Il 2017 inizia con una novità per gli amanti dei libri e degli eventi culturali. Stiamo parlando del Salone della Cultura, evento voluto da Sergio Malavasi di Maremagnum, il più importante sito italiano che si occupa di libri antichi e usati, e Matteo Luteriani di Luni Editrice. L’appuntamento è il 21 e il 22 gennaio a Milano, presso la multi-location SuperStudio Più di Via Tortona. L’ingresso è gratuito per tutti.

Il contesto in cui nasce l’iniziativa è quello della diatriba tra Milano e Torino su dove dovrebbe svolgersi il Salone del Libro. Sergio Malavasi e Matteo Luteriani allora hanno pensato di regalare a Milano un Salone della Cultura. I motivi sono quelli di omaggiare e valorizzare Milano come città culturale, capitale dell’editoria italiana da inizio Novecento.Da sinistra: Sergio Malavasi e Matteo Luteriani

Il motivo principale però è quello di avvicinare i giovani alla letteratura e di aiutare le piccole case editrici a farsi conoscere dal pubblico in tempi in cui diventa sempre più difficile e dispendioso approcciarsi al mondo della cultura in generale e dell’editoria in particolare. Tuttavia, come si legge sul sito ufficiale dell’evento:

“La cultura è la salvezza dell’essere umano, anche se un poco faticosa. Se fare cultura costa in tutti i termini, il non fare cultura costa molto, ma molto di più.”

Le piccole case editrici, versando una somma che si aggira intorno ai 200€, avranno uno spazio tutto loro, arrivando a un pubblico interessato. Il pubblico a sua volta, grazie al fatto che non dovrà pagare l’ingresso, avrà la possibilità di avvicinarsi a un mondo che spesso fa discriminazioni tra chi può spendere soldi per comprare libri e chi no.

***


Cool water, after shave e linea cosmetica
on line e nei flagship store Erbaflor

Scopri di più

***

A supporto di questa iniziativa saranno presenti libri appartenenti ai più svariati generi, oltre a un’esposizione di pezzi unici e la possibilità di frequentare due laboratori. Uno riguarda l’incisione di libri, l’altro un laboratorio per la creazione di libri pop-up. Il Salone della Cultura sarà un luogo in cui la tradizione e l’innovazione nel campo della letteratura si fonderanno in un tutt’uno, in modo da unire le nuove e le vecchie generazioni.

logo-workshop-pop-up-2

Infine, è da sottolineare la presenza di Xerox Italia tra partner partecipanti all’evento: la grande azienda di stampe digitali darà la possibilità a tutti di portare tramite chiavetta USB un proprio scritto, in prosa o in poesia, ma anche raccolte fotografiche. Se non supererà le trenta pagine avrete l’occasione di farlo stampare in formato libro, con copertina rigida, in più copie gratuitamente. Cosa aspettate a diventare scrittori?

— FIN —

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi