Questo è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet.
Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

Mondo

“Mi rimanderanno in Etiopia, dove mi uccideranno.” È il primo giorno del nuovo sgombero di Calais. (BBC)

Lo sgombero di Calais è solo un modo per rimandare di nuovo una soluzione sociale al problema dei migranti. (the New York Times)

Tre persone sono morte in un incidente al parco divertimenti Dreamworld, in Australia. (The Guardian)

Come se non bastassero i morti, la sanguinosa guerra alla droga del presidente filippino Duterte si fonda anche su dati gravemente falsati. (Reuters)

Nel frattempo, sembra che la polizia filippina si stia preparando alla “fase 2” dell’operazione, che dovrebbe avere nel mirino non più i piccoli spacciatori e i tossicodipendenti impoveriti, ma i pezzi grossi del narcotraffico. (Reuters)

Un Paese che ha imparato dai propri errori: in Germania sono attivi 4 gruppi del Ku Klux Klan. (DW)

Secondo Trump la Costituzione statunitense garantisce “troppa libertà d’opinione” — altre libertà garantite dal testo sono OK però. (Boing Boing)

Ma qual è il problema con la libertà d’opinione negli Stati Uniti? È difficile denunciare la gente per quello che ha detto: non si direbbe, però, considerate le 20 minacce di denuncia per diffamazione rilasciate dai suoi amministratori di campagna. (FiveThirtyEight)

Trump e la Brexit: la politica dell’odio, in tre grafici. (Business Insider)

“Il parlamento iracheno ha approvato una legge che mette al bando gli alcolici. La mossa a sorpresa ha scandalizzato molti nella comunità cristiana.” ← 100% Titolo e occhiello vero 🔥 (The Guardian)

Italia

È in arrivo, probabilmente in giornata, una lettera di richiamo dall’Europa — servono chiarimenti sulle coperture della legge di bilancio. Feels like 2007. (la Repubblica)

Questioni di genere

Sei grafici per comprendere la gravità della diffusione degli abusi sessuali negli Stati Uniti. (Vox)

Cult

Gli americani sono più spaventati dai clown che dal cambiamento climatico. Come dargli torto, sono spaventosi. (Science Alert)

Dentro la mitologia del successo: un’analisi di The Art of the Deal di Donald Trump — scritto in realtà dal ghost writer Tony Schwartz. (Jacobin)

Black Mirror è sopravvalutato? (Rivista Studio)

Il futuro di Netflix? Droghe ricreazionali, forse, secondo l’AD Reed Hastings. Che bello il futuro. (The Verge)

La proposta di John Oliver per far mettere il cuore in pace a Trump sulla imminente sconfitta elettorale. (via Vox)

Ieri parlavamo di come i servizi web deducono la vostra vita dai vostri comportamenti d’uso. Ecco alcuni modelli per Facebook. (BBC)

Robert Graboyes su PBS si pone il problema: ora che abbiamo internet, ci servono ancora i bibliotecari? (Certo che sì) (PBS Newshour)

Stanno emergendo i primi modelli per permettere alle intelligenze artificiali di applicare nozioni imparate in un campo anche in altri contesti. È un passo avanti fondamentale. (Extremetech)

No more articles

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi