Questo è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

Mondo

“Ho visto mio padre morire,” racconta un ragazzino 14 a Anne Barnard. È la quotidianità ad Aleppo, dove qualcuno ancora vive. (The New York Times)

Le elezioni americane, viste con gli occhi delle teenager. (The Upshot)

Intanto i nuovi sondaggi gettano nel panico tante famiglie in Messico, che sopravvivono solo grazie al denaro che arriva dai parenti negli Stati Uniti. (Reuters)

Tutto OK: Jim Bakker — il tele evangelista originale e truffatore extraordinaire — dice che Dio gli ha garantito: vincerà Donald Trump. Ma fate attenzione, se dovesse vincere Clinton arriverà il letterale Giorno del Giudizio.

A proposito, Barbara Vining spiega come affrontare il voto in maniera più serena: riconoscendo che il vero potere appartiene a Dio. Tenetelo presente per il referendum. (Christian Science Monitor)

Se avete ancora un po’ di fiducia in Wikileaks, tenete conto che in questo momento stanno raccontando che Podesta, l’advisor di Clinton protagonista del leak delle mail, avrebbe partecipato ad un rito di iniziazione sessuale alla magia del sangue. Ooookay. (We are change)

Chelsea Manning ha tentato di nuovo il suicidio, dicono i suoi avvocati. Le autorità continuano a ignorare le sue necessità di transessuale. (Reuters)

Foto via kremlin.ru

Foto via kremlin.ru

In centro a Mosca c’è una nuova statua celebrativa di Vladimir il Grande, eroe fondatore conteso fra russi e ucraini. (BBC News)

Almeno 91 feriti a Jakarta in seguito alle proteste di ieri contro il governatore della città, accusato di blasfemia contro l’Islam. (CNN)

Migrazioni

Dopo lo sgombero della Giungla di Calais, in molti restano ancora nascosti lungo la costa circostante, e cercano ancora di raggiungere il Regno Unito. (The Guardian)

Italia10-2-5-dc-contro-il-pci

Sia il Vaticano sia l’emittente cattolica hanno preso posizione contro le affermazioni del frate che a Radio Maria ha suggerito che il terremoto possa essere stato un castigo divino. È bello sentirsi ancora nel XIV secolo. (la Repubblica)

Fast & Leopolda 7: See you again. Renzi getta le bandiere del PD e Bella Ciao per tornare alle origini. (L’Huffington Post)

Cosa prevede esattamente il decreto per il terremoto. (Corriere della Sera)

Ambiente

Ieri Patricia Espinosa, segretario esecutivo dell’UNFCCC, ha invitato tutti a celebrare la firma del Paris Agreement. Perchè questo accordo è così importante?

Per stare “ben al di sotto di 2° C” sarà necessario lo sviluppo, entro il 2050, di un sistema energetico globale basato solo sulle tecnologie rinnovabili. Quale aspetto potrebbe avere(Clean Technica)

In questo spostamento verso una società a emissioni zero la sfida più difficile è rappresentata dal settore dei trasporti, soprattutto quello marittimo(WWF)

Ma nessuna conquista è definitiva. E vincesse Trump? Secondo Lux Research potrebbe cancellare sette anni di sforzi dell’amministrazione Obama(New York Magazine)

Intanto in Australia il primo ministro Malcom Turnwell ha già fatto capire che difenderà in tutti i modi l’industria del carbone(Greenbiz)

Cult

Sovrappeso, strafatti, e pieni di tatuaggi. È il nuovo profilo ideale per andare a lavorare al Pentagono. Aspettate un attimo, che chiamo un tatuatore e torno… (Los Angeles Times)

Il kit Lego per costruire il proprio Yellow Submarine dei Beatles è finalmente in vendita. Prossimamente: la recensione di The Submarine. Guardate quel Nowhere man! (via Boing Boing)

Un programmatore ha hackato Alexa — l’assistente virtuale di Amazon — per farla parlare attraverso un pesce robot, perché non vuole farvi dormire mai più. (via The Verge)

Musica

Rami Malek di Mr Robot interpreterà Freddie Mercury in un biopic dedicato al frontman dei Queen. (Rolling Stone)

No more articles

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi