Il fotografo Heinz Schattner propone i suoi scatti creativi allo SpazioKappa32. Potete vederli dal 15 febbraio al 1 marzo.

La prima mostra in Italia risaliva al 2014, Underconstruction. L’anno dopo era stata la volta di Carpe Diem, sempre alla Galleria Statuto13. Heinz Schattner è di nuovo a Milano, questa volta al civico 32 di via Kramer, zona Porta Venezia, in occasione dell’inaugurazione del nuovissimo SpazioKappa32, cui concede diversi scatti che ripercorrono lavori e progetti portati avanti negli anni — tanti, 40 — di attività come fotografo tra pellicola, polaroid e digitale.

Schattner — originario dal mondo della moda, della pubblicità, del marketing — è noto per essere sempre riuscito a fare di quei lavori qualcosa di suo, di estremamente intimo e personale, approdando a soluzioni mai scontate, ogni volta a metà strada tra la pura rappresentazione e celebrazione artistica dell’immagine e l’analisi, il concetto. D’altronde la fotografia è un work in progress continuo, dedicato ad esprimere se stesso, la propria intimità, ma anche il mondo circostante, attraverso il filtro del bianco e nero o della policromia.

>BREAK< è un percorso che si srotola all’interno della personalità più intima e della creatività artistica di Schattner; un universo onirico e surreale, scolpito su pellicola, in grado di suscitare nel visitatore emozioni intense e prepotenti. Un aspetto dominante nella produzione del noto artista tedesco è indubbiamente la sintesi: il saper raccontare una storia in un’immagine netta, senza sbavature, con il potere di trasportare chi la osserva in un mondo “altro”, onirico e lontano. È così che la spiccata poetica surreale di cui è intriso tutto il progetto esplode, entrando in debita relazione con la psiche umana, in uno shock visivo e sensoriale.”

***


Cool water, after shave e linea cosmetica
on line e nei flagship store Erbaflor

Scopri di più

***

In occasione dell’inaugurazione, abbiamo scambiato quattro chiacchiere con Schattner, presente in galleria: “Sono contento di tornare ad esporre in Italia, anche perché questa mostra ripercorre tanti anni di carriera e espone diversi aspetti del mio lavoro. Dai progetti quasi interamente realizzati in studio, a quello compiuto in Mali — dall’uso forte e prepotente del digitale, dei suoi strumenti e potenzialità, alla riscoperta della pellicola e della Polaroid. Mi piace continuare a sperimentare, trovare soluzioni nuove, rinnovarmi, e per questo continuo a cercare nuovi studi e progetti su cui concentrarmi e soluzioni diverse da realizzare.”

Famoso per i tanti servizi di moda, la maggior parte dei quali rigorosamente in bianco e nero, racconta di aver venduto la sua prima fotografia a 14 anni ad un giornale locale per 20 marchi, dopo averla sviluppata nella sua stanza: “Eh, buttali via. Ero un ragazzino: quando ci ripenso oggi, mi dico — che coraggio!”

Schattner parla del futuro come di una strada ancora da percorrere, ma con mezzi e modi alternativi, non scontati: “Chi fa questo lavoro da quarant’anni vuole qualcosa di diverso. Non mi basta più: ho bisogno di progetti, idee, nuove visioni.”

Viaggiatore instancabile, ha esposto i suoi scatti ormai quasi in tutto il mondo. >BREAK< — titolo della mostra a SpazioKappa32 — sarà in esposizione fino al primo marzo 2017, dal lunedì al venerdì, dalle 15 alle 19. L’ingresso è libero.

— FIN —

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi