Questo è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

Buongiorno, ecco le notizie da sapere oggi.

L’arca del Noe

Il capitano del Noe Giampaolo Scafarto è accusato dalla procura di Roma di falso materiale e falso ideologico: avrebbe attribuito ad Alfredo Romeo la frase che provava l’incontro tra l’imprenditore e Tiziano Renzi, padre dell’ex presidente del Consiglio. (il Manifesto)

In realtà sembra che l’incontro fosse tra Romeo e Italo Bocchino. (il Fatto Quotidiano)

A Porta a Porta Renzi ha fiducia nella giustizia, quasi quanto Fox Mulder, “la verità è la verrà fuori.” (la Repubblica)

Ma le grane per il padre di Renzi non sono mica finite, ci ricorda giustamente il Fatto Quotidiano, tutto contento.

Mondo

Un incendio nella notte ha devastato il campo profughi di Grand-Synthe, a Dunkirk, Francia. Almeno 10 migranti sono rimasti feriti. (Ouest France)

Il campo ospitava circa 1500 persone, in condizioni da lungo tempo denunciate come disumane. (the Guardian, febbraio)

Tra le cancellerie occidentali comincia a farsi largo l’idea di nuove sanzioni contro la Russia, per spingere Mosca ad abbandonare l’alleato siriano. (BBC)

Cancellerie che si trovano riunite a Lucca per il G7 dei ministri degli esteri. Ieri c’è stato qualche scontro tra polizia e manifestanti, (Il Tirreno) e Rex Tillerson ha visitato il memoriale di Sant’Anna di Stazzema — dicendo che è compito degli Stati Uniti “difendere gli innocenti nel mondo.” (Corriere della Sera)

Continua l’escalation tra Stati Uniti e Corea del Nord. Pyongyang, in risposta ai movimenti di navi militari americane, ha minacciato “catastrofiche conseguenze” a ulteriori provocazioni. (the Guardian)

Ma niente paura, la Corea del Nord non è la Siria, non puoi attaccarla da una notte all’altra, scrive Andrew Salmon su Korea Times.

È uscito il report annuale di Amnesty International sulla pena di morte: il triste primato va come al solito a Cina, Iran e Arabia Saudita, ma il numero delle esecuzioni è sceso del 37% nel 2016 rispetto all’anno precedente. (Al Jazeera)

Il generale Khalifa Haftar, per cercare di contrastare le infiltrazioni islamiste, ha stabilito un “travel ban” nell’Est della Libia sotto il suo controllo. (the New Arab)

Italia

Un ex governatore dello stato messicano di Tamaulipas, latitante dal 2012, ricercato per traffico di droga e associazione a delinquere, è stato arrestato in centro a Firenze. (Corriere Fiorentino)

Cult

A proposito di Corea del Nord, Han Kwang Song, del Cagliari, è il primo calciatore nordcoreano a segnare un gol in serie A. (CNN)

Il sonno è il nuovo status symbol, e io infatti vorrei tornare a dormire. (the New York Times)

In Silicon Valley qualcosa è andato storto, scrive Davide Piacenza — ma più probabilmente è l’inevitabile conseguenza di un modello economico e culturale folle. (Rivista Studio)

Il nuovo film di Thor è una roba da matti, parola del regista.

Ambiente

Dopo “97% climate science papers agree warming is man-made”, un’altra percentuale è destinata a entrare nelle cronache della transizione verde: 71%. È la porzione di scienziati convinta (35%) e profondamente convinta (36%) che la transizione verso un mondo alimentato al 100% da energia rinnovabile sia possibile entro il 2050. (the Guardian e Greenreport)

Niente dichiarazione congiunta tra i ministri dell’ambiente e dell’energia riuniti a Roma per il G7 di domenica e lunedì: gli Stati Uniti si sono sottratti di fatto agli impegni presi a Parigi con la Cop21. (ANSA)

Se volete essere sul pezzo, iscrivetevi alla nostra newsletter di energia e ambiente, Eco.

Giornalismi

Tra i vincitori del Pulitzer di quest’anno c’è anche Art Cullen dello Storm Lake Times, un piccolo giornale dell’Iowa con tiratura di 3000 copie e uno staff editoriale di 10 persone. (Poynter)

Animali

Certi misteri sono troppo anche per la scienza, ad esempio: qual è il modo più efficace per fare il solletico ai topi? Qui trovate il paper di un gruppo di ricercatori che ci ha passato anni, per scoprire come. E hanno fallito. (Plos)

Sottomarini

Il rapper australiano 2pec è scappato da un ristorante sulla spiaggia troppo caro senza pagare. È scappato a nuoto. Ma c’è di meglio: la polizia ha dovuto inseguirlo su sci d’acqua. (BBC News)

***

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

— FIN —