Questo è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet.
Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

***


La Salvia è una pianta magica: il suo nome vuol dire salvatrice.
La nuova linea profumata Erbaflor

Scopri di più

***

San Pietroburgo

Il bilancio dell’attentato di ieri alla metropolitana di San Pietroburgo è di 11 vittime e 45 feriti. Nessuno ha rivendicato l’attacco, ma i media russi riferiscono di un sospetto kamikaze originario dell’Asia Centrale. (BBC)

I servizi di sicurezza del Kirghizistan hanno identificato l’attentatore come Akbarzhon Jalilov. Non è chiaro se Jalilov stesse lavorando da solo o meno. Un altro ordigno, inesploso, è stato trovato in un’altra stazione, a Ploshchad Vosstaniya. (BBC)

Putin si trovava a San Pietroburgo per incontrare il dittatore bielorusso Lukashenko. (Reuters)

Nel frattempo il sito internet di Russia Today, vicino al governo di Putin, insinua dubbi sulla genuinità del cordoglio internazionale. (RT)

I media russi non hanno tutti i torti in questo caso — e i complottismi di tanti giornalisti statunitensi non aiutano. (Sputnik News)

Mondo

Stasera gli 11 candidati alla presidenza francese si sfidano in un nuovo dibattito televisivo. Da tenere d’occhio: la crescita di Melenchon, che nei sondaggi è vicino a superare Fillon. (Bloomberg)

Jeff Sessions vuole rivedere tutti gli accordi firmati dal Dipartimento di Giustizia con i vari dipartimenti di polizia degli Stati Uniti. Gli accordi, fortemente voluti dall’amministrazione Obama, sono perlopiù conseguenza di indagini sulle violazioni dei diritti umani. (the Washington Post)

Gli Stati Uniti non finanzieranno più il Population Fund delle Nazioni Unite (UNFPA), dedicato alla pianificazione familiare e alla salute di madri e bambini nel mondo. (Al Jazeera)

La legge che consente agli internet provider di fare un po’ quello che vogliono con i dati di navigazione degli utenti è realtà. (TechCrunch)

Nove giorni prima dell’inaugurazione della presidenza Trump, Erik Prince, fratello della Segretaria dell’Educazione Betsy DeVos e fondatore di Blackwater avrebbe incontrato un agente russo per stabilire una linea di contatto tra Mosca e lo staff del presidente. (the Washington Post)

Maoisti per Donald Trump. (the New York Times)

In migliaia hanno protestato in Serbia contro la vittoria di Aleksander Vucic, denunciando irregolarità nel voto. (Balkan Insight)

Il Dalai Lama visita la regione indiana dell’Arunachal Pradesh, e la Cina non è contenta. (Hindustan Times)

Italia

È ancora polemica per i valichi chiusi tra la Svizzera e l’Italia: le autorità svizzere controllano il certificato penale di chi vuole passare il confine. (Corriere della Sera)

I genitori di Giulio Regeni hanno parlato di nuovo al Senato, per chiedere verità e giustizia (e quindi indagini più severe). (la Repubblica)

Ambiente

Non vi siete ancora iscritti a Eco, la nostra newsletter settimanale di energia, ambiente e sostenibilità? È grave.

Cult

Secondo il vicepresidente della Marvel, la diversità etnica e di genere tra i personaggi dei fumetti ha allontanato i lettori. (the Guardian)

C’è un nuovo font nella famiglia dei Google Font, ed è molto bello. (Wired)

Montare mobili IKEA sotto acidi. (via Darlin Magazine)

Aol e Yahoo sotto il cappello di Verizon diventano Oath. Woath. (Il vecchio nome comunque non sparirà.) (Mashable)

È morto il podcaster Jason Seifer, il mondo è un posto molto più triste. (Orlando Sentinel)

Giornalismi

The Outline, la start up giornalistica di Joshua Topolsky, ha assunto come direttrice responsabile Katie Drummond, responsabile in precedenza della sezione cultura di the Verge e di Bloomberg News. (Recode)

Animali

Per mangiare i polpi, i delfini sono costretti a ingegnarsi. (Popular Science)

Cucina

Pizza + marshmallow? OK. (Teen Vogue)

Il risotto alla milanese non è milanese. (Rivista Studio)

Musica

È in arrivo il primo album solista di Beth Ditto. (Rolling Stone)

Fondo del barile

La scienza dice: i neonati britannici, canadesi e italiani sono quelli che piangono di più al mondo. (the Guardian)

***

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

— FIN —

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi