Questo è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet.
Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.



La Salvia è una pianta magica: il suo nome vuol dire salvatrice.
La nuova linea profumata Erbaflor

Scopri di più


Holla Holla

Hollande non si ricandiderà alle elezioni presidenziali dell’anno prossimo. (La Stampa)

La scelta, detta sorprendente dalla stampa, era inevitabile — Hollande è riuscito a diventare il “presidente più impopolare della Storia recente” della Francia. Un’impresa mirabile, avendo seguito la purga austera di Sarkozy. (the Washington Post)

Con il ritiro di Hollande si fa sempre più evidente la crisi delle sinistre europee, che il Financial Times chiama “esistenziale.” (FT)

I socialisti hanno bisogno di un miracolo non per vincere, ma anche solo per arrivare al secondo turno, in questo momento. Si allarga intanto il supporto per la candidatura dell’ex-ministra della Giustizia Christiane Taubira, che si era dimessa dal governo Hollande manifestando il proprio dissenso verso le misure di polizia attuate dopo gli attentati di Parigi. (France24)

Mondo

Ban Ki-moon ha finalmente chiesto scusa per la crisi di colera ad Haiti — sei anni troppo tardi. Ma l’ONU ancora non ammette che la malattia sia stata portata dai caschi blu. (IRIN)

Per la portavoce di Trump Scottie Nell Hughes “i fatti non esistono.” Un’interessante analisi filosofica, non venisse dallo staff del prossimo uomo più potente del mondo. (Boing Boing)

Intanto il presidente-eletto praticamente sta promettendo “la pace nel mondo.” (the New York Times)

Secondo un briefing di Save the Children si sta chiudendo la finestra di tempo per evitare una carestia catastrofica in Nigeria. (Save the Children)

In Wisconsin è iniziato il riconteggio offerto da Jill Stein — secondo Trump non c’è niente da riconteggiare, ma i suoi avvocati stanno facendo di tutto per fermare l’operazione. (the New York Times)

Cosa può fare Obama, all’ultimo minuto, per impedire a Trump di creare un “albo dei musulmani”? (Vox)

È morto in un bombardamento Anas al-Basha, il volontario “clown” ventiquattrenne che faceva giocare i bambini tra le rovine di Aleppo. (la Repubblica)

La vita nel campo profughi di Gerusalemme Est non potrebbe essere più impossibile. Il reportage di Rachel Kushner. (New York Times Magazine)

La Nord Corea non sta reagendo bene alle nuove sanzioni volute dal Consiglio di sicurezza dell’Onu. (TIME)

Italia

Situazionismo su Rete 4:

Anche Chanel è contro la TAV. Eh? A quanto pare, il TGV che dovrebbe passare vicino a Grasse, in Francia, metterebbe in pericolo i fiori con cui la casa di moda produce l’iconico Numero 5. (the Guardian)

L’incendio in una raffineria Eni a Sannazzaro de’ Burgondi, Pavia, ha coperto le campagne circostanti con una spessa nuvola nera. Nessun morto, e sembra scampato il disastro ambientale. (Repubblica Milano)

Ma non è la prima volta che a Sannazzaro si sente odore di bruciato

Secondo Gentiloni l’anno prossimo sconfiggeremo lo Stato Islamico “e bisogna iniziare a pensare al dopo.” (l’Huffington Post)

 

Cult

La caccia a una amministrazione che sappia cosa fare di Twitter continua: ma il nuovo responsabile del prodotto ha twittato in totale 144 volte da quando si è iscritto. (The Verge)

Distant è il nuovo videogioco di Built by Snowman, l’etichetta indipendente che ha prodotto Alto’s Adventure. (via Six Colors)

L’unica macchina che valga la pena costruire: la macchina inutile. (via Futility Closet)

Animali

Questi scoiattoli cinesi saranno pure sovrappeso, ma non è carino prenderli in giro. (BBC)

Gli alberi di Natale di plastica sono sempre un po’ tristi, soprattutto se sei un castoro. (Washington Post)

No more articles

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi