Questo è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet.
Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

Election Day

Trump ha chiuso la campagna elettorale agitando una propria maschera: “È bellissima,” ha spiegato. “Proprio come me.”

Se non tifavate nessuno a queste elezioni, provateci di nuovo dopo aver ascoltato il discorso della laurea di Hillary Rodham, 21 anni. Via Brain Pickings, dove trovate anche la trascrizione.

Acuta e ampia analisi di Kristy Siegfried della situazione in ambito di politiche sull’immigrazione, in caso vincesse Trump. (IRIN)

Quali sono gli Stati da tenere d’occhio? (The Upshot)

Offerte dell’ultimo minuto: Trump pubblica il piano di privatizzazione del sistema stradale americano. (Slate)

In Italia Renzi tifa Clinton, Salvini Trump, il M5S non si esprime — ovvero, tifa Trump ma si vergogna a dirlo — e in realtà, che ce ne importa a noi? (la Repubblica)

Seguiremo i risultati delle elezioni, in diretta, tutta la notte, su The Submarine.

Mondo

Dopo gli arresti degli scorsi giorni, culmine di una spirale autoritaria che va avanti dal fallito colpo di stato del 15 luglio, è ora di chiedersi: la Turchia sta diventando uno stato fascista? (Al Monitor)

Un nuovo report indica che almeno metà degli uomini inglesi avrebbero consumato immagini pedopornografiche su internet. Ei, forse la brexit non è una cattiva idea. (The Guardian)

Ieri pomeriggio si è tenuto a Parigi un grande flash mob per l’uguaglianza salariale: una donna europea deve lavorare 38 giorni e mezzo, in media, per guadagnare quanto un uomo viene pagato al mese. (la Stampa)

In Germania c’è chi costruisce muri per dividere i tedeschi dai rifugiati. Perché è andata bene, l’ultima volta. (The Independent)

Italia

Il CSM ha tentato di trasferire Antonino Di Matteo da Palermo alla DNA per ragioni di sicurezza, ma lui ha rifiutato dicendo: “Lasciare Palermo sarebbe una resa” (Antimafia 2000)

Legge di bilancio, come far aver ragione a chi ha torto. Juncker attacca l’Italia — ma è vero, le coperture sono per due terzi da una tantum. (il Fatto Quotidiano)

Renzi cerca di riparare le sparate della Leopolda: è il percorso di tutti gli anni, alla convention i renziani si radicalizzano, ma poi non si può fare la jihad. (L’Huffington Post)

Ambiente

Ieri si è aperta ufficialmente la Conference of the Parties di Marrakech (COP22) sui cambiamenti climatici. Ecco di cosa si è parlato il primo giorno. (Italian Climate Network)

Il direttore del Kyoto Club, Gianni Silvestrini, ha letto un articolo sul cambiamento climatico scritto da Paolo Mieli, il direttore del Corriere della Sera, e lo ha commentato così:

Dure critiche anche da parte del Corriere della Sera: “Chi minimizza è un irresponsabile”. (Corriere della Sera)

Secondo l’agenzia europea per le energie rinnovabili tra 15 anni la capacità installata dell’eolico potrebbe essere sei volte maggiore di quella attuale. (Business Green)

Cult

Un nuovo libro racconta la costruzione del bunker di guerra segreto sotterraneo di Churchill. (Atlas Obscura)

C’è meno toblerone nel Toblerone, ma i fan non lasceranno che l’azienda produttrice la passi liscia. (BBC)

Qui potete trovare una tavola degli elementi interattiva, che vi insegna in che prodotti trovate tutti gli elementi — per sapere finalmente di cosa si sta parlando quando al bar parlate di neodymium. (via The Next Web)

Consigli per gli acquisti: ecco il calendario dell’avvento degli shot di whiskey. Buon natale! (Hi Consumption)

No more articles

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi