Sottovalutare e accanirsi contro Melania e Ivanka Trump è misogino. Dietro l’immagine pubblica si nascondono due donne molto forti.

Accanto alle polemiche sulla condotta del neo-presidente degli Stati Uniti, i riflettori sono da settimane puntati anche sulla first lady Melania Trump e la first daughter Ivanka. La prima è stata protagonista di vivaci dibattiti online sul fatto se sia o meno da salvare dalle grinfie di un marito totalitario, tanto nella politica quanto – forse – nella vita coniugale. #FreeMelania e #SaveMelania sono diventati trending topic in pochissimo tempo.

Ivanka Trump, invece, è al centro del mirino dopo aver pubblicato una foto su Instagram che la vede impegnata in una festa sontuosa insieme al marito Jared Kushner, proprio nei giorni in cui il padre è intento a firmare ordini esecutivi contro gli immigrati. L’idea che si è creata attorno a Ivanka è quella di una Maria Antonietta impassibile al mondo esterno:  quella foto rappresenterebbe la famosa frase “se hanno fame, mangino brioches” in chiave post-moderna.

Ma preoccuparsi per Melania, più che un pensiero carino, è un pensiero misogino. È più facile immaginare che la donna, come nelle fiabe, debba essere salvata e non sappia vedersela da sola. Allo stesso modo è misogino prendersela con Ivanka per essere a una festa con un abito costoso. Perché non prendersela anche con il marito, che – tra le altre cose – è stato ispiratore di tutta la campagna elettorale di Trump?

Forse, siamo ancora troppo abituati a pensare alle first ladies solo come “figure” soggette a gossip e ad argomenti di intrattenimento. Devono essere le dame perfette che sorridono alla telecamera, che non hanno mai liti con i rispettivi coniugi e che curano amorevolmente il giardino della Casa Bianca. Ma chi sono in realtà Melania e Ivanka Trump?

***


Cool water, after shave e linea cosmetica
on line e nei flagship store Erbaflor

Scopri di più

***

Melanija Knavs, nota ai più come Melania Trump, è un’ex modella slovena. Da piccola ha condotto una vita abbastanza modesta. Ha tentato di diventare una designer, ma ha ben presto capito che era più facile indossare i vestiti che crearli. È infatti la carriera da modella che le ha portato fortuna. Divenuta una delle figure associate alla Trump Model Management, agenzia di moda di cui ha fatto parte anche Isabella Rossellini, ha avuto modo di incontrare Donald Trump durante la New York Fashion Week del ’98.

Una perfetta fiaba hollywoodiana, quella tra Melania e Donald Trump. La Bella – e povera – che è riuscita a vedere il bello nella Bestia. Che questa bellezza sia rappresentata dall’anima dell’uomo o dai soldi che le hanno permesso di creare finalmente la sua linea di gioielli e che l’hanno tolta dalla precarietà, poco importa, perché sono felici. Vi ricorda qualcuno?

È la stessa Melania a rassicurarci sulla sua condizione. Infatti, ha recentemente ribadito su Vanity Fair Mexico – sottolineiamo, in Messico – quanto sia felice il suo matrimonio e di quanto suo marito sia un compagno comprensivo e amorevole nei suoi confronti. I toni sembrano essere molto credibili, soprattutto grazie allo spaccato di vita quotidiana in cui Melania si racconta libera di andare in bagno e farsi le saune. Inoltre, nel 2015 la conduttrice Barbara Walters è rimasta colpita dall’intelligenza di Melania, arrivando ad affermare Forse perché è così carina, non ci aspettiamo che sia così intelligente come è.”

Ivanka Trump, 35 anni, è invece un leone dell’economia e del business. Tra una sfilata e un’altra come modella, ha avuto il tempo di laurearsi con lode in Economia all’Università della Pennsylvania e di creare anche lei una sua linea di gioielli. Attualmente è vicepresidente della Trump Organization e giudice al programma The Apprentice. Una vera donna multitasking.

Cosa ci si dovrebbe aspettare da Ivanka? Che intraprenda una faida familiare contro il padre? Quando per altro sembra al contrario essere tra i suoi più vicini alleati?

Se dovremo attaccare e criticare Melania e Ivanka Trump lo decideranno soltanto le azioni di Melania e Ivanka Trump: quattro anni sono lunghi, e occasioni per mostrare i propri veri colori saranno tante. Quanto è completamente inutile, se non completamente controproducente sui tanti fronti su cui la società civile dovrà fare resistenza agli ideali retrogradi dell’amministrazione.

Credere poco nella personalità di Melania e Ivanka può derivare dal fatto che siano legate a un uomo che vede le donne frivole e le vorrebbe sottomesse. Ma noi non dobbiamo cadere nello stesso gioco. Per colpire Donald Trump non bisogna usare la sua stessa moneta cercando di indebolire le donne della sua famiglia. La marcia delle donne, ad esempio, è stata una manifestazione più giusta e politicamente corretta.  

 

— FIN —

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi