Questo è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet.Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

***


Cool water, after shave e linea cosmetica
on line e nei flagship store Erbaflor

Scopri di più

***

Il Kosovo ha bloccato l’accesso entro i propri confini ad un treno serbo coperto di scritte “il Kosovo è serbo” — alla notizia del blocco, il presidente serbo Nikolic ha annunciato che il Kosovo vorrebbe la guerra, per un treno fermato. (Meno male che non ha mai provato Trenord) (the New York Times)

Ma non si tratta di un treno qualsiasi: la tratta Belgrado-Mitrovica è stata ristabilita per la prima volta dopo la guerra del 1999. (B92)

Come se non bastassero le scritte esterne (in venti lingue diverse), anche l’interno dei vagoni è riccamente decorato con iconografia cristiano ortodossa — ma no, il treno non era affatto inteso come una provocazione, dicono le autorità serbe. (International Business Times)

È solo l’ultima di una serie infinita di scaramucce fra le due nazioni rivali: pochi giorni fa l’ex premier kosovaro Haradinaj, accusato di crimini di guerra, è stato arrestato in Francia, e la Serbia ne chiede insistentemente l’estradizione. (ANSA)

Mondo

Avete presente quella storia dell’1% contro il 99%? Non è così lontana dal vero: secondo un nuovo report di Oxfam, una manciata di miliardari possiede la stessa ricchezza del 50% dei più poveri. (the Guardian)

Giusto in tempo per l’inizio del World Economic Forum a Davos, dove l’élite economica celebra se stessa e non capisce molto di come va il mondo. (Bloomberg)

Tra i partecipanti per la prima volta c’è anche il leader cinese Xi Jinping, definito lusinghieramente da Forbes “il mendicante più potente del mondo.”

Mazzette e sciamani, alla fine la polizia sudcoreana ha arrestato Lee jae-yong, vice-presidente ed erede dell’impero Samsung, nel contesto delle indagini sull’impeachment della presidentessa Park Geun-hye. (the Verge)

Nella sua prima intervista “europea” Trump ne ha dette di ogni. Potete leggerla sul Times e sul Bild.

Alcuni punti forti: la Nato sarebbe obsoleta, e si potrebbe pensare di togliere le sanzioni alla Russia in cambio di un accordo sull’armamento atomico. (Bloomberg)

Sebbene Merkel stia stringendo notevolmente le politiche di accoglienza sui rifugiati, sta facendo comunque troppo, secondo lo sfruttatore seriale, e a causa di queste politiche altri paesi inevitabilmente usciranno dall’Unione Europea. (DW)

A proposito di Brexit: Peter Thiel sta pensando di candidarsi a Governatore della California, solo pochi giorni dopo aver casualmente sollevato — seriamente — la possibilità di una secessione californiana. “Farebbe bene all’economia della California, e aiuterebbe Mr. Trump ad essere rieletto.” (Politico)

A proposito di Merkel: vi ricordate quando Facebook sosteneva fosse proprio assolutamente impossibile distinguere tra notizie e bufale? Perché Facebook probabilmente no, dato che ha appena rilasciato un aggiornamento per la Germania proprio sperando di contrastare le fake news neo-naziste. (AFP)

Per mettere a zittire le crescenti polemiche sull’Obamacare, Trump ha anche promesso “assicurazione per tutti,” (sì, lo sappiamo chi vi ricorda). Anche se non vuole mantenere le norme di Obama, non vuole il modello britannico e canadese, e ovviamente non vuole la sanità pubblica. Cosa farà? Chi lo sa. (the Washington Post)

Almeno 32 morti in un incidente aereo in Kyrgyzistan: è caduto un cargo turco su un centro abitato a nord della capitale del Paese. (BBC)

Cina e Germania si litigano Chernobyl: ci si farà un enorme “parco” di pannelli solari. (Bloomberg)

Milano SWAG e antifascista

Malgrado la richiesta del sindaco Beppe Sala, l’11 gennaio scorso la prefettura di Milano ha dato il nulla osta alla manifestazione neonazista organizzata da Forza Nuova, che si è svolta ieri all’Arco della Pace. (la Repubblica)

L’ANPI e altre associazioni volevano organizzare un presidio sempre all’Arco della Pace, per bloccare la strada a Forza Nuova, ma la prefettura ha fatto blindare il posto e quindi i contro-manifestanti hanno sfilato da Piazza Fontana fino al Duomo. (la Repubblica)

Alla fine lo sbandieramento dei neonazisti è stato turbato da un gruppetto di ragazzini, che da una cassa portatile .ılılıll|̲̅̅●̲̅̅|̲̅̅=­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­̲­̅­̅­|­̲­̅­̅­●­̲­̅­̅­|­­l­­l­­ı­­l­­ı­­l­­ı­­. ha sparato a palla “Non Pago Affitto” di Bello FiGo Gu. ╭∩╮(︶︿︶)╭∩╮(Radio Popolare)

Italia

La questione era rimasta congelata per non scaldare ancora di più il referendum, ma ora l’Unione Europea bussa alla porta. Servono 3,4 miliardi di euro per sistemare i conti pubblici, o l’Italia rischia la procedura di infrazione sul deficit. Padoan sta contrattando termini meno duri, ma finora la Commissione è stata intransigente, probabilmente spaventata dall’Eurogruppo. Un colpo al cuore. (la Repubblica)

Nel pacchetto immigrazione del Viminale c’è l’obbligo a svolgere lavori socialmente utili per tutti i richiedenti asilo, e una modifica al reato di immigrazione clandestina per facilitare i rimpatri. Di male in peggio. (Corriere della Sera)

La politica continua a promettere l’abolizione delle province, e continua a fallire. Il Fatto, in un outline della situazione di Luisiana Gaita, lo chiama “l’eterno ritorno.” (Il Fatto Quotidiano)

Ambiente

Luca Mercalli ce la sta mettendo tutta per convincere il grande pubblico che nonostante il freddo di questi ultimi giorni il surriscaldamento globale è sempre piú evidente(Rainews)

Cult

Da Platone a Proust, Maria Popova affronta il saggio di Martha Nussbaum, alla ricerca della conoscenza dell’amore. Come facciamo a sapere se amiamo qualcuno? (Brain Pickings)

È la fine di un’era. American Apparel chiude tutti e 110 i propri negozi negli Stati Uniti, lasciando senza lavoro 3500 dipendenti. (The 405)

Animali

Questi orsi che si grattano la schiena sul tronco degli alberi sanno cos’è il groove.

***

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. Grazie!

— FIN —

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi