Ieri la casa di produzione indipendente A24 — dietro a film come The Lobster e The Witch —  ha pubblicato sui propri profili social un trailer misterioso senza titolo e senza descrizione. L’unico indizio concesso è la didascalia che accompagna i post: “In the near future.” (In un futuro prossimo).

La A24 — reduce dalla vittoria ai Golden Globes con Moonlight per miglior film drammatico — ha deciso di seguire una strategia di marketing sempre più presente nell’industria cinematografica, puntare sul mistero più che sull’hype.

In passato film come 10 Cloverfield Lane e Blair Witch avevano già adottato tecniche simili, avvolgendo i loro contenuti di ambiguità — i due film erano stati nominati rispettivamente in fase di produzione The Cellar e The Woods. La stessa A24 con il film The Witch aveva giocato con campagne pubblicitarie fuori dal comune, creando un profilo Twitter a nome Black Philip (la capra che appare nel film).

***


Cool water, after shave e linea cosmetica
on line e nei flagship store Erbaflor

Scopri di più

***

Il progetto senza nome non compare sul sito dello studio di produzione né su siti come IMDB. Questo, unito all’aura di mistero del video, ha alimentato la psicosi virale sui social — dando subito il via a ipotesi e teorie. Data la natura fantascientifica del trailer, i primi paragoni fatti accostano il video al successo di Black Mirror o a pellicole precedenti della A24 come Under the Skin.

La Bad Robot è la casa di produzione di 10 Cloverfield Lane.

La Bad Robot è la casa di produzione di 10 Cloverfield Lane.

Il sito oohlo.com ha avviato un’attenta indagineframe by frame – del trailer, individuando alcuni primi indizi su una possibile trama: la tecnologia dietro a tutto il film potrebbe essere il teletrasporto (come era stato per le IA in Ex Machina) o la presenza di alieni in grado di controllare la mente umana. Ma per ora sono solo speculazioni. La community online ha anche provato ad associare il trailer al nome del regista Shane Carruth, autore di Prime, uno dei film di fantascienza più innovativi del 2000, anche se il suo nuovo progetto sembra essere molto distante dalle ambientazioni del trailer della A24.

Rimane il quesito più importante sulla natura del prodotto finale: sarà veramente un film? Nulla esclude la possibilità di una serie tv o di un prodotto differente dal grande schermo. L’avvicinarsi dei festival del cinema, in particolare il SXSW a marzo, ci garantisce però la sicurezza che non passerà troppo tempo prima dell’apparizione di nuove informazioni su internet.

— FIN —

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi