

Voi andate a votare alle primarie del Pd? Io non so, sembra sarà un po’ un mortorio.
Le proiezioni si fermano a un milione di votanti, e Emiliano e Orlando sono allarmati. Renzi invece, potrebbe anche accontentarsi. Se prendi tre voti ma in totale ce n’erano 5, hai fatto il 60%! (la Repubblica)

È morto il ciclista Michele Scarponi, travolto da un camion mentre si allenava a Filottrano, vicino a Ancona. (Voce di Napoli)

“I campi profughi sono come campi di concentramento,” ha ripetuto ieri al Santuario dei martiri papa Francesco. (Corriere della Sera)

Fino a 70 mila tonnellate di rifiuti domestici andranno quest’anno da Roma all’Austria, in treno, per essere sfruttati per produrre energia elettrica. (BBC)

Cult

L’influenza dell’immaginario sovietico sulla moda russa contemporanea. (the New York Times)

A pesca con i droni. (TechCrunch)

Il nuovo Unicorn Frappuccino di Starbucks è molto popolare ma super stressante da preparare, e i baristi non sono molto contenti. (Global News)

Rachel Cooke del Guardian fa quattro chiacchiere con la nostra preferita Jessa Crispin su come fare il femminismo nel Ventunesimo secolo e come non farlo. (the Guardian)

L’hot take più freddo della settimana: Google è un monopolio, va smembrato. (Hanno ragione) (the New York Times)

Scienza

A post shared by Patricia Carey (@pmcarey) on

E altri bellissimi cartelli dalle manifestazioni della March for Science. (Quartz)

Animali

Mike Pence incontra la fauna australiana. (Reuters)

Perché ai gatti piace infilarsi negli spazi ristretti? La scienza risponde. (the Washington Post)

 

***

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

— FIN —