Sembrerebbe bello, nuovo e interessante. E invece la faccenda è un po’ la solita.

FFC-Acrush è un gruppo di 5 ragazze cinesi. Sono giovanissime – la più piccola ha 18 anni – e a causa del loro aspetto particolarmente maschile hanno fatto scandalo perché a giudicare dalle apparenze sembrano una boy band. Di recentissima formazione, hanno ottenuto in un anno 900 mila followers su Weibo, la versione cinese di Twitter.

Hanno fatto un tour “per ringraziare i fan” del loro supporto tra le università cinesi e le loro performance hanno preso il nome di “Husband Exhibition.” Il termine husband viene usato dalle ragazze per riferirsi ai propri idoli di sesso maschile: per esempio Justin Bieber viene chiamato husband, fantasticando su un possibile futuro matrimonio.

Ma le 5 ragazze preferiscono non inserirsi in categorie di genere, non sono né ragazzi né ragazze, si definiscono handsome youths, che è un termine privo di limitazioni di sesso.

Sembrerebbero essere quindi totale libertà, fuori da ogni tipo di definizione.

Sarebbe bello, nuovo e interessante. E invece la faccenda è un po’ la solita. Zhou Xiaobai è il loro agente e dopo anni di ricerche di voci femminili particolari ha deciso di rivolgersi verso chi aveva attitudini tipicamente maschili, ma nessuna ragazzina aveva il coraggio di imporsi come icona gender-free. Nel 2005 l’agente nota per la prima volta Li Yuchun al talent Super Girl – che poi per altro ha vinto – l’ha presa sotto la sua ala e ne ha fatto l’ispiratrice della band androgina.

Poi, un anno fa, Zhou ha iniziato a cercare in giro per il paese altre possibili candidate per il suo progetto discografico. A settembre 2016 ne ha trovate 10 e dopo due mesi di training è nato Acrush, composto da Lu Keran, An Junxi, Peng Xichen, Min Junqian, Lin Fan. Insomma Zhou ha creato una vera e propria industria di gruppi unisex.

Ma c’è dell’altro: le 5 ragazze sono obbligate a giocare a calcio — che faccia parte del training di cui sopra?

Sono infatti calciatrici del Fantastic Football Confederation che è un vero e proprio brand. Tutti i membri FFC devono imparare a giocare a calcio e devono inserire elementi che riguardano il calcio nei loro video musicali. Secondo Wang Tianhai che è a capo di FFC, lo sport serve per far passare il messaggio che le Acrush sono “sane e piene di energia positiva” inoltre è lo stesso governo cinese ad aver posto l’accento sull’importanza dello sport. Lu Keran è contenta di giocare a calcio “anche se a volte ci facciamo male” ha detto.

Ma che musica fanno?

Non si sa: il video di debutto uscirà a fine aprile e per ora su internet girano solo alcuni video fatti dai fan. Si inseriscono nel macrogenere che unisce K-pop e C-pop, che musicalmente ricorda da vicino il pop statunitense di 15-20 anni fa, ma più vistoso e colorato. Ci sono tutti: Jesse McCartney, Christina Aguilera, Michael Jackson, Nicki Minaj, Ariana Grande.

Volendo anche Luca Dirisio, ma questa è un’altra storia.

Come tradizione vuole per il pop ci si rende facilmente conto che le trame delle canzoni e quindi dei video sono solo semplici struggenti storie d’amore finite male, con tanto di flashback di quando invece andava tutto bene. Le ambientazioni sono varie, l’importante è che siano coloratissime e che ogni due secondi ci sia almeno un balletto.

Lo scalpore che è nato dalla finta boy band non deriva quindi tanto dall’inaspettata sorpresa che non si tratta affatto di un boy band ma perché la scelta è controtendente rispetto allo stile del C-pop: niente gonnelline scosciate e calze da scolaretta fino alle ginocchia, niente set super colorati e capelli con code e codini.

Il ruolo che hanno questo tipo di star anche solo come influencer è evidente dalla copertura mediatica che è stata fatta della vita delle 5 ragazze, dai loro allenamenti di calcio, che sono costrette a fare per contratto, a momenti privati.

Tipo quando giocano a Eighth Note.

La cosa sorprendente è che ancora prima di aver fatto un EP sono già uno dei gruppi più famosi della Cina — Katy Perry ha 1 milione di followers su Weibo, loro 900mila.

Secondo il loro agente, il fatto di essere donne permette un’interazione migliore a tu per tu con i fan, sia nelle apparizioni pubbliche, che sui social e quindi da questo deriva l’enorme successo che hanno avuto in così poco tempo.

— FIN —

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi